Seleccionar página

Buon mese dell'orgoglio! Il 2021 è stato un anno record per la legislazione anti-trans e sosteniamo i nostri amici e lettori transgender. Questo mese, sono stato entusiasta di intervistare tre fantastici ragazzi transgender. Di seguito condividono i loro hobby preferiti, come sono passati a scuola e i consigli che darebbero agli altri bambini


Violet, lei/lei, 13 anni

Puoi parlarmi di te?
Ho 13 anni. Ho quasi 14 anni. Sono in terza media.

Quando sei passato a scuola?
Fine della seconda elementare, inizio della terza. Ma facevo parte del gruppo delle ragazze da quando ero all'asilo. Tutti sapevano che non ero un ragazzo. Quindi, non è stato uno shock quando sono passato. Erano tutti così giovani, erano tipo, questo è fantastico. Questo è strano è successo dopo.

E poi che è successo?
In quinta, sesta, settima elementare, la gente diceva, sei ancora un ragazzo, sai di essere ancora un ragazzo. Ho avuto esperienze in cui le persone mi hanno chiamato insulti. Ma erano solo un paio di persone. Tutti i miei amici erano di supporto. E molte persone che non erano mie amiche mi hanno supportato. Ci saranno sempre bambini che non capiscono o non capiscono, e fa schifo, ma devi solo affrontarlo.

Sto per iniziare il liceo. Mi sto trasferendo in un'altra scuola, quindi ho la possibilità di ricominciare da capo ed essere anonimo. Sarà davvero un bene per me. Voglio avere la possibilità di vivere un'esperienza scolastica regolare, non necessariamente basata su chi ero. I ragazzi della mia scuola in questo momento mi conoscono dall'asilo, quindi sanno tutto. Voglio avere il controllo su chi dico e come ciò accada.

Come hai scelto il nome Violet?
Mia madre mi ha dato una lista di nomi e ha detto, scegline uno. Mi è sempre piaciuto il nome Violet perché diceva che era così che mi avrebbe chiamato se fossi nata femmina. Pensavo che il nome fosse bello e diverso.

Che cosa hanno fatto o detto i tuoi genitori, fratelli o altre persone che è stato utile?
Anche prima di fare coming out, ho avuto la sensazione che, qualunque cosa fosse successo, sarei stato amato incondizionatamente dai miei genitori e fratelli. Ho un fratello gemello nella mia stessa scuola e mi difende sempre. Dice che se qualcuno dice qualcosa, può parlargliene. È la mia roccia. Il mio fratellino è cresciuto con me solo come Violet, quindi gli sembra normale, cosa che apprezzo.

Cosa vorresti che la gente sapesse dell'essere trans?
La cosa principale è che non è una scelta. È una scelta fare coming out , ma essere trans non è una scelta. Non è stato come un giorno in cui mi sono svegliata e ho sentito il modo in cui soffiava il vento e volevo essere una ragazza. HO SEMPRE saputo di non essere un ragazzo. Non era che volevo essere una ragazza; ERO una ragazza. Dovevo solo metterlo in parole e spiegarlo.

Com'era quando eri molto giovane?
Non capivo molto il concetto di genere, ma circa quattro anni prima che uscissi, il primo giorno del pre-K, mia madre mi lasciò scegliere cosa indossare. Indossavo sempre il rosa e mi esprimevo. Più tardi, alla mia scuola elementare, dovevi fare il nuoto obbligatorio, e un giorno negli spogliatoi alcuni ragazzi si comportavano male. Ero così consapevole del corpo che mi sarei cambiato in platea, quindi non ne facevo parte. Poi è entrato l'insegnante di nuoto e ha iniziato a urlare contro di loro. E più tardi il nostro insegnante ha detto, possono tutti i ragazzi restare indietro? Tutte le ragazze possono andare in cortile. E io ero tipo, beh, non sono un ragazzo, quindi perché sono anche qui? Era frustrante.

Ci sono cose che le persone dicono o fanno che non sono utili?
La gente pensa che sia giusto chiedere, hai un pene? prima ancora che mi conoscano! È altamente inappropriato ed è anche una domanda strana. Non puoi avvicinarti alle persone prima di conoscere il loro nome e dire, ehi, cosa c'è nei tuoi pantaloni ? È sempre scomodo per me. Ma non mi piace nemmeno quando le persone cercano di essere eccessivamente di supporto o di assicurarsi che io sia totalmente d'accordo con tutto. Quando le persone ne parlano, anche se è positivo, mi imbarazzo o arrossisco. Quindi, penso che ci sia un equilibrio tra il rispetto con i pronomi delle persone e la privacy e il non essere tipo, come ti senti al riguardo? Posso chiamarti così? Queste sono ottime domande da porre, ma a volte cerco di essere solo una persona.

Qualcosa che ti ha sorpreso?
Anche se ti aspetti che alcune cose accadano, sei comunque colto alla sprovvista. Ad esempio, mentre stavo andando nel bagno delle ragazze, ho sentito qualcuno dire: Perché sta andando in quel bagno? È un tale pervertito. Ero tipo, va bene, questa roba è destinata ad accadere, ma è comunque uno shock quando qualcuno dice qualcosa di offensivo o maleducato.

