Seleccionar página

Anton di due anni si sente ancora come il mio bambino. Quindi, mi sorprende sempre quando tira fuori parole più grandi come enorme o frustrato o (l'altro giorno mentre stavamo preparando i pancake), Riesco a vedere la frusta? I bambini assorbono tutto. Quindi, ho adorato quello che Jenny Rosenstrach di Dinner: A Love Story (e il libro di cucina compagno) aveva da dire


Quando Phoebe frequentava il programma Threes all'asilo, una delle prime cose che ha imparato è stato il tempo. I bambini, a turno, apponevano soli sorridenti o nuvole temporalesche accigliate su un grande poster intitolato Whats the Weather Today? Ha iniziato a chiederci di descrivere il cielo fuori ogni volta che uscivamo di casa. Soleggiato, mamma? Nuvoloso, mamma? Una volta, quando mi ha fatto questa domanda, il cielo era così scuro e inquietante che mi sono ritrovato a lottare per usare la parola nuvoloso. (Questa è probabilmente l'unica volta in cui un editore di mestiere è in conflitto con la quotidianità della maternità.) Non era la parola giusta per descriverlo, ma era l'unica parola nel suo vocabolario meteorologico. Ho esitato. Ho pensato brevemente di dire davvero torbido, ma nemmeno quello era giusto.

Inquietante, ho finalmente detto. Il cielo sembra minaccioso .
Cosa significa, mamma?
Significa che il cielo sembra un po' scuro e spaventoso.
Oh. Hai ragione. Il cielo è scuro e spaventoso. È inquietante.

Da quel momento in poi, ogni volta che il cielo sembrava in questo modo, lo avrebbe correttamente identificato come inquietante, con grande sorpresa e gioia di qualsiasi adulto che fosse lì per sentirlo.

Ho avuto un'epifania sulla genitorialità in questo momento, un'epifania che la maggior parte delle mamme e dei papà probabilmente hanno molto prima che il loro bambino compia tre anni: i bambini sono pronti a tutto. Sono gli adulti che hanno più difficoltà a cambiare le cose, a lasciare andare una routine, a provare qualcosa di più grande e migliore.

Solo perché il mondo dell'apprendimento istituzionalizzato dice ai bambini che devono conoscere le parole soleggiato, nuvoloso e ventoso non significa che non siano in grado di imparare anche le parole minacciose, burrascose e brucianti . In effetti, per loro, non c'è davvero alcuna differenza tra le parole torbido e minaccioso. Le parole sono solo una combinazione di suoni. Sono gli adulti che iniettano il velo dell'essere adulti attorno alle grandi parole non usando quelle parole. Non sono i bambini che pensano di non poterli gestire.


Ottimo promemoria, vero?

Le sue parole mi hanno fatto pensare a una citazione che avevo visto sulla vetrina di una libreria anni fa: chiunque scriva ai bambini sta semplicemente perdendo tempo. Devi scrivere per iscritto, non per iscritto. I bambini sono esigenti. Sono i lettori più attenti, curiosi, desiderosi, attenti, sensibili, veloci e generalmente congeniali sulla terra. I bambini sono un gioco per qualsiasi cosa. Gli lancio parole dure e loro le rovescio attraverso la rete. EB Bianco

Pensieri? Usi parole grosse con i tuoi figli? Hanno usato parole divertenti in questi giorni? E solo per divertimento, ecco un video preferito di Toby che descrive una cena indiana quando aveva appena compiuto tre anni. 🙂

PS Come convincere i tuoi figli a parlare a cena e provare la genitorialità lenta.