Seleccionar página

Gabrielle Korn (a sinistra), con sede a Los Angeles, è responsabile editoriale e editoriale di Most , la piattaforma LGBTQ+ di Netflix. È anche l'autrice del libro di memorie del 2021 Everybody (Else) Is Perfect, che racconta gli anni trascorsi come direttrice di una rivista di alto profilo. Qui ci racconta del suo look da matrimonio, di un nuovo fantastico film e dell'uso della crema idratante per il resto della sua vita

Innanzitutto congratulazioni per il vostro matrimonio! Cosa ti ha fatto decidere di fuggire?
Nessuno di noi voleva un grande matrimonio. Volevamo scappare a New York e avere un matrimonio in municipio, ma è come The Hunger Games che cerca di ottenere un appuntamento lì. E poi mia moglie Wallace ha trovato questa società di pianificazione della fuga d'amore Eloping is Fun, e il tutto era pianificato tra due settimane!

Oh! Come hai deciso il look del tuo matrimonio?
Dato che il matrimonio non sarebbe stato elegante, volevo solo un semplice vestito bianco. Siamo andati al grande magazzino Saks, ma poiché era inverno, c'erano solo una manciata di vestiti bianchi e solo uno era della mia taglia. Quindi, la decisione si è presa da sola! Il vestito aveva bottoni dorati, quindi nel taxi mentre tornavo a casa ho ordinato stivali dorati.

Ti sei fatto i capelli e il trucco?
Sì, ho fatto sia il mio che Wallaces. Ho usato una palette di ombretti dorati Bobbi Brown che ho letteralmente avuto per 10 anni (probabilmente è scaduta e disgustosa!). Poi ho messo un mucchio di ricci tra i miei capelli con il mio ferro arricciacapelli e ho cercato di renderli davvero grandi.

Che rossetto hai messo?
Sephora Collections Colorante per labbra in crema in velluto rosso. Ho provato centinaia di coloranti per le labbra per lavoro, e questo è il MIGLIORE. Ritocco sempre i bordi con un Q-Tip.

Per i giorni che non sono il giorno del tuo matrimonio, com'è la tua routine mattutina?
Si inizia con tre tazze di caffè e lo sguardo nel vuoto.

Ahah, e poi?
Faccio un corso di allenamento in streaming chiamato The SaltDrop, creato dal mio istruttore di sbarra preferito. Allenarsi a casa è stato il più grande rituale di cura di sé che ho sviluppato durante la pandemia. È una delle uniche cose che faccio solo per me, nessun altro.

Sei una persona di lozione?
Sono una persona con lozione a malincuore smemorata. Di solito uso quello che Wallace ha comprato di recente, che, al momento, è Aesop Body Balm. Ha un profumo così buono!

Usi il deodorante?
Sì, il deodorante ai cristalli THAI. È letteralmente una roccia salata. La mia pelle non sopporta più il vero deodorante. Ne ho provati di tutti i tipi e, qualunque cosa accada, ottengo questa orribile eruzione cutanea che non andrà via. La roccia salata funziona bene. Se qualcuno dovesse annusare le mie ascelle alla fine della giornata, non sarebbe un'esperienza straordinaria . Ma nessuno lo fa.

Parliamo di cose facciali.
Mi lavo il viso con La Roche-Posay Acne Cleanser e poi uso la crema idratante Augustinus Bader.

Oh, Agostino Bader. Quindi, sei stato convertito alla crema miracolosa. È buono come dicono?
Onestamente, è il miglior prodotto che abbia mai usato e ho provato di tutto . Lo userò per il resto della mia vita. Ho sempre avuto rosacea, acne, pelle secca e grassa e pelle sensibile. Ma ora è come se non avessi nessuna di queste cose!

Ti trucchi la mattina?
Sì. Ho le sopracciglia castano chiaro, quindi uso Chanel Brow Powder e Benefit Brow Gel per farle sembrare piene. Poi ho messo il mascara KUSH Waterproof Milk Makeups. Sono un perfezionista di mascara e adoro questo perché rende le mie ciglia molto lunghe e folte e dura tutto il giorno. Poi finisco con Nars Multiple stick in Maui, per guance, labbra, occhi, ecc.

