Seleccionar página

Ultime notizie: fare la matrigna è complicato. Ci sono momenti in cui ti senti come Carol Brady, altri in cui ti senti come la malvagia caricatura di Cenerentola, ma la maggior parte di loro si trova da qualche parte tra i due. Un po' come, sai, ogni altro genitore del mondo. Oggi abbiamo chiesto a sei matrigne di parlare di ciò che hanno imparato. Ecco le loro storie oneste

Sulla ricerca del tuo ruolo:

All'inizio mi chiedevo sempre: chi sono io? Qual è il mio ruolo qui? e direi a me stesso, non sei la loro madre, sei tu . Devi sempre ricordartelo, ma devi anche trovare i buchi. Non importa come siano gli altri due genitori, ci sono dei buchi da riempire. Come forse i loro genitori non facevano sport quando erano piccoli, ma tu lo fai. E i bambini sono interessati a questo. O forse l'altro genitore non ha un grossolano senso dell'umorismo, ma tu sì! Trova quei buchi e riempili. Questo stabilisce la tua relazione. Cara, matrigna di due bambini di 12 e 10 anni; mamma a un anno

Molti libri sui genitori dicono qualcosa sulla falsariga di Sii un genitore, non un amico. Questi libri chiaramente non sono scritti per i genitori acquisiti, che devono navigare in una strana e sottile corda tesa genitoriale senza oltrepassare né essere troppo coinvolti. La realtà è che la madre di Margot è morta e io sono la sua unica figura materna vivente di cui ha bisogno e merita qualcosa in più di un genitore, più un amico con cui ridere e guardare la TV. Non voglio mai che Margot pensi che io sia un sostituto di sua madre. Dico a Margot che sua madre è sempre stata, lo sarà sempre e che io sono la sua Lisa, lo è sempre stata, lo sarà sempre. Non è una competizione. Non c'è modo di sostituirla. C'è spazio per tutti noi nella nostra famiglia. Lisa, la matrigna di Margot, 13 anni

Su aspettative vs. realtà:

La matrigna, onestamente, è più impegnativa di quanto pensassi. Ci sono andato pensando che avremmo avuto una fantastica famiglia mista. Mio marito ed io abbiamo deciso che avremmo cresciuto tutti i bambini con lo stesso insieme di regole e aspettative. Ciò si è rapidamente ritorto contro perché la famiglia delle loro mamme non aveva regole. La loro mamma ha iniziato a chiamarmi Il Diavolo. Ho letto diversi libri, tra cui A Career Girls Guide to Becoming a Stepmom and Stepmonster , ed è stato utile sentire che le famiglie miste non sono sempre armoniose. Ma la nostra situazione attuale non è bella o divertente. Brooke, matrigna di due bambini, 14 e 10 anni; mamma di due figli, 4 e 3 anni

È difficile sentirsi come se fossi davvero un genitore a volte. Gli ultimi cinque anni sono stati un turbine di coming out, la mia prima ragazza è diventata il mio primo crepacuore, poi ho incontrato l'amore della mia vita e ho tracciato un percorso completamente nuovo per me stesso. Nell'arco di un anno, sono passata da mamma cane millenaria single che vive in città a matrigna suburbana con un bambino dell'asilo e un appartamento. Spesso mi sento come una bambina che gioca a travestirsi quando vado a prendere Chloe a scuola o cerco di fare due chiacchiere con altri genitori. Sara, la matrigna di Chloe, 5 anni

Quando incontri Stepkids per la prima volta:

Non sforzarti troppo. Se stai incontrando i bambini, probabilmente ci sarai per un lungo periodo, quindi c'è tutto il tempo per stabilire un legame. La prima volta che ho incontrato le figlie dei miei allora fidanzati, erano timide e non parlavano molto. Non puoi prendere questo genere di cose sul personale perché non hai idea di cosa stia succedendo con loro: hanno avuto una brutta esperienza con la sua ultima ragazza? La loro mamma ha detto qualcosa di denigratorio su di te? O sono solo adolescenti lunatici? E ricorda che probabilmente sono altrettanto nervosi di incontrarti come lo sei tu di incontrarli. Sii amichevole e aperto e segui il loro esempio. Maria, matrigna di quattro bambini, dai 15 ai 21 anni; mamma a 5 anni

