Seleccionar página

Forse ricorderete la meravigliosa Stella Blackmon dei suoi tre anni alla Cup of Jo, ha scattato foto e scritto di cose come panini gelato, mangiare fuori da sola, allontanarsi da casa e un segreto per un matrimonio felice. Ha poi lavorato come photo editor per il New York Magazine e ora divide il suo tempo tra Brooklyn e il Missouri, dove scrive e dirige cortometraggi. E voi ragazzi, quei film sono esilaranti, toccanti e BELLI. Sono entusiasta di condividere la sua nuova gemma di sette minuti, sul tentativo di essere all'altezza del tuo personaggio sui social media

Che meraviglia? Se sei curioso, ecco alcuni dietro le quinte di Stella:

ISPIRAZIONE

L'estate scorsa, mia cugina adolescente Goldie ed io abbiamo fatto piccole dichiarazioni sui social media su ciò che stavamo facendo delle nostre vite (ha pubblicato un video su YouTube intitolato How I Got My First Job il giorno prima che scoprisse di non aver ottenuto la posizione, e ho scritto su Instagram di dedicarmi al cinema per ore prima di corrompere accidentalmente tutti i miei filmati da 12 ore di riprese). Abbiamo riso di quanto fosse selvaggio cercare di tenere il passo con la versione online di te stesso, anche se spesso eravamo il nostro spettatore più fedele (e unico).

Questo è stato il catalizzatore dell'idea del film, ma all'inizio dell'inverno Goldie ha realizzato un vlog su YouTube su un giorno della sua vita e includeva esercizi di nuoto e un tutorial sulla cura della pelle in cui il suo telefono era attaccato allo specchio. Probabilmente ho visto quel video 20 volte perché sono rimasto colpito da come Goldie stesse documentando la vita adolescenziale nel Midwest. Abbiamo una differenza di età di 15 anni, ma i suoi video erano così riconoscibili. Inoltre, le immagini di lei durante gli allenamenti di nuoto mi hanno ricordato una delle mie serie di foto preferite di Rineke Dijkstra.

LAVORARE CON GOLDIE

Fare un cortometraggio con Goldie è stato il momento clou della mia estate. Ci siamo divertiti così tanto a fare brainstorming su cose che avevamo in comune che potrebbero funzionare per la storia, come il modo in cui aggiungiamo cose ai nostri carrelli della spesa online quando pensiamo di poter trovare un lavoro (o il dolore di rimuoverle quando le cose non funzionano), metti Wite-Out sulle nostre scarpe o scatta foto di noi stessi dopo aver pianto solo per vedere che aspetto abbiamo. Inoltre, le nostre pause consistevano nel guardare TikToks e guidare fino ad Arbys per ottenere patatine fritte.

HDMI

Hai usato di recente un cavo HDMI? È ciò che usi per collegare la TV allo stereo o al lettore DVD. Quando stavo lavorando con il mio amico Mason al nostro cortometraggio Ghost in the Graveyard, usava la frase HDMI per descrivere un momento in cui stai lavorando con qualcuno e voi due siete così connessi che non dovete nemmeno parlare come voi già sapere cosa sta pensando quella persona.

Goldie e io abbiamo iniziato a usare questa frase durante le riprese perché avrei avuto un'idea o un montaggio mentre stavamo registrando, e Goldie avrebbe iniziato a farlo prima ancora che avessi comunicato il pensiero. Grideremmo, HDMI!!!! Goldie mi ha scritto un biglietto di auguri un paio di settimane fa e l'ha firmato, HDMI, Goldie.

MUSICA

Quando ho iniziato a girare, avevo una lista di canzoni che immaginavo sotto licenza. Ma mi sono reso conto abbastanza rapidamente che per realizzare questi cortometraggi con il mio budget non era possibile. La maggior parte delle canzoni costa da $ 1.500 a $ 2.000 dollari per i diritti per i festival sociali e cinematografici. Poi un sudato pomeriggio estivo, mia zia Rosie mi ha suggerito di parlare con mia cugina Mabel. Ho incaricato Mabel, 17 anni, e ha finito per trasformare il progetto. Le mandavo dei video clip e nel giro di poche ore mi rispondeva con un memo vocale che superava tutto quello che potevo immaginare. Sua madre era il suo accompagnamento al pianoforte! Ho finito per usare la maggior parte delle loro demo originali perché mi sono affezionato così tanto ai momenti autentici che hanno catturato nelle registrazioni, alla pagina della musica che veniva girata o al suo fratellino di tre anni Sonny che parlava in sottofondo.

POSIZIONI

Abbiamo trovato EMOZIONANTE girare intorno alla nostra città natale nel Missouri, anche presso la piscina dove Goldie si allena e la piscina dove ha sostenuto il suo primo test di bagnino. Siamo stati in grado di negoziare un'ora di riprese in ogni luogo, quindi dovevamo muoverci rapidamente, ma avremmo avuto momenti in cui avremmo capito dove eravamo e ci siamo sentiti come se stessimo giocando a Barbie con le nostre vite reali.

REGISTI

Guardare altri registi comunicare le loro visioni mi fa venire voglia di continuare a lavorare, lavorare, lavorare. Quando ho visto The Rider di Chlo Zhao un paio di anni fa, mi sono sentito come se il mondo avesse smesso di girare. La storia segue una stella nascente del rodeo del South Dakota che subisce danni cerebrali a causa di un incidente di rodeo. Zhao ha realizzato il film con una troupe di cinque persone e ha scelto persone reali della zona, piuttosto che attori. C'era così tanta tenerezza e potere catturati attraverso i momenti tranquilli della vita rurale quotidiana che non riesci a vedere spesso nei film.

Sono anche completamente innamorato di Joanna Hogg, che ha fatto The Souvenir e The Souvenir Part II, che sono appena usciti. Il suo ritmo e il suo punto di vista sono magici. E, naturalmente, le regine Greta Gerwig e Sofia Coppola. La mia lista potrebbe continuare all'infinito, ma mi sento fortunato ad essere uno spettatore di queste opere d'arte.

SPERANZE E SOGNI

Il mio sogno più grande è scrivere e dirigere un lungometraggio. La creazione di questi strani cortometraggi mi fa venire voglia di spazio e tempo per raccontare storie di piccole città americane su scala più ampia. Sto lavorando a una sceneggiatura più lunga e la mia speranza è di continuare a fare cortometraggi per divertimento nel frattempo. Ho così tanto da imparare, ma sembra il momento più eccitante essere in quella fase in cui sembra niente e tuttavia tutto è possibile.

Grazie mille, Stella! Guarda i suoi altri due cortometraggi qui e qui. Noi ti amiamo così tanto.

PS La settimana degli abiti di Stellas e il tour dell'appartamento di 175 piedi quadrati di Stellas.