Seleccionar página

Ho perso il conto di quante volte ho fatto khichdi in quarantena, ha postato Priya Krishna su Instagram a metà aprile, e poco dopo potremmo dire lo stesso a casa nostra. Il piatto di riso e fagioli mung vegetariano e adatto alla dispensa è diventato così universalmente amato che era chiaro che dovevamo prendere una copia del libro di cucina degli scrittori del New York Times e Bon Apptit , in stile indiano

È il mio genere preferito di libro di cucina, il tipo in cui le ricette sono così intrecciate con la cucina di famiglia degli autori che è impossibile resistere a prendere una sedia proprio accanto a loro, ordinare spezie (come l'asafetida) e guidare verso i mercati di alcune città per procurarsi gli ingredienti potresti non trovare nel tuo negozio di alimentari locale (come paneer). Krishna è cresciuta a Dallas e la parola Indian-ish descrive la cucina di sua madre, ovvero il 60 percento indiano tradizionale, il 40 percento indiano più qualcos'altro, per lo più vegetariano così come la sua identità, parte di due mondi ma mai completamente parte di uno. Il libro stesso è effettivamente una lettera d'amore a sua madre, Ritu, una mamma lavoratrice a tempo pieno che è cresciuta in India, si è trasferita in America, ha viaggiato per il mondo come programmatrice di software per le compagnie aeree e ha riportato tutto ciò che ha imparato al repertorio delle cene di famiglia . Nonostante l'attuale pedigree culinario di Krishna, puoi dire che nessuna di queste ricette è stata inventata in uno studio o in una cucina di prova. I piatti di questo libro sono costruiti appositamente per essere un punto di ingresso accessibile nella cucina indiana, scrive. Principalmente perché mia madre è impegnata e non ha il tempo di stare ai fornelli tutto il giorno. Li amo soprattutto perché sono piatti di tutti i giorni, orientati alle cucine di lavoro di tutti i giorni

come il mio! Mi sono tuffato subito dentro e sono immediatamente atterrato sul suo Matar Paneer, che Krishna descrive come l'ultimo piatto da festa. Tradizionalmente il paneer dal sapore delicato viene fritto, ma da sua madre Krishna ha imparato che è molto più equilibrato quando il formaggio cuoce a fuoco lento nella salsa di pomodoro. A proposito di quella salsa: GUARDA IL COLORE quando fai girare i pomodori speziati in un frullatore con burro chiarificato (o olio d'oliva) diventa l'arancia più splendente. E ho usato i vecchi pomodori Roma normali del supermercato, niente cimelio o alta stagione. (Krishna dice che anche in pieno inverno, è meglio usare i pomodori freschi che quelli in scatola.) Avanti: Farina di ceci, fagiolini, Pesarattu (frittelle di lenticchie), poi Priyas Dal perché sembra così facile (consiglia di farlo in un Instant Pot) e perché, come scrive lei, mangiarlo con il riso mi porta il livello più profondo di gioia.

Matar Paneer
Non appena tagliate a cubetti il ​​paneer, mettetelo in acqua tiepida fino a quando non siete pronti per cuocerlo, questo farà in modo che non si asciughi. Assicurati solo di scolarlo prima di aggiungerlo alla padella. Inoltre, il burro chiarificato è disponibile nella maggior parte dei supermercati, ma per prepararlo da solo: sciogli un panetto di burro a fuoco medio-basso in una casseruola media, spegni il fuoco, rimuovi la roba bianca dalla parte superiore e rimarrai con il burro chiarificato puro . Servire con riso o roti. (Per 4 persone)

tazza + 2 cucchiai di burro chiarificato o olio d'oliva, divisi
4 baccelli di cardamomo verde o 1 cucchiaino di cardamomo macinato (meglio macinato fresco)
2 cucchiai di semi di coriandolo
1 cipolla gialla piccola, tritata grossolanamente
1 cucchiaio di zenzero fresco tritato grossolanamente
1 peperoncino verde indiano o peperoncino serrano piccolo, tagliato a metà nel senso della lunghezza e privato del gambo
7 pomodori Roma medi, tagliati grossolanamente
1 cucchiaino di semi di cumino
2 foglie di alloro
cucchiaino di curcuma macinata
cucchiaino di assafetida (facoltativo, ma davvero ottimo)
1 cucchiaino di sale kosher, più altro se necessario
8 once di paneer, tagliato a cubetti da 1 pollice (1 tazza; vedi nota)
1 tazza di piselli dolci sgusciati freschi o surgelati
tazza di coriandolo fresco tritato (steli e foglie), per guarnire

In una padella ampia a fuoco medio, scalda una tazza di burro chiarificato. Aggiungere il cardamomo e il coriandolo e cuocere, mescolando, per circa 1 minuto, finché non saranno leggermente dorati. Unire la cipolla, lo zenzero e il peperoncino e cuocere fino a quando la cipolla diventa traslucida, da 5 a 6 minuti. Alzare la fiamma al massimo, aggiungere i pomodori e cuocere, mescolando, finché i pomodori non saranno appassiti, da 5 a 6 minuti in più. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

Trasferire il composto di pomodoro raffreddato in un frullatore e frullare in una salsa grossolana dovrebbe assomigliare alle pappe. Se il composto non è ben amalgamato, aggiungere qualche goccia d'acqua per farlo andare. Metti da parte la salsa.

Nella stessa padella a fuoco medio-alto, scaldare i restanti 2 cucchiai di ghee. Aggiungere i semi di cumino e cuocere fino a quando non diventano di una sfumatura media di marrone, circa 1 minuto al massimo. Abbassare la fiamma e aggiungere le foglie di alloro, la curcuma e l'asafetida (se utilizzata). Versare la salsa nella padella, aggiungere il sale e mescolare bene. Aggiungere il paneer, i piselli e 1 tazza di acqua, coprire e cuocere per 10 minuti, o fino a quando i piselli non si saranno riscaldati e si saranno ben amalgamati con il paneer e servire la salsa. Assaggiate e regolate di sale, se necessario. Guarnire con il coriandolo.

PS Un hamburger vegetariano per tutta la famiglia e il miglior masala chai.