Seleccionar página

Dopo il lavoro e nei fine settimana, porto spesso i nostri ragazzi in avventure di quartiere al parco giochi, alla giostra, in libreria, in gastronomia a prendere i ghiaccioli. Ma anche se queste uscite sono divertenti, l'ho trovato

in viaggio, li chiamo costantemente dietro: sbrigati, tesoro! Andiamo! Continua a camminare! Dai, tesoro, seguimi!

Una sera recente, mi sono persino sfidato a non dire loro alcuna istruzione per il minuto successivo. E mi ha fatto capire quanto spesso facevo 60 secondi fosse difficile da superare! La cosa divertente è che di solito non erano nemmeno di fretta. Da adulto, mi muovo a un ritmo più veloce di loro, e non sono nemmeno bravo, generalmente, a rilassarmi, anche nel mio tempo libero. Quindi, quando Anton si ferma per esaminare il pedale di una bicicletta o vede una formica per terra o Toby cammina lentamente e sognante lungo l'isolato, istintivamente dico loro di andare e venire .

L'altro giorno, ho letto un articolo del Boston Globe sulla genitorialità lenta e mi ha davvero colpito:

Incoraggio i genitori a prendersi del tempo per guardare i propri figli, sia che giochino, facciano i compiti o stiano mangiando uno spuntino, dice [John Duffy, psicologo clinico e autore di The Available Parent]. Prenditi un momento per berli. Ricorda e ricorda a te stesso quanto sono straordinari i tuoi figli. Quella pausa da sola, anche se momentanea, può guidare un cambiamento nel ritmo

Non ci impegniamo inutilmente. Mio marito ed io trascorriamo molto tempo a casa. I miei figli scavano nella terra e vanno in bicicletta, soffiamo bolle e andiamo in spiaggia, dice [Lindsay Miller, madre di tre ragazzi, di 2, 4 e 7 anni]

In questi giorni in cui tutti sono così impegnati, dobbiamo essere intenzionati a dare spazio al tempo in famiglia Il tempo in famiglia, dice Contey [cofondatore di Slow Family Living] è diverso per tutti noi. Si potrebbe dire che eravamo tutti qui giovedì mattina, quindi facciamo una piacevole colazione a base di frittelle; o una notte a settimana fai una passeggiata al buio prima di andare a letto. Qualcosa del genere può sembrare davvero speciale e i bambini lo ricorderanno man mano che invecchiano

Ho adorato quella frase sul semplice guardare i tuoi figli. L'altro giorno, i ragazzi stavano facendo il bagno, e invece di pulire la stanza o strofinarli, ho deciso di guardarli. Ho notato come i capelli di Anton sporgono da ogni lato, come Doc di Ritorno al futuro. E Toby stava canticchiando dolcemente una melodia, che all'inizio non ho riconosciuto, ma poi ho capito che era So Long, Farewell from the Sound of Music. (E tu e tu e tu!) E le loro pance rotonde e la seria concentrazione sui giocattoli da bagno mi hanno spezzato il cuore dalla dolcezza. E avrei potuto perderlo altrettanto facilmente!

Il mio approccio in genere è stato quello di fare uscite divertenti con loro, soprattutto se sono stato al lavoro tutto il giorno. Ma forse è bello a volte non fare niente.

Questo mese, sono ispirato a rallentare e lasciare che i ragazzi prendano il comando. Forse salta un'escursione in giostra e invece fai il giro dell'isolato lentamente come vorrebbe. Forse beh, prenditi un'ora! Nota bene le piccole cose (come quegli affascinanti pedali della bici) e saluta i vicini e girati e siediti su una panchina e NON, in nessun caso, sbrigarti.

E tu? Prendi in considerazione il tempo lento con i tuoi piccoli? Non è una realizzazione rivoluzionaria, ma sembra che sia così nel momento.

Cup of Jo è in corso da 13 anni, quindi abbiamo deciso che ogni settimana metteremo in evidenza uno dei post più popolari del passato. Ecco uno dei nostri preferiti, originariamente pubblicato il 26 maggio 2015.

PS Una sfida all'aria aperta e la nostra vacanza a Fire Island l'estate scorsa è sembrata una lenta genitorialità, come le vacanze a volte fanno!