Seleccionar página

Ti sei mai chiesto perché la foto del ricettario del piatto sia molto migliore di quella che hai appena servito anche se hai seguito la ricetta alla lettera? Bene, negli ultimi anni come scrittore di cibo/appassionato di Instagram, me ne sono reso conto

gran parte della bellezza di un piatto deriva da come vengono affettati i componenti, soprattutto quando si tratta di verdure e insalate. Ci sono alcune tecniche che mi hanno portato una soddisfazione ridicola, con quasi nessuno sforzo. Ecco come farlo.

Prendi i pomodori per esempio. Giuro, da quando ho imparato a tagliare i grappoli d'uva orizzontalmente in quarti (a destra) anziché a metà sulla cintura (a sinistra), ha migliorato il gusto delle mie insalate di tutti i giorni.

E mangiare un pisello tagliato correttamente ha lo stesso effetto. Invece di tagliarli a quadrati sgraziati (a sinistra), ora li taglio a strisce sottili per il lungo (a destra). È un po' pignolo e potresti mettere in dubbio la tua sanità mentale mentre lo fai, ma insisti! Prometto che avranno un sapore migliore quando la loro consistenza sarà croccante anziché grossa.

Con verdure come cetrioli e ravanelli, mi piace affettarle sottili fino a renderle traslucide. Quando sono più spessi (a sinistra), dominano qualunque forchettata in cui si trovano. Inoltre, sembrano così grafici in file sopra un'insalata prima che tu la butti. (Saresti perdonato se la grafica è qualcosa che non hai mai considerato mancante in un'insalata fino ad ora.) Per ottenere le mezze lune, dimezzo le verdure intere prima di affettarle.

Quando si tratta di cose lunghe e magre, come carote e scalogno, non puoi sbagliare affettando in sbieco (a destra). Ciò significa che il tuo coltello è angolato, quasi ma non del tutto parallelo a qualsiasi verdura tu stia tagliando.

Se impari solo una cosa da questo post, lascia che sia il modo corretto di affettare un avocado, misurato rigorosamente in base al look-at-quegli-avocado! complimento che ricevi quando lo servi a qualcuno. Nei giorni più bui, affettavo la carne proprio nel guscio in uno schema a griglia (a sinistra) per cui nessuno ti arresterà, ma una volta che ho imparato a sventolare l'interno (a destra) si è aperto un mondo completamente nuovo di bella. Per fare questo, dimezza l'avocado come di consueto, stacca la buccia, quindi affetta la metà, con il lato tagliato verso il basso, a strisce sottili.

Quello a sinistra sembra brutto, di per sé? No certo che no; Saremmo tutti pazzi a non approfondire immediatamente. Ma, in confronto, non hai solo una voglia incontrollabile di fare clic sul pulsante Mi piace mille volte quando vedi quello a destra? Quell'avocado! Quei ravanelli! Qualcuno mi porti il ​​mio telefono e una forchetta.

PS Insalata della colazione e raccomandazione di insalata killer di mia sorella.