Seleccionar página

L'illustratrice Hallie Bateman non è sicura di cambiare nome quando si sposa, ma poi? E come si chiameranno i suoi figli? Qui parla a sette coppie delle diverse scelte che hanno fatto


Quando io e Jack abbiamo iniziato a frequentarci, rilasciavo commenti occasionali sul fatto che avessimo figli insieme, fingendo di essere totalmente rilassati mentre ci pensavamo segretamente tutto il tempo.

Un paio di anni dopo, abbiamo iniziato a parlarne con più conforto e serietà. Era eccitante immaginare di avere una famiglia, ma continuavamo a rimanere bloccati da una domanda particolare: quale sarebbe il cognome dei nostri figli? Era, e continua ad essere, una domanda difficile. Anche se dare ai nostri figli il cognome Jacks sarebbe la strada più semplice per quanto riguarda la società, non mi sento a mio agio.

L'onere di nominare grava ingiustamente sulle donne, afferma Elizabeth Aura McClintock in Psychology Today. Inoltre, il desiderio delle donne di trasmettere il proprio nome ai propri figli è spesso criticato come egoistico e segno di scarso impegno nei confronti del proprio coniuge, mentre lo stesso desiderio negli uomini è previsto e accettato.

Io sento questo. Nelle mie conversazioni con Jack, un uomo amorevole e progressista, mi sembra ancora di dover decidere quanto chiedere per rompere una tradizione millenaria di denominazione patrilineare nei paesi di lingua inglese.

Ha avuto origine in Inghilterra nel Medioevo con la legge della copertura, che essenzialmente faceva della moglie e dei figli di un uomo la sua proprietà. La copertura terminò nel 1800 quando le donne ottennero i diritti, ma la maggior parte delle famiglie statunitensi abbraccia ancora la tradizione della denominazione patrilineare.

Curioso di sapere altri modi per fare le cose, ho contattato sette coppie che sono andate in direzioni diverse:

Fai un patto.
Devo scegliere il nome di mio figlio poiché stava ottenendo il cognome dei miei partner, dice Lucy, una fumettista con sede a Chicago. Eravamo d'accordo che se avessimo avuto una ragazza, il suo secondo nome sarebbe stato il mio secondo nome, Louise; e se avessimo un maschio, il suo secondo nome sarebbe il secondo nome di John, Karl. Ma quando abbiamo scoperto che avremmo avuto un maschio, a mio marito non è piaciuto che due terzi del nome dei nostri figli provenissero da lui. Quindi, John ha avuto l'idea che avrei avuto la parte del leone nella scelta del nome che John avrebbe ancora avuto input, ovviamente, ma sarei stato il capobanda.

Sillabare.
Abbiamo due cognomi, prima i padri e poi le madri, dice Rebeca, che vive in Costa Rica. Avere due cognomi non complica le cose nel nostro paese perché li conservi per tutta la vita.

Cognomi alternativi.
Rachel, un'australiana con genitori femministi, aveva un cognome diverso dai suoi fratelli. Resta con me qui: a ciascuno è stato assegnato il cognome di entrambi i genitori, ma l'ordine è stato scambiato. Rachel ha avuto prima il nome di suo padre, poi sua madre. Per i suoi fratelli, è stato invertito. Rachel dice che hanno incontrato qualche perplessità a scuola, ma l'hanno superata. Se non altro, mi ha reso orgogliosa di essere la figlia dei miei genitori e mi ha insegnato a non preoccuparmi delle reazioni degli altri, dice. Posso attingere all'esperienza ogni volta che mi sorprendo a preoccuparmi di ciò che pensano gli altri.

Combina i tuoi nomi in uno nuovo.
Quando io e mio marito Tanner ci sposavamo, dice Jaime Greenring, uno scrittore di Brooklyn, volevo mantenere il mio cognome, ma Tanner voleva che avessimo lo stesso cognome, per il bene di possibili futuri figli. Io ero Green, lui era Ringerud Greenring era l'unica combinazione possibile. Quindi, come è andata? Le nostre famiglie erano molto tranquille. Forse un po' di eh, interessante! ma nessun contraccolpo.

Adotta il nome di un personaggio letterario preferito.
Ofra e Aryeh Amihay hanno preso in considerazione l'idea di mantenere i loro nomi, o di sillabare, ma alla fine hanno deciso di prendere ciascuno il nome di un poeta che entrambi amavano. Quando ci siamo incontrati per la prima volta, stavamo partecipando a un evento a Gerusalemme per commemorare Yehuda Amichai, un poeta che entrambi ammiriamo, dice, ho cantato le sue canzoni e Aryeh ha letto una delle sue poesie. Più tardi, quando stavamo scegliendo un nuovo cognome per noi stessi, abbiamo subito capito che sarebbe stato quello. Siamo andati con l'ortografia inglese diversa, ma in ebraico il nome è lo stesso. Questa soluzione ha funzionato bene per loro. Si tratta di rendersi conto che diventare una coppia significa iniziare qualcosa di nuovo, dice Ofra.

Prendi il nome di tua moglie.
Quando Kit e Andrew Parker a Spokane, Washington, decisero di sposarsi, Andrew insistette che volesse prendere il nome di Kits. Devi essere il cambiamento che vuoi vedere, dice Andrew. Inevitabilmente, i nostri ragazzi si renderanno conto che molte donne americane prendono il cognome del marito, ma sapranno anche che esistono alternative alle norme e alle aspettative sociali.

Alla fine, non abbiamo rimpianti, dice Kit. Molte volte, porta a conversazioni davvero buone. A volte le conversazioni non sono buone, ma anche quelle sono importanti. È la nostra piccola ribellione, qualcosa di cui eravamo orgogliosi e collegati.

Scegli il nome che suona meglio.
Stranamente, abbiamo parlato del cognome del nostro bambino molto più di quanto abbiamo parlato del suo nome, dice Wynn Rankin James, che vive con suo marito Ryan in California con il figlio Benjamin. Eravamo entrambi contrari alla sillabazione sin dall'inizio. Per noi, sembrava che stessimo trasmettendo la nostra indecisione a nostro figlio per capirlo. Ma volevo avere lo stesso nome di mio figlio e che la famiglia avesse lo stesso nome. Per me, era strano che un padre e il bambino avessero lo stesso cognome e l'altro ragazzo avesse il proprio nome. Alla fine, siamo atterrati sul cognome di Ryan, James, come cognome per la famiglia, più o meno solo perché Wynn James suona abbastanza bene e Ryan Rankin suona come un meteorologo. Oh, e Ben James! Nome buono e robusto proprio lì.

Ciò che mi ispira di tutte queste coppie è la loro volontà di creare un'identità significativa per le loro nuove famiglie. Quando i loro figli saranno abbastanza grandi, impareranno l'origine del loro nome e come e perché ogni genitore ha voce in capitolo. Jack e io non siamo ancora sicuri di cosa fare bene, ma siamo d'accordo che è una decisione che appartiene a entrambi allo stesso modo.


Hallie Bateman è un'illustratrice e scrittrice con sede a Los Angeles il cui lavoro è apparso sul New Yorker, sul New York Times Magazine, su BuzzFeed, sull'Awl e altrove. Il suo secondo libro, Cosa fare quando sono andato, è uscito lo scorso aprile.

Sono così curioso di sentire anche i nomi di altre persone. Hai deciso di cambiare il tuo? L'hai tenuto? E i tuoi figli? baci baci

PS Il cognome dei nostri figli è lunghissimo e un segreto per un matrimonio felice.