Seleccionar página

Nella nostra serie Motherhood Around the World, abbiamo parlato con mamme americane che stanno crescendo i loro figli all'estero. Questa settimana abbiamo ribaltato la situazione e parlato con nove mamme che sono cresciute all'estero e stanno crescendo i loro figli qui negli Stati Uniti. Ecco 24 cose che hanno trovato sorprendenti sulla genitorialità negli Stati Uniti

Lee Jensen

Sul cibo:

Non avevo mai visto cereali mangiati secchi come spuntino prima di andare nei playground americani. Ma i Cheerios sembrano essere un grande successo con i bambini americani. Inoltre non avevo mai visto contenitori per snack così colorati e tazze sippy. In Danimarca, uno spuntino per bambini sarebbe una fetta di pane di segale con formaggio avvolta in carta stagnola o una mela dritta. Devo ammettere che ora ho anche io una sfiziosa collezione di contenitori per snack!
Lee Jensen, che si è trasferito dalla Danimarca a New York

La cosa più sorprendente per me è stato il pranzo al sacco. In Giappone, lo prendiamo abbastanza sul serio. Crescendo, il nostro tipico pranzo al sacco sarebbe uova, pollo fritto, verdure un pasto adeguato. Quando ho visto per la prima volta mio marito preparare un pranzo al sacco per nostro figlio, era pane, burro di arachidi, patatine e questo era tutto. Mi ha assicurato che era normale.
Reika Yo Alexander, che si è trasferita dal Giappone a New York

Sandra Ajanaku

Sulla sicurezza:

Sono rimasto sorpreso dal modo in cui i bambini sorvegliati sono qui. In Giappone i bambini vanno a scuola da soli. Non appena i bambini iniziano la prima elementare, camminano e guidano da soli treni e autobus anche a Tokyo! Sono rimasto sorpreso dal fatto che a New York la mia amica accompagni suo figlio di 12 anni a scuola ogni giorno. Mio figlio ha cinque anni ed è in prima elementare, che è a dieci minuti a piedi da qui. Se lo lasciassi andare da solo, sarei messo in galera! Quindi cammino con lui a scuola ogni giorno.
Reika Yo Alexander, che si è trasferita dal Giappone a New York

Qui negli Stati Uniti c'è un'enorme industria del bambino, che in Romania non esiste. Ci sono pappe speciali, utensili speciali per bambini, precauzioni speciali per la sicurezza dei bambini e mobili speciali per bambini. In Romania, i bambini mangiano con un cucchiaino normale e bevono da un bicchiere normale. Giocano con giocattoli che non sono specificamente realizzati per lo sviluppo del cervello dai mesi 3-6. Inoltre, prima di venire qui, non avevo mai sentito parlare di babyproofing! Ora sono costantemente preoccupato che mia figlia si faccia male, ma mia madre e i miei amici da casa ridono solo di me e della mia ossessione che gli scaffali possano cadere.
Arabella Hester, che si è trasferita dalla Romania alla California

In Danimarca, i bambini spesso fanno un pisolino all'aperto in una grande carrozzina con lenzuola calde (un grande no-no negli Stati Uniti). Crediamo che fare un pisolino all'aria aperta faccia bene ai bambini. Quando è l'ora del riposino, trovi un posto tranquillo fuori, metti il ​​baby monitor nel passeggino e torna dentro. Questo vale per le persone che vivono in una casa, ma anche per le persone che vivono in appartamenti a Copenaghen. (La maggior parte dei condomini ha un cortile interno dove è possibile parcheggiare il passeggino per un pisolino.) È normale vedere passeggini con bambini che dormono parcheggiati fuori da negozi e caffè, quindi mamma o papà possono fare un salto per fare shopping o incontrare un amico per un caffè. I miei amici di mamma danese non sono preoccupati e non ho mai sentito di niente di brutto successo.
Lee Jensen, che si è trasferito dalla Danimarca a New York

