Seleccionar página

Crazy Rich Asians, la commedia romantica basata sull'omonimo libro del 2013, non ha ottenuto il titolo per niente. I personaggi ei loro costumi non potrebbero essere più sontuosi. La storia di Rachel, una professoressa di economia americana, che incontra la famiglia benestante dei suoi fidanzati a Singapore è avvincente e anche i loro vestiti raccontano la storia in modi affascinanti. Qui, la costumista Mary E. Vogt rivela come ha vestito ogni personaggio

Per prima cosa, come costumista, come inizi a lavorare su un film?

Un film è come una piramide. Il regista è al top, quindi stavano lavorando secondo la sua visione. Questo ha senso perché se ognuno fa le proprie cose è un gran casino. In un drama, saresti più sottile con il design dei costumi, ma in un film come questo puoi essere più drammatico. Il regista, Jon M. Chu, voleva che fosse luminoso e colorato. Ci siamo provati e abbiamo reso ciascuno dei personaggi il più pazzo possibile.

Ci sono così tanti personaggi eleganti nel film. Dove hai iniziato?

Insieme a Kevin [Kevin Kwan, l'autore del libro], abbiamo fatto un elenco di tutti i personaggi e dei marchi che avrebbero indossato. È di Singapore e ha inviato le foto della sua famiglia per cercare di capire come potrebbero vestirsi le due famiglie. Al centro della storia c'è la famiglia Young, con la sua ricchezza di lunga data. Sarebbero molto più discreti. Questa famiglia non voleva sembrare influenzata dalla moda; hanno creato la loro moda. Se Nick [il protagonista, interpretato da Henry Golding] indossasse una maglietta tipo Lacoste, non ci sarebbe un piccolo alligatore. Per sua madre, Eleanor [interpretata da Michelle Yeoh], sarebbe couture, non sarebbe fuori dagli schemi. Non avrebbero mai indossato bigiotteria o bigiotteria, tutti i loro gioielli erano reali. Indossavano colori che potresti vedere in un vecchio dipinto cinese. La vestibilità doveva essere impeccabile, quindi tutti i vestiti sembravano fatti su misura per loro.

La famiglia Peik Lin Goh, con la sua nuova ricchezza, era semplicemente selvaggia. I colori erano più plastici, un po' come i personaggi degli anim. Se avesse degli strass, dovrebbero essere davvero grandi. Avevamo tanto oro, tanto Versace, tanto Dior. Se era Dior, c'era scritto Dior. La loro famiglia è tipo, che senso ha pagare tutti questi soldi se non dice Dior?

Raccontami dell'evoluzione dello stile della protagonista, la professoressa Rachel Chu (interpretata da Constance Wu), mentre si reca da New York a Singapore con il suo ragazzo, Nick Young.

Jon, il regista, faceva sempre riferimento alle fiabe per il film e nella scena di New York parlava del Mago di Oz. In Il mago di Oz, quando Dorothy inizia in Kansas, tutto è in bianco e nero. Non entri nel colore finché non arrivi a Oz. Con Crazy Rich Asians, tutta la roba di New York all'inizio è in nero, bianco, grigio e marrone chiaro. I vestiti di Rachel sono un po' spigolosi e sicuri di sé. Ha un girocollo, una gonna, una canotta. In una scena indossa un trench di tessuto rigido. A Singapore si avvicina di più al colore e i tessuti sono più morbidi. Ha un aspetto più vulnerabile, perché è fuori dal suo elemento a Singapore, in particolare con la sua famiglia.

Rachel non si rende conto che la famiglia del suo ragazzo è ricca finché non arriva a Singapore. Prima di incontrarli, Rachel si rivolge alla sua amica Peik Lin per farsi incantare.

La prima volta che Rachel incontra la madre di Nick, Eleanor, ha indossato un abito da sera, di Missoni. Doveva essere il vestito della sua amica Peik Lins [interpretata da Awkwafina], quindi abbiamo cercato di trovare qualcosa nell'armadio di Peik Lins che fosse il più addomesticato dei suoi vestiti. Era lusinghiero con strisce verticali. Ho praticamente tenuto Rachel in abiti senza maniche a Singapore per farla sembrare più vulnerabile. C'è più pelle lì. Ti senti di più la persona perché non sono tutti coperti di vestiti.

Poi c'è stata la scena del restyling, con Rachel che si preparava per essere ospite al matrimonio glamour della migliore amica del suo ragazzo e che provava tutti quei pazzi vestiti con Peik Lin. Chi è venuto prima, il guardaroba o le battute?

Volevamo trovare abiti con molta personalità, in modo che potessero dire cose divertenti su di loro. C'era un vestito Dior su cui c'erano le mani, quindi è stato facile. C'era un vestito di Ralph Lauren che è super colorato, e poi il cugino di Nick, Oliver [interpretato da Nico Santos], ha detto: Oh, sembra un assorbente da clown. Ed eravamo proprio come, Oh mio Dio. Non ha alcun senso, ma è stato divertente.

E poi c'è lo splendido vestito che Rachel ha indossato al matrimonio.

