Seleccionar página

Hai mai concluso le cose con un partner serio? Abbiamo chiesto a nove donne dei loro divorzi e separazioni, i pro, i contro e come ce l'hanno fatta. Ecco le loro risposte oneste e ponderate (e se sei pronto per la condivisione, ci piacerebbe sentire anche le tue esperienze)

Sapendo che era la decisione giusta:

La nostra relazione stava peggiorando da un po' e pensavamo che un bambino fosse la soluzione. Abbiamo cercato di concepire in modo naturale, ma ero sempre segretamente sollevato quando arrivavano le mestruazioni. Abbiamo anche visto un endocrinologo riproduttivo, ma quando è arrivato il momento di prendere il farmaco e programmare la procedura, non riuscivo a convincermi a farlo. Ammettere a me stesso che non volevo che fosse il padre di mio figlio è stata l'ultima goccia. Maria, 37 anni, matrimonio da sei anni

Ad un certo punto ho sentito di non avere scelta, ero così profondamente infelice. Siamo andati in terapia per un anno, ma ha solo fatto sembrare le cose più disperate, dal momento che molte delle nostre differenze sono state messe a nudo e non siamo stati in grado di superarle. Durante questo periodo, avevamo comprato una casa per il fine settimana e io ero impegnato ad arredarla, a trovare oggetti d'antiquariato ea raccogliere carta da parati. Ma poi la casa era pronta e ho capito che non volevo davvero essere lì con mio marito. Quello era un campanello d'allarme. La mia sensazione è che se stai divorziando, devi sentire che preferiresti essere solo che in quella relazione. Grace, 39 anni, matrimonio da sei anni

Stavo visitando mia madre e ho avuto terribili dolori allo stomaco dopo una notte fuori con i miei figli. Pensavo di avere un'intossicazione alimentare, ma mia madre ha insistito perché andassi al pronto soccorso. Hanno fatto una scansione del gatto che stava SOLO guardando la mia pancia, ma ha catturato il fondo dei miei polmoni. C'era una massa di tre centimetri alla base del mio polmone sinistro. Il cancro era tornato. Ho subito una lobectomia e cinque cicli di chemio debilitante. Sono stato spazzato via, distrutto. Ho deciso che se avessi vissuto, avrei vissuto al 100% a modo mio. Non volevo lavorare da qualche parte, vivere da qualche parte o trovarmi in una situazione che non mi sentisse a posto. In quel momento ho capito che dovevo lasciare il mio matrimonio. Casey, 44 anni, matrimonio da 15 anni

Sull'esperienza del dolore:

Quando il nostro matrimonio stava finendo, la mia mente sembrava la bobina di un film dei tempi migliori e peggiori. Nei giorni in cui mi mancava, pensavo ai bei momenti cercando di arrivare in ospedale in tempo per la nascita dei nostri bambini. O quando facevamo colazione alla tavola calda e mettevamo il nostro primogenito su un seggiolone agganciato attaccato al tavolo a quadretti, e ridevamo e ridevamo tutti insieme. Vuoi gridare, Ricordi quando?! Ricordi quando abbiamo avuto questi tempi?! I flashback sono travolgenti. Ma poi nei giorni in cui ero arrabbiato o ferito, pensavo agli altri momenti, alle volte in cui non funzionava e pensavo, oh, avrei dovuto saperlo allora o come ho fatto a non vederlo?' Robin, 50 anni, matrimonio da 25 anni

La parte più difficile è stata lasciare andare il futuro che avevamo immaginato. Avevamo comprato una casa e avevamo programmato di avere figli. Porre fine a quel sogno, e non sapere se avrei mai ritrovato l'amore o se avrei avuto figli, è stato per certi versi più difficile della rottura stessa. Maria, 37 anni, matrimonio da sei anni

Quando se n'è andata, ero sull'orlo delle lacrime in ogni singolo momento della giornata. Ma il tempo è passato e si è arrivati ​​a un punto in cui la tristezza era a giorni alterni. Poi sono passati quattro o cinque giorni. Poi sono passate settimane. Davvero non pensi mai che questo sollievo accadrà, ma lo fa, anche se è a ondate. In una giornata particolarmente difficile, la mia amica che aveva divorziato mi ha detto: "Bene, ora avrai un crollo in meno". Avrai solo così tanti guasti e guarda, sei un passo avanti. Amy, 43 anni, relazione da 15 anni

Sulla navigazione in libertà finanziaria:

La mia separazione ha richiesto molta strategia, perché era una relazione abusiva. Anche finanziariamente, la divisione è stata davvero difficile da pianificare perché il mio ex aveva il pieno controllo di dove andavano i soldi, anche se il deposito diretto dei miei stipendi andava sul suo conto. Non avevo un centesimo a mio nome. Lavoro nel settore dei servizi, quindi ho iniziato a riporre le mie mance un po' alla volta, in modo da poter avere un cuscino per quando sarebbe arrivato il momento. Un giorno, tornando a casa dal lavoro, trovai i soldi in una pila ordinata sul tavolino di fronte a lui. Ho inventato una scusa per quello per cui stavo risparmiando e ho dovuto ricominciare l'intero processo da capo con un nascondiglio migliore. Avevo 800 dollari quando finalmente ci siamo separati. Il giorno dopo che si è trasferito, ho richiesto una carta di credito e sono stato approvato con un limite di $ 500. Ho aperto un conto corrente a cui lui non aveva accesso e, con mio grande shock, sono stato in grado di permettermi l'affitto e le bollette da solo. Ero entusiasta di scoprire che stavo facendo molti più soldi di quanto sapessi, ma anche devastato perché gli avevo permesso di convincermi che non ero abbastanza responsabile o intelligente da avere il controllo delle mie finanze per così tanto tempo. Alla fine mi sono riconosciuto per la prima volta in sette anni. Rachel, 34 anni, matrimonio da sette anni

Sulla ritrovata indipendenza:

C'è questa scena in Home Alone in cui il ragazzo Kevin McCallister si sveglia dopo che tutta la sua famiglia è partita per le vacanze senza di lui. E, all'inizio, va nel panico e strappa la casa in pericolo, rendendosi conto di essere tutto solo. Ho fatto sparire la mia famiglia, lui tiene il broncio. Ma poi, c'è questo momento in cui si ferma e guarda davvero la casa vuota. HO FATTO SCOMPARARE LA MIA FAMIGLIA! Grida di nuovo, ma questa volta con il sorriso più ampio che tu abbia mai visto mentre corre per casa saltando sui letti con un secchio di popcorn. Quella serie di emozioni è come mi sento ogni mattina quando mi sveglio e ricordo cosa sto passando. Robin, 50 anni, matrimonio da 25 anni

La prima cosa che ho fatto è stata ristrutturare il mio intero appartamento. Ho cercato oggetti d'antiquariato su Craigslist e ho tappezzato la mia camera da letto. Abbiamo deciso che avrebbe preso la TV e non l'ho mai sostituita. Invece ho fatto yoga nella stanza degli ospiti e ho ascoltato podcast e audiolibri. Cambiare lo spazio sembrava terapeutico e necessario per andare avanti. Rachel, 34 anni, matrimonio da sette anni

Una delle mie parti preferite del mio matrimonio era tenermi per mano la notte dopo una lunga giornata. Stavamo sdraiati lì, in silenzio ed esausti, e la mia compagna metteva la sua mano sulla mia. Quando ho detto a mia sorella che QUESTO era ciò che mi mancava di più, lei ha detto: E se ti tenessi la mano? E lei fece un gesto esagerato con la mano destra allungandosi e afferrando la nervosa mano sinistra. Ci siamo seduti a ridere finché le lacrime non ci hanno rigato il viso. Se questa non è una metafora per una rottura, non so cosa sia. Amy, 43 anni, relazione da 15 anni

Parlando con i bambini:

Quel momento abbiamo detto ai nostri figli? Quella. Era. Difficile. Ho fatto molte ricerche e ho scritto una bozza di quello che avremmo detto, che è iniziato con: Tuo padre ed io siamo un'ottima squadra quando si tratta di essere i tuoi genitori, ma non siamo una buona squadra quando si tratta di essere un coppia. Nel momento in cui l'ho detto, mia figlia di nove anni ha iniziato a piangere. Il mio cuore si è spezzato. Poi, nemmeno un'ora dopo, mi chiese se poteva tingersi i capelli di viola. Ho detto di sì. Durante la nostra passeggiata verso il salone, le ho detto, sai che probabilmente non c'è nessun altro giorno in cui avrei mai detto di sì ai capelli viola? Con un grande sorriso sul viso ha detto: Oh, mamma, lo so!' Tina, 44 anni, matrimonio da 13 anni