Cosa diresti a un bambino più piccolo che è transgender?
Anche se alcune persone non lo capiscono, alla fine della giornata, andrà tutto bene. Tutto quello che senti è del tutto normale. Non permettere a nessuno di dirti che non è così. Vivi la tua vita. Tutti si preoccupano di ciò che gli altri pensano di loro, ma una volta che smetti di preoccuparti così tanto, la tua vita si apre. Questo è davvero potente secondo me.

Inoltre, trova una comunità, se puoi. Per molti anni, sono andato in un campo per dormire, che ha tutti i bambini trans. È stata un'esperienza davvero straordinaria. Mi ha dato la possibilità di entrare in contatto con persone che hanno vissuto cose simili e di sapere che potrò divertirmi e vivere un'esperienza normale da bambino e ho una profonda connessione con tutti lì. Mi sento al sicuro lì. Essere trans lì è normale. Non sono il solo. È davvero fantastico.


Zack, lui/lei, 9 anni

Che hobby hai in questi giorni?
Mi piace molto l'arrampicata su roccia. Mi piace la pittura. A volte preparo la cena per la mia famiglia e preparo sempre un dolce.

Ooh, come cosa?
Prendo un biscotto e poi aggiungo molto cioccolato. Una volta ho fatto una Torre Eiffel di cioccolato. Ho preso un biscotto e ci ho messo sopra uno strato di Nutella e banana e un altro strato di Nutella e alcuni York Peppermint Patty Mini e un altro strato di Nutella e gocce di cioccolato sopra.

Qual'è il tuo animale preferito?
Mi piacciono i serpenti e le tarantole. Non ho visto una tarantola ma voglio.

Cosa vuoi essere da grande?
A scuola, abbiamo la domanda del giorno e il mio insegnante ha appena fatto quella domanda! E ho detto o un inventore di cibo, uno scalatore o un DJ.

Ti ricordi quando hai capito che eri un ragazzo?
Mi sono reso conto di essere un ragazzo una notte prima di andare a letto, e mi è venuto in mente. Ho urlato che ero un ragazzo. Mia madre e mia sorella erano nella stanza. La mia amica era in bagno a lavarsi i denti. Non so dove fosse papà.

Come ci si sente a urlarlo?
Bene.

Qual è la cosa migliore dell'essere visto da ragazzo?
Quando le persone parlano con me o di me, non dicono lei o ragazza.

Come hai scelto il nome Zack?
All'inizio sarebbe stato Jacob perché abbiamo letto questo libro, The Pants Project. Riguarda questa ragazza ed è andata in una nuova scuola dove avevano un'uniforme e doveva indossare una gonna tutto il tempo e non le piaceva per niente e c'era un ragazzo di nome Jacob che aveva una malattia che gli rendeva le gambe a volte no lavoro e così poi lui e la ragazza sono diventati amici e lei ha detto a Jacob che era trans ed è andata a scuola con la sua amica e poi hanno fatto una petizione e tutti i ragazzi indossavano gonne a scuola e lei indossava l'uniforme maschile. Non so perché ho scelto Zack, mi è venuto in mente.

Quando sei passato a scuola?
Terzo grado. A tutti stava bene. C'è un insegnante che non lo capisce davvero, però. Dice che ci prova ma in realtà non lo fa. Ho appena fatto lezione e lei mi ha chiamato e ha detto, Ha tenuto la mano alzata per molto tempo, e ho cercato di dirle che ero un ragazzo, e lei ha detto, Shhhh .

Che cosa hanno fatto o detto i tuoi genitori, tua sorella o altre persone?
Mia madre ha detto che avrebbe inviato un'e-mail all'insegnante al riguardo, il che è utile.

Cosa vorresti che la gente sapesse dell'essere trans?
Alcune persone pensano che ci sia qualcosa che non va in te e pensano che sia solo una fase, ma l'unica persona che può decidere che sei tu.

Cosa diresti a un bambino più piccolo che si sta rendendo conto di essere trans?
Se qualcuno ti dice che è solo una fase, non ascoltarlo. Non è una loro scelta. Non ascoltare le persone che ti dicono che sei diverso o strano. Beh, se te lo dicono, prendilo come un complimento.


Aya, lei/lei, 9 anni

Parlami di te!
Io faccio Rainbow Loom posso realizzare bracciali e girocolli con elastici. E vado molto in bicicletta. Mi piace giocare a Minecraft e giocare a Dungeons & Dragons.

Quali sono i tuoi cibi preferiti?
Oreo ma non il tipo al cioccolato, il tipo alla vaniglia. Patatine fritte, involtini di cannella e pasta.

Ci sono cibi che davvero non ti piacciono?
Cioccolato, cioccolato, cioccolato, cioccolato, cioccolato, cioccolato e penso cioccolato. Stavamo facendo qualcosa nel cortile, una festa, e qualcuno ha portato dei croissant e ho chiesto, è un croissant al cioccolato, e lei ha detto, non credo, e l'ho mangiato e c'era una parte di cioccolato dentro.

