Seleccionar página

Angela Garbess Essential Labor: Mothering As Social Change è il libro che vuoi dare a chiunque abbia mai trascorso parte della propria vita a prendersi cura di un altro essere umano. Siamo stati entusiasti di parlare con l'autrice filippina americana di Seattle, madre di due ragazze, del rossetto caratteristico, dei capelli grigi e del suo amore per Dance Church

Ho pianto quasi subito quando ho iniziato a leggere Essential Labor . Il momento che mi ha spinto oltre il limite: se dovessimo pensare al lavoro in termini di umanità facendo sentire le persone dignitose, apprezzate e integre, allora il caregiving è il lavoro più importante che possiamo fare con il nostro tempo sulla terra.
Se non fai nient'altro nella tua vita se non prenderti cura di te stesso che è difficile e prenderti cura della tua gente, e magari estenderlo un po' alla tua comunità, è molto! Il suo lavoro dignitoso, il suo lavoro essenziale, e come tale ha bisogno di essere celebrato. Ma non gli è mai dato il dovuto e il valore.

Ciò sembrava particolarmente vero durante la pandemia.
Sentivo che avremmo dovuto, ovviamente, parlare di operatori sanitari, alimentari e sanitari come lavoratori essenziali, ma continuavo a pensare: perché non parliamo di madri e genitori come lavoratori essenziali? Era così chiaro!

Apri il concetto di maternità per comprendere molto di più delle semplici madri, lo inquadra come un verbo che può essere ed è eseguito da così tante persone diverse.
Prendersi cura di anziani, malati o disabili non è una responsabilità individuale, è una responsabilità sociale. Crescere i figli è una responsabilità sociale. Si parla così tanto della genitorialità come di scelte individuali: se scegliamo il marsupio giusto, in qualche modo questo porterà a un essere umano migliore. Ma non è così ! Ciò che fa la differenza è se abbiamo assistenza sanitaria e un villaggio di persone che aiutano a crescere i nostri figli. Un villaggio comprende mamme ma anche papà, zie, nonni, amici, baby sitter. Le madri in genere si occupano ancora della maggior parte delle cure, ma questo lavoro deve essere svolto collettivamente.

Foto di Elizabeth Rudge.

Il piacere viene fuori più volte anche nell'introduzione, mi piace che tu l'abbia ancorato come un aspetto fondamentale dell'essere vivi. E che NON riguarda in particolare il piacere di fare la madre. Come sei arrivato a questa comprensione?
Sono un edonista totale! Ho lottato con questa parte di me, però: sono pigro? L'edonismo fa male? Mi piace solo stare bene! E non so come ci siamo allontanati dal sentirsi bene. Alcune persone si preoccupano: come possiamo stare bene quando il mondo brucia? Ma il lavoro di sopravvivenza è qualcosa che le persone emarginate e le persone di colore hanno imparato nel tempo. Non sopravvivi senza trovare gioia o speranza. Sono estremamente consapevole di quanto sia difficile il mondo in questo momento, ma sono arrivato in un posto in cui provare piacere è un mio diritto. Voglio dare alle persone una spinta per trovarlo da sole.

Durante la pandemia, come ha scritto in pratica Essential Labor ?
Numero uno: mio marito, Will. Mio marito, che lo benedica, è la persona migliore e più sexy che conosco. Tirò fuori il nostro Google Calendar e disse: So che, per scrivere questo libro, ciò di cui hai bisogno è NON essere a casa. Quindi, ogni tre settimane andrai via, per un minimo di tre notti e fino a una settimana. Questo è il mio momento di fare un passo avanti. Mettiamo questo sul calendario proprio ora. Aveva il nostro sistema di supporto: la nostra famiglia di baccelli, i miei genitori. Dovevo essere la bestia che beveva caffè a tutte le ore, mangiava spaghetti a colazione e non aveva altri obblighi se non il lavoro.

Angela e sua madre

Cosa ti hanno insegnato le donne della tua famiglia sulla bellezza?
Ciò che mi è stato insegnato esplicitamente sulla bellezza è ciò che è stato insegnato alle donne della mia famiglia: standard coloniali di bellezza. Questo non era un posto che mi faceva sentire bene, quindi ho passato la maggior parte della mia vita a rifiutarlo. Quindi, era una specie di tabula rasa per quanto riguarda le mie figlie.

Cosa speri di trasmettere alle tue figlie?
La nostra babysitter Penelope che è la figliastra di Lindy West! è di razza mista proprio come le mie figlie. Confrontano sempre il tono della loro pelle con quello di Penelopes. Un giorno, si è presentata con una maglietta con la scritta: Ti è stato fatto il lavaggio del cervello pensando che i lineamenti europei fossero l'epitome della bellezza. Noli, mia figlia maggiore, stava leggendo tutto, quindi abbiamo chiesto: hai letto la maglietta di Penelopes? Facciamo una conversazione su questo! Abbiamo parlato di come l'Europa sia quest'area del mondo, che è davvero piccola, e che la famiglia Penelopes viene dalla Nigeria, in Africa, che è un continente molto grande. Ed ecco da dove viene la nostra famiglia, le Filippine, in Asia, dove si concentra la maggior parte delle persone nel mondo. Abbiamo spiegato che le persone che ci somigliano sono più numerose di quelle che soddisfano questo irraggiungibile standard europeo di bellezza.