Una terapeuta familiare ci ha aiutato a definire una strategia su come dirlo a nostra figlia e ci ha dato l'ottimo consiglio che i bambini piccoli hanno solo bisogno di ascoltare i dettagli concreti e logistici su chi sta vivendo dove e dove andranno e che non avevamo bisogno di spiegare i nostri sentimenti o la decisione. Abbastanza sicuro, nostra figlia era totalmente concentrata sull'avere due appartamenti e quanto fosse eccitante. Le abbiamo creato un calendario fisico chiaro che le mostra il programma settimanale in modo che sapesse quando si sarebbe liberato in ogni luogo. Poi, quando è cresciuta, abbiamo risposto alle sue domande più profonde man mano che si presentavano. Grace, 39 anni, matrimonio da sei anni

È il momento di creare nuove tradizioni. Ho iniziato a portare i miei figli in viaggio, solo noi tre. Saremmo saliti in macchina insieme, e io direi, sinistra o destra? E non avremmo idea di dove saremmo finiti. Una volta siamo finiti all'Alamo in Texas. Una volta siamo finiti al Mall of America. Una volta abbiamo visto un cartellone pubblicitario di un posto che diceva: Abbiamo 100 torte, e siamo andate a prendere cinque torte a testa. Quei viaggi sembrano una lezione per la nostra famiglia: la vita non va secondo i nostri piani, ma insieme ne traete il meglio. Stacie, 50 anni, matrimonio da 15 anni

Sul dividere il tempo con i bambini:

La parte più difficile è che non riesco a stare sempre con mia figlia, dal momento che io e il mio ex condividiamo l'affidamento congiunto. Questo è rimasto duro. Sono passati otto anni e posso ancora piangere quando è ora che lei vada a casa sua. Grace, 39 anni, matrimonio da sei anni

Con mia sorpresa, quello che temevo di più si è rivelato essere il più grande vantaggio di questa struttura di co-genitorialità 50/50. Ero terrorizzato dai fine settimana in cui non avrei avuto i bambini. Pensavo che sarei stato infelice, seduto depresso nel mio appartamento a indovinare le decisioni della mia vita. Ma mentre mi mancano i bambini, sono entusiasta di avere i fine settimana per me stesso, per ricaricarmi, trascorrere del tempo con gli amici o semplicemente sedermi sul divano e leggere. Avevo completamente dimenticato cosa si prova ad essere solo me stesso. È glorioso! Tina, 44 anni, matrimonio da 13 anni

Facendo un passo avanti:

Mio marito da quindici anni mi ha detto che non voleva più sposarsi. Stavo compiendo 40 anni, avevo due figli piccoli e uno studio legale, e mi è sembrato così tanto cambiamento in una volta. Avevo bisogno di ricordare a me stesso di cosa ero fatto. Così, ho iniziato ad allenarmi per una maratona. Chissà perché questa è la cosa che ho scelto! Non ho nemmeno corso una mezza maratona! Ma mi sono allenato e allenato, e quando è arrivata la gara, ho corso tutto. Durante quelle ultime quattro miglia, le mie gambe non volevano più correre e c'era questa disconnessione tra il mio corpo e la mia mente. Ad ogni passo mi dicevo, alza la gamba. L'ho detto più e più volte, alza la gamba. Ci è voluto quel momento per realizzare quanto controllo ha la mia mente su tutto il resto. Ho terminato la gara, sorridendo da un orecchio all'altro. Le persone crollavano e piangevano intorno a me, e io ero tipo, è ora di una bistecca di pollo fritta! È stata una svolta trionfante nella mia vita. Stacie, 50 anni, matrimonio da 15 anni

Su consiglio per gli altri:

Suona così banale, ma è quello che fai: ti svegli con il sole, ti prepari una frittata di spinaci per colazione, bevi molto caffè, abbassi la testa e lavori, fai molte passeggiate, guardi il tuo consumo di alcol, vai a letto presto. Parli con le persone. Tu chiedi aiuto. Ci vuole tutto quello che hai per andare avanti, ma ce la farai. Robin, 50 anni, matrimonio da 25 anni

Quando qualcuno mi dice che stanno per divorziare, dico CONGRATULAZIONI! Se lo stai facendo, devi esserlo. È stata la cosa migliore che mi potesse capitare. La cosa migliore che sarebbe potuta accadere ai miei figli. E la cosa migliore che sarebbe potuta succedere al mio ex. Tutti nella mia famiglia sono diventati ciò che dovevano essere da questa situazione. Siamo diventati tutti gli eroi del nostro viaggio. Stacie, 50 anni, matrimonio da 15 anni

Hai subito una separazione? Qual è stata la tua esperienza? Qualche consiglio da condividere per qualcuno che lo sta attraversando?

PS Una guida in sette passaggi al crepacuore.