Ti ricordi quando hai capito che eri una ragazza?
L'ho sempre saputo perché prima di dirlo a mamma e papà indossavo sempre dei vestiti. Per Halloween, mi sono vestita da Elsa di Frozen. Un'altra volta, ci siamo travestiti da streghe e c'erano diversi costumi per i ragazzi, e papà ovviamente ha preso quello da ragazzo, ma io volevo quello che aveva mia sorella Emmie.

Come l'hai detto ai tuoi genitori?
C'è stata una notte in cui mia sorella diceva: Quindi mamma è una ragazza, io sono una ragazza, papà è un ragazzo e tu sei un ragazzo. Ma ho subito pensato, no, no, sono una ragazza. E quella era la prima volta, ma c'è stata un'altra volta. Stavamo tornando dalla scuola della mamma, e lei mi parlava delle diverse parole come transgender e di tutte le diverse parole e quando ha descritto il transgender, ero tipo, sono io . Avevo cinque anni.

Come hai scelto il nome Aya?
Il nome del papà di mamma iniziava con una A, quindi doveva avere una A. Annabel mi piaceva davvero, ma a mamma e papà non piaceva. Papà ha suggerito Aya. Ora mi piace di più Aya. Ma chiamo le cose Annabel. Ho una soffocante di nome Annabel. E sto facendo un diario di narrativa storica e il personaggio principale è Annabel.

Come sei passato a scuola?
È iniziato quando avevo cinque anni, ma sono passato a scuola in seconda elementare. Ci sono voluti anni. In seconda elementare, ho iniziato a indossare abiti. Alla fine della seconda elementare, ho iniziato a usare i loro pronomi. In terza elementare, ho iniziato a usare i suoi pronomi. In quarta elementare, ho cambiato il mio nome in Aya.

Com'erano quei passaggi?
Tutti stavano accettando. Non c'erano cose cattive, come dire, no, è sbagliato . C'è stata solo questa volta che ricordo che stavo giocando con un ragazzo a scuola. E si identificava come un ragazzo, ma indossava i cosiddetti vestiti da ragazza. C'era un altro ragazzo che diceva, perché voi ragazzi indossate abiti da ragazza? Ho appena detto, cosa sono i vestiti da ragazza? anche se sapevo di cosa stava parlando. Era tipo, ecco cosa indossi. E io ero tipo, cosa indosso?

Inoltre, l'ho detto a Maria, la mia insegnante, durante la seconda elementare. Quel primo giorno in cui ho iniziato a indossare abiti, volevamo farlo lunedì. Ma quel lunedì era il pesce d'aprile e la mamma diceva che la gente poteva pensare che fosse uno scherzo del pesce d'aprile. Ma è stato fantastico, nessuno pensava che fosse uno scherzo di pesce d'aprile. La mia insegnante Maria ha anche letto un libro che ho portato chiamato I Am Jazz.

Perché hai scelto quel libro?
Parla di una ragazza transgender e ho pensato che avrebbe aiutato tutti a sapere cosa significa.

Ci sono altri libri o programmi TV che ti piacciono con personaggi transgender?
Gli altri libri illustrati che mi piacciono sono Born Ready, Presentazione di Teddy, Bunnybear, Julian è una sirena, Quando Aidan divenne fratello, Nessuno dei due, 10.000 abiti e Pink is for Boys. Mi piace molto anche il libro dei capitoli George. Mi piace anche il programma televisivo I Am Jazz. Inoltre, fatto divertente: quando stavamo guardando un episodio di Mo Willems sul disegno, ci ha detto che suo figlio è transgender quello di Knuffle Bunny. Trixie ora è Trix!

Cosa hanno fatto i tuoi genitori o altre persone di utile?
Sono stati davvero di supporto. Mia madre ha detto a tutti i nostri parenti che Aya è transgender e ha cambiato i suoi pronomi e bla bla bla bla bla. E poi ogni volta che andavamo a giocare con uno dei miei amici che non lo sapeva, la mamma sussurrava: vuoi dirglielo o vuoi che lo faccia io? E io ero sempre tipo, puoi? Ognuno ha sempre molte domande. E poi giocavo con loro e non c'era tipo, Soooo perché lo stai facendo? Perché indossi un vestito?

Cosa diresti a un bambino più piccolo che si sta rendendo conto di essere trans?
Non lasciare che nessuno ti convinca che non dovresti essere transgender. Prima di dirlo a mamma e papà, mi sentivo sempre sbagliato. Indossare roba da ragazzo e uscire da ragazzo sembrava sbagliato.

Cosa vorresti che più persone sapessero sull'essere transgender?
Voglio che tutti si rendano conto che non è diverso da nessun altro. Voglio dire, è diverso e speciale, ma sei uguale a tutti gli altri. Sono una ragazza. Nessun problema.


Grazie, Violet, Zack e Aya! Leggi di più sui giovani LGBTQ al Trevor Project .

PS Un transgender sostiene l'uniforme di bellezza e una casa colorata a Seattle è tutta una questione di accettazione.