Seleccionar página

L'adorabile Zo Franois (alias Zoebakes) cucina da tutto il tempo che riesce a ricordare. Avevo otto anni quando ho sfornato il mio primo bambino olandese, dice. Non sapevo che cosa stavo cuocendo in quel momento, ma era affascinante e delizioso e non mi sono mai guardato indietro! Qui condivide la sua attuale ossessione per la cucina, il suo rituale per il bagno preferito e il segreto per prendersi cura dei suoi bellissimi capelli ricci

Com'era la vita crescere?
Sono cresciuto in comune con i miei genitori negli anni '60. Cercavano il senso della vita e ci spostavamo molto, mi portarono persino a Woodstock quando avevo due anni! C'erano parti che funzionavano davvero bene e altre che erano davvero difficili. Ho finito per frequentare 16 scuole quando mi sono diplomato al liceo, ed è stato incredibile perché ogni volta che ci trasferivamo, dovevo reinventarmi e cambiare nome. Non ho mai avuto una cerchia permanente di amici, perché ero sempre il nuovo bambino, ma mi ha aiutato ad adattarmi a quasi ogni situazione di vita.

Cosa hai imparato sulla bellezza crescendo?
Tutto quello che so sul trucco oggi l'ho imparato da Seventeen Magazine. Avevo un abbonamento e appendevo tutte le copertine alle mie pareti. È stata la mia salvezza al liceo perché tutti questi ragazzi sapevano cosa stavano facendo e io non ne avevo idea. Mi vestivo sempre come Annie Hall e Diane Keaton era la mia icona della moda. Era lei, al 100%. L'ho vista per strada quando ero a New York una volta, e mi ci sono voluti ben due minuti per mantenere la calma. È cool adesso come non lo è mai stata.

Come sono le tue mattine in questi giorni?
La prima cosa che faccio la doccia, perché è dove penso, è un po' come la mia meditazione. La mia skincare routine è molto semplice perché ho una pelle incredibilmente sensibile, quindi uso Cetaphil per lavarmi il viso. Dopo di che, utilizzo la crema idratante CeraVe e la loro pelle rinnovando l'olio gel, poi il caffè e poi lavoro. In realtà mi piace scrivere ora, ma una volta era terrificante per me, quindi di solito inizio preparando qualcosa per entrare in quello spazio mentale. La cottura e la fotografia sono i luoghi in cui ottengo carburante, è la gioia per me.

Cosa ti piace cuocere al mattino?
Inizio nutrendo il mio lievito madre; il suo nome è Stella. È la giusta combinazione di precisione zen e geek da fare mentre bevo la mia prima tazza di caffè. Ci sono poche cose così soddisfacenti come creare un antipasto a lievitazione naturale da nient'altro che farina e acqua, quindi trasformarlo in una splendida pagnotta.

Che aspetto ha la tua routine di trucco?
Non mi trucco mai a meno che non stia facendo cose per la TV e devo farlo. Non è che non mi piaccia, è che non so cosa sto facendo, quindi per me meno è molto di più. È quasi come cuocere al forno è un'abilità totale da truccarsi senza sembrare da clown! Il mio trucco quotidiano è eyeliner e mascara molto minimale. Se sto realizzando un video su Instagram, aggiungerò del chapstick o del lucidalabbra. I miei capelli, d'altra parte, sono tutta un'altra situazione.

Stavo per chiederti dei tuoi capelli. È fantastico! Come te ne prendi cura?
Oltre alle ricette, questa è la domanda numero 1 che ricevo! Ho avuto i miei capelli ricci e selvaggi da mia zia. Da piccola mi ha insegnato a prendermene cura idratandola con olio di mandorle. Non mi lavo mai i capelli. Non so nemmeno dove sia un pennello in casa mia! Lo lavo forse una o due volte al mese con DevaCurl One Condition o Pattern conditioner. A volte uso il detergente DevaCurl No-Poo e ogni giorno balsamo i miei capelli con un leave-in. Di solito lo asciugo all'aria, ma in inverno fa troppo freddo, quindi uso l'attacco del diffusore DevaCurl sul mio asciugacapelli per asciugarlo. Poi per finire uso Catwalk Curls Rock Amplifier. Se esco per un'occasione speciale o vado in TV, ho una bacchetta arricciacapelli per mettere in ordine alcuni dei ricci più folli. Ci vuole un po' di sforzo per domare la bestia!

Come hai iniziato a creare storie di ricette su instagram?
Mettevo foto di cose che stavo facendo e collegavo alle ricette, ma nessuno le stava facendo. Mi sono reso conto che la mia roba era forse un po' più intimidatoria per un cuoco casalingo di quanto avrebbe dovuto essere. Non è che sia difficile, è solo che avevano bisogno dei trucchi per arrivarci. Qualcuno ha commentato con una domanda una volta su una ricetta, quindi ho detto, ti farò solo un video per mostrarti cosa intendo e l'ho pubblicato sulla mia storia di Instagram. Ho iniziato con istruzioni di quindici secondi e all'improvviso sono passato da poche persone a 200 persone che realizzavano la ricetta.

Non ho più idea di quale giorno della settimana sia, ma scrivo post su IG Live il sabato con mio figlio per contrassegnarlo come il fine settimana e renderlo speciale. Penso che questa volta nella storia, per quanto sia strana e devastante, trasformerà le persone in cuochi. In questo momento le persone vogliono davvero imparare. Hanno il tempo e la necessità perché improvvisamente devono nutrirsi. Se c'è un lato positivo, devo mettere un avvertimento su questo perché così tanti dei miei amici di ristorante stanno soffrendo così tanto che ci sarà un'educazione in cucina.

Qual è la tua cosa preferita da cuocere?
In questo momento il mio intero mondo è la torta perché sto scrivendo un libro su combinazioni di sapori, consistenze, tecniche, culture delle torte e ciò che rappresentano, c'è un intero linguaggio della torta! È la mia ossessione in questo momento.

Hai dei rituali notturni?
Il mio personal trainer mi ha consigliato di immergermi nei sali di Epsom, quindi è così che mi rilasso e mi rilasso, specialmente nei freddi inverni del Minnesota. Tutte le altre volte userò olio di jojoba, olio di lavanda o olio di rose nella mia acqua. Quando leggo nella vasca da bagno deve essere qualcosa che lenisca, quindi vado con viaggi gastronomici romantici e scritti in modo squisito, poche cose mi ispirano come viaggiare per mangiare. Porto Liebling nella vasca da bagno e leggo di ottimi pasti a Parigi.

Zo e suo marito Graham in Europa.

Qual è la tua filosofia di bellezza?
Per me, essere naturale è ciò che è la mia comprensione della bellezza. Crescendo, le donne intorno a me non si truccavano o si tingevano i capelli, ed erano le donne più belle per me. Quando avevo 23 anni, mio ​​marito ed io siamo andati in Europa ed eravamo in fila in un museo e ho visto una donna che mi sembrava così vecchia, e probabilmente aveva la mia stessa età ora. Aveva i capelli bianchi ed era la creatura più chic e bella che avessi mai visto. In quel momento ero tipo, non vedo l'ora di avere quell'età! Ho sempre voluto essere tra i 50 ei 60 anni, e da quando ho compiuto 50 anni non mi sono mai sentito più a mio agio nella mia pelle o nel mio corpo. È tutto ciò che pensavo fosse!

Grazie, Zo!

PS Altre uniformi di bellezza e quattro donne che diventano grigie.