Ho incontrato Chloe, allora tre anni, circa sei mesi dopo la mia relazione con sua madre. So che è sorprendentemente tipico delle coppie omosessuali, ma io e la mia partner Jennie siamo diventati seri in fretta. Quando Jennie e il suo ex si sono lasciati, hanno deciso che qualsiasi nuovo partner avrebbe dovuto incontrare l'altro genitore prima di incontrare Chloe. Ora che faccio parte di una squadra di co-genitori, è stato bello aver incontrato prima il padre di Chloes. Ha posto le basi per lavorare come una squadra. Sara

Mio marito e sua figlia hanno discusso per la prima volta dei suoi sentimenti riguardo ai suoi appuntamenti. L'ha apprezzato. Non è necessario ottenere il permesso di un bambino per uscire con un bambino non è responsabile della tua vita personale! Ma hanno il diritto di far sentire i loro sentimenti. Penso che i ragazzi ottengano più di quanto diamo loro credito. Nessun bambino vuole essere preso alla sprovvista e nessun genitore acquisito vuole essere il cattivo accidentale perché mamma o papà non li hanno facilitati nell'idea. Lisa

Durante la navigazione in vacanza:

I bambini sono dappertutto durante le vacanze, quindi ci ha spinto a pensare in modo un po' diverso e dire, diamo un'occhiata al calendario e scopriamo quando eravamo tutti insieme. Quindi forse il Natale è il 16 dicembre di quest'anno! Questo è quando decoriamo le case di pan di zenzero e prendiamo un albero. Abbiamo le nostre tradizioni e le rispettiamo ogni anno e penso che sia estremamente importante. Cara

Le vacanze possono essere difficili. È un periodo molto sentimentale e anche le cattive tradizioni contano per le persone, altrimenti non mangeremmo tutti tacchino per il Ringraziamento (ma questa è una discussione completamente separata). Finora abbiamo trascorso solo alcune grandi vacanze insieme come famiglia. Sono un po' in inferiorità numerica, ce ne sono due e uno di me, quindi ci saranno sempre, credo, panini alla cannella affettati e cotti al forno di Pillsbury la mattina di Natale invece di quelli carini fatti in casa che vorrei fare, ma va bene così. Mi dà più spazio per la torta. Lisa

Sulla disciplina dei figliastri:

Abbiamo passato anni di tensione nella nostra casa quando sarebbero venuti i miei figliastri. Mi sentivo come se fossero ospiti maleducati e ho dovuto mordermi la lingua per non essere percepito come un disciplinare i bambini. Questo mi ha portato a rimanere isolata nella parte posteriore della casa con i miei bambini biologici. Brooke

Ho scoperto che avere i tuoi figliastri che ti vedono con l'autorità dei genitori arriva con il tempo e non con il racconto ma con la modellazione. Cara

Sulla sovracompensazione:

Quando ho iniziato a uscire con il mio attuale marito Brodie, ero dolorosamente consapevole del fatto che Margot era una bambina di nove anni che aveva perso sua madre, e ho sovracompensato. Per il suo decimo compleanno, ho passato giorni a decorare una bellissima torta con sopra dei gufi di pasta di zucchero scolpiti, secondo la sua richiesta, e a trasportarli in un altro stato per la festa. Adorava una vittoria della torta di compleanno! Allo stesso tempo, il processo mi ha lasciato svuotato e stressato. Guardando indietro, vorrei aver trovato una via di mezzo per fare qualcosa di carino per Margot, senza esaurirmi nel processo. In realtà, penso che possa parlare di genitorialità in generale. Lisa

In disaccordo con il tuo coniuge:

Il mio coniuge è un padre fantastico e imparo di più da lui sull'essere genitori del bambino che ho portato nella relazione che da chiunque altro. Ma ci sono sicuramente momenti in cui non siamo d'accordo: principalmente, quando ha paura di scuotere la barca con i suoi figli, quindi l'inferno accetta le cose che influenzano la mia vita senza consultarmi, come accettare di lasciare che i suoi figli abbiano un cane senza vedere come mi sentivo prima a riguardo. (Fortunatamente adoro il cane, quindi ha funzionato!) Maria

