Seleccionar página

Negli ultimi dieci anni, Mara Kofoed ha cercato di avere un bambino. Quando ha iniziato a rivelarsi difficile, ha provato l'agopuntura, la IUI, la fecondazione in vitro. Niente ha funzionato. Alla fine, questa primavera, lei e suo marito Danny hanno deciso di smettere di provare e concentrarsi invece su una vita senza figli. Ecco la commovente storia di Maras e la lezione di felicità che ha imparato lungo la strada

Sul tentativo di concepire: per dieci anni, abbiamo fatto di tutto per avere un bambino. I medici mi hanno detto che la mia infertilità era inspiegabile. Per prima cosa ho provato trattamenti naturali, come agopuntura, erbe, tè, integratori, cambiamenti nella dieta, meditazione e visite con guaritori olistici. Queste esperienze hanno cambiato la mia vita in molti modi profondi, ma non hanno funzionato per rimanere incinta. Successivamente, ho provato tre cicli di IUI e due cicli di fecondazione in vitro. Niente ha avuto successo. L'ultimo ciclo di fecondazione in vitro ha consumato ogni grammo della mia energia e mi ha davvero mandato in tilt, fisicamente, ormonalmente ed emotivamente. Alla fine, abbiamo deciso di non fare più trattamenti e di provare a vivere la vita migliore possibile.

Sulle reazioni dei propri cari: la maggior parte delle persone è molto, molto scioccata dal fatto che al momento non abbiamo in programma di adottare o fare più trattamenti medici. Penso che la maggior parte delle persone non capisca perché non abbiamo potuto continuare a provare. Perché non adotteresti? Altre persone pensano che stiamo scegliendo questo perché in realtà vogliamo essere senza figli e quindi si comportano molto eccitati per noi e si congratulano persino con noi e dicono, Yay! Stupendo! Puoi viaggiare per il mondo! Sono così felice che voi ragazzi stiate facendo quello che volete! Non siamo offesi da nessun commento poiché tutti intendono così, così bene.

Ma ecco com'è per noi, è molto, molto triste per noi. L'idea di una famiglia sembra che non accadrà. Ma abbiamo fatto quello che potevamo. Dopo dieci anni, non ho più resistenza per continuare l'inseguimento. Andare avanti è una delle cose più complicate che abbia mai affrontato. Ma ogni grammo di me stesso è finito nel perseguire, perseguire, perseguire. È come se qualcuno fosse morto e invece di dedicare una vita a cambiare ciò che è, andremo avanti e faremo del nostro meglio per vivere la vita migliore che possiamo. E stavamo cercando di coltivare quanta più eccitazione e speranza possibile per una vita che non assomiglia per niente a quella che avevamo pianificato.

Andare avanti: l'adozione è certamente un'opzione, ma è un'impresa così grande, enorme, enorme, a questo punto, sento che è il momento di andare avanti. Non ho la voglia di fare un'altra telefonata figuriamoci 1.000. So che molte persone scelgono di perseguire l'adozione, l'affidamento o molti altri cicli di fecondazione in vitro, e faccio il tifo per tutti coloro là fuori che stanno cercando di seguire il proprio cuore e fare tutto ciò che possono raccogliere. Ma per me, il desiderio generale di continuare è diminuito. Non sono sicuro del perché, esattamente, ma ora non potrei sentirmi più lontano dalla maternità. È stato così, così lontano in lontananza per così tanto tempo che non riesco più a vederlo. Mi sentivo più vicino ad esso, quando sembrava esserci ancora la possibilità di poter essere una madre; L'ho pianificato, ho combattuto per questo, ho trasformato la mia vita per questo, avevo una lista di nomi di bambini, ho salvato i vestiti. Ma ora (e ormai da un po' di tempo), mi sento più lontano che mai. Non riesco ad assaggiarlo. Non posso toccarlo. non lo so. Sembra impossibile perseguire l'adozione sentendosi in questo modo.

Spiegando la decisione ad amici e familiari: diciamo che vuoi davvero ottenere un diploma di scuola superiore e che stai lavorando per ottenere quel diploma. E quando tutti i tuoi amici sono pronti per diplomarsi, la scuola viene da te e dice: "Oh, devi tornare e farlo per un altro anno e poi forse potrai ottenere un diploma". Quindi torni e lavori, studi e fai tutti i test, e ancora loro dicono, mi dispiace tanto, devi tornare e farlo per un altro anno. Ci sono passato per 10 anni. Nel frattempo, tutti i tuoi amici hanno già i loro diplomi e vivono una vita completamente diversa. A questo punto, ho dimenticato cosa si prova ad essere entusiasti di ottenere un diploma.

Perseguire un figlio è uno stile di vita assoluto. Alcune persone non si rendono conto di quanto tempo ci vuole. Colpisce tutto, il cibo che mangi, la tua routine quotidiana, le telefonate, la burocrazia, gli appuntamenti, ti impedisce di perseguire altre cose. Ho vissuto tutta la mia vita con l'idea che un giorno avrei avuto un bambino, e ha influenzato tutto: decisioni professionali, quale macchina ho comprato, la casa che ho comprato. Ho vissuto la mia vita in un modo incentrato su un futuro con un bambino. Ora sento di dover ricominciare da capo e ridefinire come sarà la mia vita.

