Seleccionar página

Cup of Jo è in corso da 13 anni (!), quindi abbiamo deciso di mettere in evidenza i post popolari del passato. Ecco uno dei nostri preferiti, originariamente pubblicato il 27 giugno 2011

Oggi mi piace parlare di nuova paternità. Durante il viaggio di tre ore in auto dalla spiaggia questo fine settimana, io e Alex abbiamo iniziato a parlare di genitorialità e ha rivelato alcuni pensieri divertenti e sorprendenti sul nostro primo anno con un bambino. Ecco le sue otto confessioni, nelle sue stesse parole, di seguito

1. Non ho legato subito con il bambino.
L'esperienza della paternità è elettrizzante, ma allo stesso tempo così difficile. Ho amato Toby dal momento in cui l'ho visto. Ma i primi mesi, a dire il vero, furono puro adattamento. Il bambino è così indifeso, e tu sei così incapace, e non hai quel forte legame chimico, ormonale ed emotivo con il bambino, allo stesso modo in cui potrebbe farlo la madre.

Passi i primi sei mesi della vita del tuo bambino a stipare questo gigantesco libro di regole. Devi imparare tutto come tenere il bambino, come fasciare, come cambiare un pannolino. Non avevo mai giocato con le bambole e nemmeno come baby sitter, quindi era totalmente, totalmente nuovo.

Mi è piaciuto che fosse un'odissea affascinante e profondamente soddisfacente ma, segretamente, allo stesso tempo, se Joanna fosse entrata e avesse detto: "Le mie mamme prenderanno il controllo per il prossimo mese, sarei stata elettrizzata.

2. Il tempo trascorso da solo con il bambino è stato sorprendentemente profondo.
Anche se mi sentivo così perso nel complesso, sono rimasto sorpreso da come passare del tempo da solo con Toby fosse naturale e sorprendentemente non spaventoso. Ricordo la prima sera in cui abbiamo avuto Toby a casa. Joanna era a letto e io ho passato quattro ore da sola con lui. Stava dormendo nella culla accanto a me e iniziò ad agitarsi. Mi sono reso conto che non aveva mai sentito musica prima e che ho dovuto scegliere la prima canzone che avesse mai sentito. Mi sentivo come se avessi contribuito a plasmare il suo destino. La scelta di una canzone su iTunes è stata improvvisamente profonda! Ho deciso per Penny Lane dei Beatles. Era luminoso e ottimista, come il primo giorno di primavera. È stato un momento magico.

3. Mia moglie si è comportata come se fosse drogata.
Fino a quando non avrai un bambino, qualunque cosa accada, tu e tua moglie rispondete più o meno allo stesso modo. Sei sulla stessa lunghezza d'onda. Ma una volta che arriva il bambino, ogni cosa che succede, tua moglie ha una visione diversa di 90 gradi.

I massimi di Joannas erano più alti e i suoi minimi erano più bassi. La sua gioia generale era così alta; aveva gli occhi stellati e beata. D'altra parte, era più ansiosa. Era più incline a prendere a cuore qualsiasi cosa negativa, come Toby che si agitava mentre gli cambiavamo il pannolino. Ho pensato che il suo agitarsi fosse una cosa piccola, sfortunata ma inevitabile, ma sembrava incredibilmente urgente per Joanna. Era davvero sconvolta dal suo pianto per lei, era come se una sveglia suonasse dentro di lei. Aveva un'estrema ondata di ansia per ogni possibile segno di disturbo per Toby, mentre io mi rivolgevo al suo pianto ma non mi dava fastidio a livello emotivo. Ho solo pensato, Oh, tutti i bambini piangono, va tutto bene.

È come stare con qualcuno che si droga. Sei su un piano diverso. Guardi tua moglie e devi immaginare, cosa provi esattamente? Come ti sembra il mondo in questo momento? Quindi devi capire come rispondere nel modo in cui vorrebbe.

Tutto torna di nuovo con i piedi per terra. Joanna non ha più sentito quelle ondate estreme alle due estremità dello spettro emotivo ed è diventata più simile al suo vecchio sé (il che è un sollievo anche per lei), e mi sono ambientato di più e mi sono sentito come il mio vecchio sé. Verso il nono mese, ci siamo ritrovati a rimetterci ai nostri vecchi ritmi e a sentirci di nuovo noi stessi (vedi sotto:).

4. Ero nervoso che a mia moglie piacesse di più il bambino.
Può sembrare una follia, ma una grande paura che ho sempre avuto riguardo all'avere figli era che alla mia futura moglie potessero piacere di più. In molte delle famiglie dei miei amici che sono cresciute, il marito è stato praticamente sostituito dai bambini. Non c'è niente di più primordiale dell'amore tra madre e bambino. Ero assolutamente preoccupato di perdere una tacca.

Una volta Joanna stava mettendo a letto Toby e l'ho sentita dirgli: Sei la mia persona preferita in tutto il mondo, lo sai? e stavo pensando, davvero? Per quanto riguarda me? Sembra ridicolo, ma è stato un adattamento per non essere l'unico uomo nella sua vita. Ma alla fine, ho visto che il nostro matrimonio non avrebbe mai potuto essere sostituito da un bambino, è una cosa così diversa. Quella realizzazione fu un enorme sollievo.

5. I libri per bambini sono noiosi.
Adoro passare il tempo con Toby, specialmente quando andiamo a passeggio o suoniamo la chitarra. Ma alcune attività per bambini sono lente. Joanna sembra avere la capacità di uscire da se stessa e vedere le cose attraverso gli occhi del bambino, come leggere libri per bambini. Ma per me i libri per bambini sono fondamentalmente noiosi. Come, stordimento. Il Very Hungry Caterpillar è uno slittino duro.

6. Tutto ha cambiato direzione a nove mesi.
Una volta ho sentito una teoria secondo cui i bambini rimangono nell'utero per nove mesi, ma rimangono nel periodo gestazionale fuori dall'utero per i successivi nove mesi.

Tutto è cambiato quando Toby aveva nove mesi. Un giorno, Toby sembrava non sapere chi fossi (o importare!). Ma la sera dopo, tornai a casa dal lavoro, e Toby stava cenando sul seggiolone, e lui mi guardò e sorrise e strillò e si mise a suonare il jazz. Mi ha riconosciuto! È stato stupefacente. Mi sentivo come se fossimo veramente connessi. Onestamente, per la prima volta, non si sentiva solo il mio bambino, ma anche mio figlio.

7. Sogno ad occhi aperti il ​​futuro con Toby.
Sogno spesso ad occhi aperti la crescita di Toby: ascoltare musica, portarlo sulle barche, insegnargli a cucinare un'ottima frittata, raccontare storie dei vecchi tempi. Mi immagino sempre durante le escursioni per qualche motivo anche se non faccio molte escursioni. Mio padre ed io eravamo soliti stare seduti per ore alcune notti e pianificare il mio futuro, e adoro l'idea di essere dall'altra parte di quella conversazione. Non vedo l'ora di impartire lezioni che mio padre non mi ha dato come chiedere alle persone di uscire.

8. Sono pronto per un altro.
Con il tuo primo bambino, è davvero dura. Ogni giorno è una sorpresa. Ma ora so che posso farcela. Crescere un bambino per i primi 12 mesi della sua vita è un'abilità che ora ho. Avere un secondo figlio? Che tu ci creda o no, non vedo l'ora. 🙂

Grazie, Alessio!

PS Messaggi divertenti di papà e 15 cose che vorrei dire a una neomamma.