Jon voleva che il matrimonio fosse il grande momento di Cenerentola di Rachel, quindi sapevo che il vestito doveva essere azzurro. Questo vestito Marchesa era il colore perfetto. Di solito gli abiti campione sono fatti per persone molto alte. Era lungo due piedi di troppo e aveva maniche gigantesche. Dovresti avere 65 anni per indossarlo. Alla fine ci siamo tolti le maniche e abbiamo tirato giù la gonna, ma anche quando era troppo lunga e quando aveva maniche strane, piaceva a tutti. C'era qualcosa nel vestito che era molto etereo. E anche a lei piaceva, il che era importante.

Eleanor ha indossato la stessa tonalità di blu al matrimonio. Era apposta?

In origine, Eleanor doveva vestirsi di verde, ma poi ho visto il set e aveva un'erba verde alta quasi un metro e mezzo. Avevo visto un disegno concettuale di quel set e l'erba era molto più bassa. Pensavo che sarebbe stata un'erba di tre pollici, non alta quattro piedi. Non poteva vestirsi di verde, perché così non la vedresti mai seduta sull'erba.

Michelle era appena stata a Cannes ed Elie Saab ha detto che le avrebbe mandato un vestito. Questo vestito blu è apparso il giorno prima delle riprese. Quello è esattamente lo stesso colore del vestito di Constance, ho detto, Oops. Il fatto era che funzionava, perché era un vestito molto strutturato. Quindi, era molto in linea con la personalità della madre. L'abito di Costanza era come una nuvola. Era tutto tulle, ed era molto morbido. Quindi, anche se gli abiti erano dello stesso colore, avevano uno stato d'animo così diverso.

Ha anche funzionato bene che indossassero lo stesso colore, perché hanno molto in comune. Hanno il figlio in comune.

Peik Lin è stato così divertente da guardare sullo schermo. Il suo personaggio era così estroverso ed eccentrico, quindi immagino che dovessero esserlo anche i suoi vestiti. È stato divertente vestirla?

Tutto in lei era divertente! Potrebbe raccogliere qualcosa dal pavimento e funzionerebbe. Questo è stato un buon esempio di quando devi andare con il personaggio perché se provassi a interpretarla in tutti i Gucci di fascia alta, o in Versace super eleganti, non funzionerebbe davvero. Invece, davamo un'occhiata, e qualcosa da qualcos'altro, e qualcosa dal pavimento, e qualcosa dall'armadio di qualcun altro. Nessuna delle sue cose aveva senso, ma aveva senso per lei .

Avevo delle favolose scarpe con plateau Gucci con bottoni giganti. C'è una scena in cui Peik Lin è in pigiama e sta salendo le scale di casa e riesce a malapena a salire le scale, perché le scarpe sono così goffe. Ma lei lo fa funzionare. Il suo personaggio ha scelto queste scarpe perché sembravano favolose, non perché potesse camminarci sopra.

La cugina di Nick, Astrid Young [interpretata da Gemma Chan] era un'altra star dello stile nel film. Parlami del suo guardaroba.

Sei lì per aiutare gli attori a creare qualsiasi personaggio stiano creando. Se non rispondono a qualcosa che pensi sia fantastico, allora non lo è. C'era una scena con Gemma a una festa epica a casa della nonna. Non era il suo ingresso, ma non aveva molte scene, quindi ogni scena che aveva era davvero importante e volevamo affermarla come un'icona della moda.

Avevo dei bei vestiti che Ralph Russo ci ha prestato molto generosamente. Erano stupendi e anche il regista ne era entusiasta. Li ho mostrati a Gemma e per quella scena in particolare quella in cui scopre che suo marito la tradisce ha detto, voglio essere davvero vulnerabile e non voglio indossare niente di troppo favoloso .

All'inizio sono rimasto deluso. Ho detto, sei sicuro? Ma quando ci ho pensato, sì, ovviamente ha più senso per questa scena. Riguarda la sua vulnerabilità, non un vestito. Avevo un elegante abito grigio Ralph Lauren degli anni '30. Era molto semplice, eppure ha funzionato. L'hai guardata in faccia e nella sua espressione. Non eri distratto da farfalle tridimensionali o da qualcosa di selvaggio sul vestito.

Quante volte gli attori pesano in quel modo?

Il giorno in cui abbiamo girato il matrimonio, il dispettoso playboy Bernard [interpretato da Jimmy O. Yang] era uno dei testimoni dello sposo e avrebbe dovuto indossare uno smoking nero. Ma si presenta con una giacca ricamata oro e nera che avevo fatto per un'altra scena. Ero tipo, dovresti essere vestito come tutti gli altri. E Jimmy ha detto, non credo che Bernard non lo farebbe. Bernard non avrebbe indossato quello che indossavano tutti gli altri. Ha finito per indossarlo e ha funzionato, perché il suo personaggio avrebbe fatto qualcosa del genere. Quanto puoi essere scortese?

PS L'errore che ho fatto a Crazy Rich Asians, e un Q&A con la costumista di Girls.