Sul sentirsi isolati: mi sono sentito triste per non poter vivere la gravidanza, il miracolo della nascita, l'allattamento al seno di un bambino. Non vedevo l'ora di condividere queste incredibili esperienze di vita che hanno unito le donne di tutto il mondo dall'inizio dei tempi. C'è un senso di isolamento nel non sapere ciò che tante altre donne sembrano sapere.

Sulle paure per il futuro: se dovessi perdere mio marito Danny, non avrei figli, né una mia famiglia nucleare. Uno di noi un giorno morirà e lascerà l'altro in pace. Riesco a malapena a sopportare il pensiero. È strano pensare che non avremo alcun lignaggio. Fondamentalmente scompariremo un giorno.

Sull'essere felice per gli altri genitori: il primo anno in cui ho avuto problemi a concepire, ero in un luogo oscuro. Non volevo sentire parlare di persone che rimanevano incinte. Ma ora, sorprendentemente, non è triste vedere altre persone con bambini. Lo ammiro, è bellissimo. Lo scorso Natale non siamo andati a casa della nostra famiglia, perché ci stavamo trasferendo, e mia cognata si è chiesta se non siamo andati perché non volevo stare con i bambini. Mi ha spezzato il cuore, dal momento che non potrebbe essere più lontano dalla verità.

In un incontro che cambia la vita: all'inizio del processo di concepimento, ho incontrato la più meravigliosa agopuntore, Angela Le. Mi ha insegnato a trovare la completezza dentro di me. La sua missione è cambiare il mondo una donna alla volta. Per miracolo, l'ho incontrata e ha trasformato la mia vita.

Sulla ricerca della felicità dentro di te: con l'infertilità, all'inizio, penserei, oh mio Dio, se potessi solo rimanere incinta, la vita sarebbe così incredibile, e sarò così felice, e questo bambino renderà semplicemente il mio mondo. Per anni, il mio valore e la mia identità sono stati racchiusi nell'avere un coniuge e dei figli. Ma poi, ho capito che stavo facendo pressione su questo bambino perché mi realizzasse, quando in realtà il mio lavoro è trovare soddisfazione, non qualcun altro.

Se stai cercando la completezza da un'altra persona che guarda a tuo figlio, al coniuge o al lavoro, quando incontrerai sfide in quella relazione, ti sentirai minacciato. Il tuo valore e la tua identità di moglie/madre/imprenditore saranno risucchiati da ogni cattivo umore, tono di voce, momento stressante, ecc. Questa è un'enorme pressione sull'altra persona. Non c'è modo di evitarlo finché non decidi di tagliare il cavo e dire, la mia integrità è intatta. È la cosa più amorevole che puoi offrire a qualcuno, perché ti permette di amare assolutamente gli altri e di rimanere stabile, indipendentemente dalle circostanze.

So con ogni grammo del mio essere che la gioia nella vita è possibile indipendentemente dalle circostanze, indipendentemente dalla mano che ti viene data. Ora vivo la mia vita coltivando io stesso la gioia e la felicità e non facendo affidamento su nessun altro per questo. La cosa più importante è imparare a vivere una vita motivata dall'amore, indipendentemente dalle circostanze. Questo è ciò che rende dei buoni genitori dei buoni genitori. Questo è ciò che rende brave persone brave persone. E ce l'ho ancora. L'abbiamo TUTTI.

Sul vivere una vita motivata dall'amore: nel nostro matrimonio, se c'è un momento in cui uno di noi non sta bene, se uno di noi è stanco o affamato o semplicemente stressato, cercheremo di attingere a quell'amore che abbiamo per ognuno. Anche se mio marito è totalmente sconvolto, cercherò in quel momento di vederlo come un fattore scatenante per offrirgli ancora più pazienza e amore. È facile mordere e dire Beh, perché hai usato quel tono di voce con me? o Perché non hai fatto questa cosa che avevi detto che avresti fatto? Ma invece cerco di offrire più gentilezza e di parlare con voce calma. Gli dà lo spazio per tornare dove vuole essere se ci vuole un minuto, ottimo, e se ci vogliono dieci minuti, va bene. Avere quella gentilezza offerta a lui lo ispirerà a rialzarsi per diventare ciò che vuole essere. Fa lo stesso anche con me. Lo facciamo avanti e indietro l'uno con l'altro. Può essere davvero bello.

Sull'imparare a essere integri: voglio dare alle donne la speranza, l'idea che c'è un'altra opzione, un altro modo di vivere. L'infertilità è la ragione per cui ho cambiato la mia vita in meglio. I libri sono anche un ottimo punto di partenza. Adoro The Power of Now e A New Earth di Eckhart Tolle. Ti insegnano a trovare il tuo potenziale più profondo, la tua interezza e il tuo valore. Invio tanto amore oggi a chiunque stia navigando sulla strada per avere figli (o no) o crescere figli (o no). Sono convinto che questi siano alcuni dei percorsi più difficili da affrontare. Ma possono anche essere i percorsi più santificanti mai trovati.

Leggi di più sul bellissimo blog di Maras, Un blog sull'amore, se lo desideri. Grazie mille per aver condiviso la tua storia, Mara. baci baci

PS Un altro amico ha problemi di infertilità e decideresti mai di non avere figli? Inoltre, cosa succede se non sei sicuro di volere bambini o no?