Potrebbe essere più facile adottare un approccio laissez-faire e lasciare che sia mio marito a prendere le pesanti decisioni dei genitori, ma amo la mia figliastra e mi sento molto coinvolta nel suo benessere, quindi parlo. (Sono anche naturalmente supponente, quindi non parlare sarebbe come chiedere a un pesce di non nuotare.) A suo immenso merito, Brodie non mi ha mai fatto sentire meno che un genitore alla pari di Margot. Ne parliamo. Lisa

Mio marito ed io ora andiamo da un terapista familiare che ci aiuta a navigare avendo i figliastri in casa nostra. È ottimo. Invece di discutere di problemi genitoriali a casa, scrivo una lista e la porto in terapia. Brooke

Sulla comunicazione con l'altra mamma o papà:

Ho un ottimo rapporto con la mamma dei miei figliastri. Abbiamo fatto delle vacanze insieme, andiamo a giochi e concerti e celebriamo insieme questo bambino in tutti i modi che merita. Ma quando si tratta dei grandi problemi genitoriali, delle conferenze degli insegnanti, di quante squadre giocano contemporaneamente, di tutti i dadi e bulloni per allevarlo, mi ritiro per un motivo molto semplice: non sono sua madre. Ha una grande mamma e un papà che sono entrambi profondamente impegnati. Ovviamente, condividerò i miei pensieri e le mie preoccupazioni con mio marito, ma alla fine dovrebbero fare ciò che ritengono sia meglio. Credo nel mantenere quei confini perché ne ho bisogno dall'altra parte. La matrigna di mio figlio lo adora, ma non mi metto a parlare con lei di nulla. La co-genitorialità con un ex coniuge è già abbastanza difficile senza dover essere co-genitoriali tramite comitato. Elizabeth, mamma di Jason, 12 anni, e matrigna di Cole, 14.

Non ho molta interazione con la loro mamma biologica. Parla spesso di me e mio marito con i suoi figli. Dice a mio marito e ai suoi figli che io sono la causa principale di tutti i problemi. È difficile, mi sento come se non potessi vincere. Brooke

Sulle parti più difficili:

La parte più difficile è sentirsi come se tutti fossero così più esperti nella genitorialità. Sono relativamente nuovo, ma tutti i genitori di amici di Margots lo fanno da almeno 13 anni e sembrano così capaci e a proprio agio. Continuo a non sapere molte cose che presumo che la maggior parte dei genitori sappia come parlare di sesso o di trecce francesi o essere coinvolta nella giusta quantità con i compiti, quindi è difficile non sentirsi un po' un intruso che gioca a recuperare. Lisa

La logistica è la parte più difficile per me, senza dubbio. E in realtà sono fortunato poiché io e mio marito abbiamo rapporti piuttosto buoni con i nostri ex. Detto questo, è follemente frustrante che non possiamo mai pianificare una vacanza o apportare modifiche estemporanee al programma finché non lo cancelliamo con altre due persone. A volte va benissimo, e a volte ne risultano discussioni piuttosto grandi. Non vedo davvero che questo diventi un non-problema. Una volta che i ragazzi saranno abbastanza grandi per prendere le proprie decisioni, dovranno comunque dividere il loro tempo tra le loro due famiglie. Il che mi porta all'altra parte più difficile: non sentirci mai come se avessimo abbastanza tempo con loro. E sta andando così, così velocemente. Elisabetta

Sulle parti più dolci:

Di gran lunga, il vantaggio più dolce di avere una famiglia mista è vedere mio figlio e mio figliastro crescere insieme come fratelli. Avevano cinque e sei anni quando ho incontrato mio marito per la prima volta, e ora hanno quasi 13 e 14 anni. Stanno insieme ogni due fine settimana, e quei fine settimana sono come tre giorni di gioco. Questo non vuol dire che non si innervosiscono mai a vicenda perché fanno proprio come ogni altro gruppo di fratelli. E questo è ciò che è sorprendente. Sono fratelli. Elisabetta

Ogni pochi mesi, Chloe e io raggiungiamo nuovi livelli di intimità. Man mano che trascorriamo più tempo insieme, la nostra crescita di coppia si manifesta in questi gesti dolci, quasi incommensurabili. A volte è semplice come un leggero appoggio sulla mia spalla quando lei non si sarebbe appoggiata prima. Sara

Quando ho sentito Margot parlare con una cugina dei miei genitori e ho capito che si riferiva a me. Lisa

Sei un genitore acquisito? Cosa aggiungeresti?

PS Sull'avere un figlio unico e il mio mantra di maternità.