Seleccionar página

Il mio primo appuntamento non è stato molto diverso da nessuna delle date che ho avuto ultimamente inviando una foto del mio vestito al messaggio di gruppo, i nervi (i nervi incredibili!), chiedendomi se la conversazione avrebbe portato, curioso se avrebbero voluto baciarmi e questo perché il mio primo appuntamento non è stato molto tempo fa. In effetti, è stato solo l'anno scorso

Crescendo in modo estremamente religioso, mi è stato insegnato che gli appuntamenti o il riconoscimento della tua sessualità come persona erano tutti raggruppati in un non farlo / non parlare di quella categoria, in cima alla lista della lavanderia di altre cose che non mi era permesso fare (incluso ballare, indossare pantaloni, andare al cinema, indossare gioielli e truccarsi). I miei genitori mi hanno detto che i ragazzi volevano solo il sesso e di stare alla larga da loro, così per tutte le scuole medie e superiori l'ho fatto, anche se volevo disperatamente un primo bacio, un appuntamento per il ballo di fine anno e un fidanzato. La mia adolescenza andava e veniva, senza un fidanzato o un bacio da riferire.

Sono andato in una piccola università cristiana evangelica, per lo più bianca, e sembrava che quasi tutti si frequentassero per ricevere un anello entro la primavera. Diciamo solo che non sono stato visto come materiale per la moglie ideale. Un ragazzo di cui ero il migliore amico/di cui ero segretamente innamorato (che era bianco) mi ha detto: Se mai uscissimo con mia madre, a mia madre non sarebbe piaciuto. Ha continuato ad uscire con tutte le nostre amiche, ma non con me. Da quel momento in poi, mi sono vista semplicemente come non databile, e per tutto il tempo sembrava che ogni altro fine settimana si fidanzasse una nuova sorellanza. Essere immerso in questa cultura degli appuntamenti ad alto rischio mi ha solo fatto desiderare di più una relazione, ma per motivi frenetici, non per divertimento, che tempo per essere giovane e vivo! motivi. Ho pensato che qualcosa non andava in me che tutti gli altri avevano qualcosa che non avevo. Ho cercato di spostare l'attenzione sulle amicizie e sulla scuola, ma il dolore è rimasto. Dopo il college, sono tornato nella mia città natale e il panorama degli appuntamenti variava da cupo a inesistente. Tutti quelli della mia età erano già sposati da un paio d'anni o si erano trasferiti fuori dallo stato. Ho rapidamente rimosso gli appuntamenti come opzione per me stesso e ho deciso invece di appoggiarmi alla mia carriera.

Avanti veloce per venire a New York due anni fa, all'età di 30 anni. Spostarmi qui da solo mi ha fatto sentire potenziato, come una nuova versione di me stesso. Stavo ricominciando da capo in questa grande città. Una delle prime cose che ho fatto è stata scaricare Tinder e Bumble e passare allo swipe. Sono diventato ossessionato dall'idea di trovare un appuntamento, perché finalmente potevo senza sentirmi in colpa o completamente senza speranza!

Il mio primo appuntamento in assoluto è stato con un ragazzo super attraente (chiamiamolo Nick). Avevo pianificato ossessivamente tutto, fino all'atmosfera intima del bar e alla canotta nera che indossavo in quella gelida notte. Tuttavia, quel giorno non mi ricordavo di mangiare nulla. Quindi, a stomaco vuoto, traboccante di nervi, ho bevuto due cocktail e mi sono ubriacato accidentalmente. L'appuntamento è stato comunque un fallimento, perché Nick ha parlato ininterrottamente di se stesso per tutta la serata e mi ha dato quello che si spera è il peggior bacio della mia vita. Il mio primo appuntamento era nei libri, ed è stato orribile, ma non ho potuto fare a meno di essere sollevato di essere finalmente una persona che frequentava.

Fidarsi del mio istinto di appuntamenti/relazione che non sapevo di avere è stato un punto di svolta. Si è scoperto che in tutto questo ero molto più bravo di quanto pensassi. Ho iniziato a vedermi in modo sessuale e romantico. Ho imparato a toccare ed essere toccato senza staccarmi, a flirtare e parlare di sesso e a sentirmi a mio agio con l'essere desiderata. Mi sono cresciuti i calli del cuore dopo il rifiuto, che ha colpito molto duramente quelle prime volte. Ho imparato da solo a far fronte e andare avanti.

Ora che sono dall'altra parte degli appuntamenti, vedo che tutti i modi in cui è rimasto indietro hanno ripagato. Per uno, non mi dispiace prendere l'iniziativa, perché no? Penso che costruiamo risultati nelle nostre teste e li facciamo affari così enormi, quando in realtà non accadrà nulla di terribile se inizio il primo bacio. Mi avvicino a ogni appuntamento con lo stesso livello di franchezza e ottimismo, anche se ho vissuto alcuni momenti strazianti come rompere le cose con qualcuno che amavo, che non aveva la capacità di avere una relazione con me. So cosa voglio e, cosa più importante, cosa non voglio in una persona e questa è una delle lezioni più preziose che abbia mai imparato.

Quando ho cercato la definizione di un ritardatario, sono rimasto sorpreso di vederlo descritto come qualcuno le cui capacità non sono ancora viste da altri non significa che non esistano. Non ci avevo mai pensato in quel modo prima, ed è stato un tale sollievo. Quando cresci guardando tutti gli altri fare qualcosa che senti di dover fare, sembra che manchi un pezzo, quando in realtà il mio pezzo è rimasto intatto per tutto il tempo. Nessuno di noi sa automaticamente come essere in una relazione romantica è in continua evoluzione. E non credo che tornerei indietro e cercherei di cambiare qualcosa, anzi, vorrei solo potermi dire che sarebbe andato anche meglio di quanto mi aspettassi e che non avrei finito il tempo. Dopotutto, la vita è troppo breve (e troppo lunga) per affrettare una cosa così bella e intricata.

E tu? Ci sono altri ritardatari là fuori?

PS Vedere il mio corpo con occhi nuovi e il tuo primo bacio: com'è stato?