Sento che abbiamo la stessa routine di bellezza: capelli grigi, rossetto audace, orecchini. Cominciamo con i capelli.
Mi sono tinto i capelli per quasi 10 anni, ma ho mantenuto la mia ciocca grigia davanti perché non volevo nascondermi completamente, ed è stato un passo verso l'accettazione del corpo. Durante la pandemia, mi sono incuriosita di sapere che aspetto avessero davvero i miei capelli e ho pensato che avrei sempre potuto tingerli. Il risultato finale è la libertà.

Ti ha fatto vedere qualcosa sull'invecchiamento in modo diverso?
La mancanza di immaginazione che avevo da ventenne. Non pensavo di sopravvivere oltre i 40 anni, semplicemente non ci avevo pensato! La mezza età era solo una scogliera. Ma ora so che alcuni dei miei cambiamenti più trasformativi accadranno nei prossimi 20 anni. Non devo guardare allo stesso modo!

Come ti prendi cura dei tuoi capelli?
Sto tutto per semplificare la mia vita. Mi lavo i capelli solo una o due volte alla settimana, usando New Wash e poi Undressed spray per lo styling.

E rossetto: ne hai un mucchio!
Scorro tra rossetti distintivi, indossandoli fedelmente per diversi anni. Sono diventati sempre più luminosi e giocosi: nei miei vent'anni, era MAC Paramount (marrone rossastro, mio ​​personale omaggio a Mary J. Blige); i miei trent'anni erano MAC Chili (rosso mattone); sulla quarantina, ho optato per un rosso arancio brillante, che purtroppo sembra essere interrotto. Successivamente voglio provare Tigress di Studio Tanais, un'azienda di proprietà del WOC che sono così felice di supportare.

Come ti fa sentire il rossetto?
Ho le labbra carnose, quindi quando metto il rossetto non penso a cosa c'è che non va nel mio corpo. Sto accentuando una parte che ho sempre amato.

E gli orecchini?
In questi giorni, i miei cerchi perfetti sono gli orecchini Laura Lombardis Curve. Sto anche sperimentando con i battenti in bambù in pelle dorata di Seville Michelles.

Hai detto che la tua ispirazione di bellezza è Sade. Cosa ammiri di lei?
È triste! Gli orecchini d'oro, il labbro audace, il trucco minimale e la bellissima pelle marrone. Sade è qualcuno con cui sono cresciuto vedendo che era diverso da chiunque altro, una boccata d'aria fresca. So che non le assomiglio, ma pensavo, ecco una bellissima donna bruna.

La danza è una parte importante del tuo libro, in particolare la lezione di fitness guidata Dance Church. Cosa ha fatto Dance Church per te?
Il modo in cui mi presento a una lezione di ballo non è sempre come mi sono presentato nelle stanze per tutta la vita. Mi sento libero, come se stessi ballando solo per me stesso. Per gran parte della mia vita mi sono sentito troppo, ma sulla pista da ballo non lo sono.

Qual è una cosa che speri che le persone portino via dal tuo libro?
È facile chiamare fuori le persone, ma sono molto più interessato a invitare le persone a entrare. Quindi, come lo fai? Come incoraggiare i bambini e gli anziani a interagire? Come incentiviamo la cura come cosa che ci dà cose a cui non siamo abituati nel nostro mondo di gratificazione immediata? Sto parlando di un'esperienza non quantificabile ma profondamente significativa ed emotiva.

Potresti consigliare un elemento d'azione che tutti potremmo fare in questo momento?
La mia amica Ai-jen Poo, presidente della National Domestic Workers Alliance, dice che siamo in un momento storico in cui crede che ci sia una linea diretta tra i caregiver e il cambiamento, e il prossimo mese è fondamentale. Incoraggia tutti a chiamare i loro senatori e legislatori, dicendo loro che la cura è importante. Hanno disposizioni di finanziamento dell'assistenza a livello federale. Quindi, chiama per condividere le tue storie di cura, condividi le foto sui social media e tagga i tuoi senatori; digli che la cura è importante. Tutti possono farlo come un oggetto tangibile e di piccole dimensioni.

Grazie mille, Angelo! Trova il suo libro qui.

PS Altre donne condividono le loro uniformi di bellezza, tra cui lo chef Ze Franois e la Japanese Breakfasts Michelle Zauner.

Nota: se acquisti qualcosa tramite i nostri link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione, senza alcun costo per te. Consigliamo solo prodotti che ci piacciono davvero. Grazie molte.