Seleccionar página

Anni fa, guardando il documentario Happy , ho appreso delle case comuni in Danimarca, dove più famiglie e single di tutte le età condividono un grande spazio. (Avevano le loro camere da letto e piccole aree soggiorno, ma condividevano un'enorme caffetteria, giardini e campi da gioco.) Per me, sembrava il paradiso! Poi, il mese scorso, ho incontrato una donna la cui famiglia condivide una casa con un'altra famiglia a San Francisco. Curiosi di saperne di più, abbiamo parlato di come funziona il tutto

Ann Larie, una psicoterapeuta, condivide una casa nel sud-ovest di San Francisco con altre sei persone: suo marito Derek e il figlio di due anni Dashiell, più un'altra famiglia, Thor e Amy, e i loro figli, Tesla, 8 e Quinn, 13 .

Sulla decisione di condividere una casa: quando mi sono trasferita da Athens, in Georgia, ho capito che la vita in comune è una cosa importante qui fuori. Ci sono case da 30 persone in tutta Berkeley. Ne sono rimasto affascinato. Ero tipo, è così californiano! Avevamo un gruppo di amici, che vivevano in diverse case che si affacciavano su un cortile comune. Cenavano insieme, condividevano l'assistenza all'infanzia, si aiutavano a vicenda. Un giorno ho visto su Facebook che uno dei papà stava creando un sistema di carrucole per i bambini in basso per inviare messaggi ai bambini in alto. Stavamo per creare una famiglia e all'improvviso ho avuto questo grande desiderio di avere più famiglie tutte insieme. Ho avuto una visione.

Sul fare un piano: stranamente, solo pochi giorni dopo, sono andato a yoga con la mia amica Amy e lei mi ha detto che lei e suo marito stavano lottando per trovare un posto dove vivere perché gli appartamenti qui sono proibitivi. Ha detto, forse dovremmo entrare in una casa? E ho detto, è davvero strano che tu l'abbia menzionato! E noi pensavamo, no, stiamo pensando a questo? Dio mio

Sulla sensazione di esitazione: mio marito Derek è salito a bordo, ma sono abbastanza sicuro che abbia pensato che avrebbe potuto vomitare un posto di blocco in seguito. Non aveva mai vissuto con nessuno tranne compagni di stanza del college e un partner romantico. Nel frattempo, Amy e suo marito Thor erano disposti a tutto. Sono il tipo di spirito creativo imprenditoriale che dice, suona bene, proviamolo, ci sono diversi modi di essere al mondo!

Sulla ricerca della casa: Amy l'ha trovata. Eravamo tutti tipo, santo wow. La quantità di casa che potevamo permetterci era molto superiore a quella che ognuno di noi avrebbe trovato individualmente. Che ha conquistato per tutti. E poi Derek ha detto, oh merda, sta succedendo, pensavo stessimo solo pensando!

Il giorno in cui abbiamo firmato il contratto di locazione.

Su come sistemare la casa insieme: ci siamo trasferiti tre anni fa, quando ero incinta. Decorare è stato sorprendentemente facile. A loro piaceva la nostra arte e a noi piacevano i loro mobili. Abbiamo due soggiorni in comune, quindi ci sono posti per guardare la TV, posti per far giocare i bambini, un angolo per raggomitolarsi con un libro Entrambe le camere da letto principali sono all'ultimo piano. Le prime domande di tutti riguardano sempre il sesso, ma il sesso non è stato un gran problema, tutti noi abbiamo figli, quindi eravamo già abituati a non fare sesso in modo così rumoroso e chiassoso!

Sulle parti difficili della convivenza: quando ci siamo trasferiti per la prima volta, dovevamo abituarci ai pasticci dei bambini. E dopo che abbiamo avuto un bambino, ho dovuto zittire tutti ogni cinque minuti. È stato stressante per me, ma fortunatamente il bambino è abbastanza grande ora che Thor può suonare di nuovo al pianoforte di notte, il che è una parte così importante della nostra esperienza insieme. Inoltre non puoi litigare con tuo marito in cucina, dato che ci sono altre persone in giro, il che a volte è positivo. Devi aspettare che la tua fisiologia si calmi!