E i tuoi capelli?
Lascio asciugare all'aria e poi uso la nebbia salina. E poi tanto shampoo secco per consistenza e volume.

Com'è la tua routine serale?
Guardo tipo sei ore di TV. [ride]

Ci sono programmi o film di cui sei entusiasta quando si tratta di rappresentazione queer?
Così tanti! C'è un film da Amsterdam in arrivo su Netflix l'11 febbraio, intitolato Anne+ su una donna omosessuale sui 20 anni, che affronta una rottura e cerca di finire il suo romanzo. È così bello e così profondamente gay. Sono anche entusiasta di vedere le persone queer in ruoli che non centrano la loro queerness. Laverne Cox è una rivelazione in Inventing Anna sulla truffatrice Anna Delvey. E ho appena prodotto il primo podcast LGBTQ+ di Netflix in assoluto, condotto da Jasmin Savoy Brown e Liv Hewson, di Yellowjackets . Si chiama The Homo Schedule ed è una delizia!

Cosa vorresti vedere di più sullo schermo?
Mi piacerebbe vedere più persone queer in ruoli queer e persone trans nel cast. Mi piacerebbe che l'industria esaminasse come la loro interpretazione delle identità non binarie sia limitata alle persone magre, bianche, mascoline di centro. E voglio che più personaggi queer abbiano amici queer! A volte sembra che se sullo schermo trovi un personaggio queer, l'unica altra persona queer sarà il loro unico interesse amoroso. Non è proprio così che funziona la vita. Certamente non è come funziona la comunità.

Come descriveresti il ​​tuo rapporto con la bellezza?
È complicato. Lavorare nel settore delle riviste scrivendo di bellezza e moda e poi uscirne ha davvero cambiato la mia prospettiva. Una volta era molto importante per me truccarmi sempre, apparire sempre al meglio che potevo. E non appena ho lasciato i media, e questo non mi era più richiesto, quell'atteggiamento è svanito. Sono diventato rapidamente un che cazzo se ne frega? tipo di persona. Probabilmente non è stato un bene per me essere in quel settore a lungo termine, perché te lo dimentichi davvero, non importa. E ora, essere in un lavoro in cui letteralmente non importa come sembro è stato davvero liberatorio. Avrei voluto permettermi di arrivare prima in questo posto.

È difficile, soprattutto quando sei giovane e stai facendo carriera.
E quando non è immaginario! Nel settore della bellezza, in realtà vieni giudicato in base al tuo aspetto. Penso che solo di recente lo stampo si sia rotto. Sono felice di vedere che il settore sta cambiando, ma voglio anche stare lontano. Ho liberato così tanto spazio nel mio cervello.

Ci sono suggerimenti che hai raccolto e che usi ancora?
Posso dirti il ​​miglior trucco che ho imparato? La maggior parte delle persone pensa che quando applichi il fondotinta, dovrebbe essere uno strato uniforme sul viso come lo strato di base. Ma in realtà, dovresti pensare alla tua pelle come allo strato di base e stai usando il fondotinta per uniformare quella base. Quindi, invece di metterlo su tutto il viso, lo concentri al centro e poi lo sfuma, in modo che quando arrivi alla mascella, mostra solo la tua pelle. È così che rendi il fondotinta naturale.

La tua relazione ha cambiato il tuo approccio alla bellezza?
Il genere è ovviamente una cosa così complicata. La maggior parte delle donne con cui sono stato aveva un aspetto più maschile, quindi ero abituato a essere quella in trucco e vestiti. Ma apprezzo avere un partner di cui mi fido per amarmi, qualunque cosa accada. A Wallace non importa se ho il rossetto addosso; è felice di avermi con i pantaloni della tuta. Avere una relazione che trascende le cazzate è così bello.

Grazie mille, Gabriele!

PS Più persone condividono le loro uniformi di bellezza, tra cui una brillante attivista transgender e una divertente scrittrice di bellezza.

Nota: se acquisti qualcosa tramite i nostri link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione, senza alcun costo per te. Consigliamo solo prodotti che ci piacciono davvero. Grazie molte.