Sull'educazione dei figli insieme: mio figlio, Dashiell, e la loro figlia, Tesla, sono ossessionati l'uno dall'altro. Stavamo progettando di avere un solo figlio, ma Dash riesce comunque ad avere rapporti tra fratelli con i bambini che vivono nella stessa casa e fanno colazione con lui e lo conoscono così profondamente. E, a 13 anni, Quinn ora è abbastanza grande per fare da babysitter. Al momento di coricarsi, Dash scorre i loro nomi prima di andare a dormire: maggio-maggio, Coco, Tata, Tor sono le sue pietre miliari. Sono sicuro che a volte tutti abbiamo fantasticato di trasferirci, ma il modo in cui i bambini sono così attaccati l'uno all'altro, sarebbe un grosso problema. Ora non possiamo uscirne! Ahah.

Nel nominare la nostra famiglia: chiamiamo la nostra casa The Lighthouse perché è piena di finestre, inoltre c'è il doppio senso di essere un faro, una luce splendente che guida la strada. Chiamiamo i bambini fratelli del faro. Non erano solo amici ma una famiglia faro. È così che creiamo un linguaggio attorno ad esso. Diciamo che stavamo facendo una cena in famiglia al faro o una gita in famiglia al faro.

Sul goderci la compagnia: io e mio marito siamo entrambi estroversi e ci piace che ci sia sempre qualcuno con cui parlare o guardare un film. Ho parlato anche con introversi, a cui piace condividere una casa perché permette loro di sentirsi socievoli ma in un modo molto meno disinvolto. E se ci accadono cose brutte, se uno di noi perde il lavoro o ha una brutta giornata di lavoro, c'è un incontro. Di solito eravamo tutti in cucina a preparare le nostre cene allo stesso tempo, e se qualcuno ha grandi novità, porta lo Champagne a casa ed era tutto brillo, o se avete una giornata difficile, beh ascoltate tutti.

Sull'aiutarsi a vicenda: la gestione dei bambini è stata completamente 100 volte più facile di quanto sarebbe stata. Anche solo, devo andare in bagno, puoi guardare Dash? E c'è un flusso costante di nonni, c'è sempre un Pop Pop a cui saltare tra le braccia.

Sulle faccende domestiche: il lavoro notturno in cucina è la cosa più importante. La cucina è il luogo in cui le persone soffrono di più i propri sentimenti. Forse perché il cibo è così centrale nella nostra esistenza! Così, ogni notte, qualcuno pulirà i ripiani, svuoterà la lavastoviglie, pulirà i fornelli, spazzerà, porterà fuori la spazzatura e il compost, cambierà gli strofinacci. Ogni mattina ti svegli in questa cucina gloriosamente pulita, ti fa sentire più felice. Ciò ha mantenuto la famiglia sana.

Riguardo al tempo prezioso per la qualità: una cosa che mi ha sorpreso è stato il modo in cui devi impostare i tempi per uscire come amici in modo diverso dai coinquilini. Gli adulti fanno serate al cinema a casa o vanno a cena insieme per mantenere la nostra amicizia. È la stessa cosa di quando fissi un appuntamento notturno con tuo marito e ti ricordi perché vi piacete. Quando tutti gli adulti in casa escono come amici quando erano fuori servizio, non gestivano la casa e i bambini dicevano, oh sì, queste sono le persone che amiamo così tanto! Quando metti da parte quel tempo, aiuta a guarire su eventuali punti accidentati o irritazioni minori che si verificano vivendo sotto lo stesso tetto.

In rari momenti di tranquillità: quando la loro famiglia è fuori città e mio marito lavora fino a tardi, adoro guardare tutto quello che voglio in TV. Oppure, tornerò a casa in una notte feriale e nessuno sarà ancora a casa e la quiete sarà davvero incantevole. Come madre di un bambino di due anni impari ad assaporare la quiete. Quando l'altra famiglia è fuori città, a volte va in giro nuda solo per divertimento.

Condivideresti una casa con un'altra famiglia? È divertente, sembra che le persone cadano da una parte o dall'altra. Così curioso di sentire cosa ne pensate tutti. Grazie mille, Anna Larie!

PS 24 cose sorprendenti sulla genitorialità negli Stati Uniti e sul co-dormire in un letto familiare.