Quando aveva sei mesi, l'ho portata a farsi forare le orecchie. (Questa è una cosa culturale: TUTTE le bambine in Brasile si fanno bucare le orecchie in ospedale quando nascono.) Quindi i miei amici brasiliani continuavano a darmi fastidio quando li facevo bucare. Ma le persone qui sono piuttosto sorprese che lei abbia già degli orecchini. Ho anche ricevuto sguardi sporchi dalle persone quando vedono mia figlia in sella al suo triciclo senza casco, anche se sta cavalcando solo sul nostro vialetto. Sento il giudizio!
Ana Willenbrock, che si è trasferita dal Brasile al Montana

Arabella Hester

Sulla comunità:

New York è un posto estremamente facile per le madri che fanno amicizia. Fai amicizia occasionale con le donne che vedi in continuazione e poi, se sei fortunato, trovi uno spirito affine. Mi sono fatto una ragazza per strada quando ho messo all'angolo lei e il suo passeggino, e ho urlato COS'E' QUELLO? (Era uno SnoozeShade, ed è fantastico.) Un'altra ragazza che ho fatto quando stavamo facendo picnic fianco a fianco con i nostri bambini nel parco. Certamente non ho mai fatto amicizia così prima di prendere letteralmente queste donne per strada. La maternità è un grande equalizzatore. Puoi sempre trovare qualcosa di cui parlare quando hai un bambino e penso che le donne americane siano particolarmente amichevoli.
Gemma Burgess, che si è trasferita da Hong Kong (via Londra e la Svizzera) a New York

Le persone qui hanno paura di toccarsi! Di cosa si tratta? Quando mi sono trasferita qui per la prima volta ero estremamente incinta di una figlia di due anni al seguito. Si stava ancora abituando al sistema di blocco di Brooklyn che si fermava ai semafori ad ogni isolato. A volte correvo sul marciapiede senza una preoccupazione al mondo e il mio cuore si fermava mentre urlavo dietro di lei di fermarsi. A volte urlo alle persone che camminano verso di noi di fermare mio figlio per favore. Volevano aiutare, ma ho avuto l'impressione che fossero tutti troppo spaventati per afferrarla e fermarla. Nei Paesi Bassi, le persone sarebbero state coinvolte. Immagino sia più una responsabilità qui. Un altro genitore ha suggerito che forse erano preoccupati che il bambino avrebbe avuto paura (l'intera cosa del pericolo sconosciuto). Ma sul serio? Preferisco afferrare un bambino e impedirgli di correre su una strada piuttosto che preoccuparmi di comportarsi in modo appropriato! Apprezziamo tutti ricevere aiuto.
Sandra Ajanaku, che si è trasferita dai Paesi Bassi a New York

Una grande differenza che mi manca sono i saluti. A volte, quando porto mio figlio a scuola, l'insegnante non dice nemmeno il buongiorno ai bambini oa noi. In Giappone è molto importante salutare le persone. Dici buongiorno a voce molto alta a tutti, all'insegnante, alla persona del traffico, a tutti quelli che incontri. È molto bello iniziare la giornata in questo modo.
Reika Yo Alexander, che si è trasferita dal Giappone a New York

Sono stato davvero sorpreso dal fatto che le date di gioco e le feste di compleanno in America abbiano un orario specifico per iniziare E finire. Poiché vengo dal Brasile (dove ci piace fare festa) non ho mai pensato di fissare un orario per terminare una festa. Per me, abbiamo sempre pensato, va bene, andiamo alla festa di compleanno dall'inizio alla fine, e chissà, può essere una festa di due ore o una festa di sei ore!
Ana Willenbrock, che si è trasferita dal Brasile al Montana

Nitya Karthik

Sulle buone maniere:

Sono rimasto sorpreso dal fatto che i bambini americani di appena un anno imparino a dire per favore, grazie, scusa e scusami. Queste cose non vengono insegnate attivamente in India. Un'altra differenza è il modo in cui i genitori qui tendono a stare alla larga perché l'ho detto e in realtà spiegano le cose ai loro figli. È ammirevole il modo in cui i genitori entrano nel ragionamento di base per far sapere al bambino perché alcune cose sono come sono. L'ultima volta che ho visitato Bombay, ho spiegato al mio bambino di quattro anni che non potevamo comprare troppe cose a causa delle restrizioni di peso sul volo, ecc. I miei parenti si chiedevano sinceramente perché non mi fossi fermato al n.
Nitya Karthik, che si è trasferita dall'India al New Jersey

I bambini in America hanno una libertà incredibile che i bambini in Romania non hanno. Qui possono prendere decisioni fin dalla più tenera età, viene richiesta la loro opinione e conta. In Romania, genitori e anziani hanno più autorità e i bambini in Romania sembrano più educati. Ma allo stesso tempo, potrebbero essere più timidi, timidi e compiacenti. È un compito difficile per me trovare l'equilibrio e crescere i miei bambini in un modo che prenda il meglio da entrambi i mondi.
Arabella Hester, che si è trasferita dalla Romania alla California

La mia famiglia è sconvolta dal modo in cui mio figlio si comporta a tavola. Non riesce a concentrarsi, non finisce il pasto, si rifiuta di mangiare determinati cibi, ecc. Qui negli Stati Uniti è considerato normale. In Francia, è considerato scortese. La mia famiglia a volte pensa che mio figlio sia piuttosto viziato e che io sia un genitore così così. Accidenti!
Johanna Trainer, che si è trasferita dalla Francia alla California

Qualcosa che amiamo a New York è il senso di comunità! Le persone lasciano il posto alle donne incinte in metropolitana e autobus, salutano per strada e aiutano le mamme con i passeggini a scendere le scale. Quando sono arrivato per la prima volta e stavo aprendo la mia mappa in metropolitana, le persone mi chiedevano se avevo bisogno di aiuto! Nelle sabbiere dei parchi giochi, ai bambini viene insegnato a scambiare e condividere. Questo è qualcosa che sicuramente non viene insegnato in Francia.
Melanie Roan, che si è trasferita dalla Francia a New York

Giovanna Allenatrice

A scuola:

Le scuole americane cercano di coinvolgere molto di più i genitori. I genitori vanno spesso in gita scolastica e agli eventi. In Giappone non c'è niente del genere. Erano anche molto coinvolti con i compiti, il che è positivo. I miei genitori non mi hanno mai aiutato con i compiti!
Reika Yo Alexander, che si è trasferita dal Giappone a New York

C'è un'isteria totale a New York riguardo a scuole materne e asili. Sto rinunciando al freak out. Ho sentito un'intensa pressione per portare mio figlio in una scuola materna a due anni, e ho continuato a pensare, ma sono sicuro che è troppo giovane. Ho continuato a rileggere quell'articolo di Slate Se stai leggendo questo articolo, il tuo bambino probabilmente non ha bisogno della scuola materna e cercando di calmarmi quando alcune delle madri del parco giochi erano come VOI SALTATE DUE? PERCHÉ DOVRESTI FARLO? Devo ignorare la vocina paranoica che mi dice che sto facendo un errore gigantesco quando in fondo so di avere ragione. Tutto andrà bene. Lo è sempre.
Gemma Burgess, che si è trasferita da Hong Kong a New York

Melanie Roan

Sulla moda:

Le mamme americane possono vestirsi in modo più casual. Di recente sono tornato in Francia e sono rimasto sorpreso da quanto fossero ben vestite le mamme francesi. I pantaloni da yoga sono un grande no-no. Anche la mamma di un neonato sarà vestita bene. Per me, una persona che ama i pantaloni da yoga, è stato stressante. E ora che mio figlio frequenta una scuola di francese qui a New York, sottolineo quando lo prendo in braccio.
Johanna Trainer, che si è trasferita dalla Francia alla California

Al momento di coricarsi:

Qui in America, abbiamo amici che mettono a letto i loro figli intorno alle 19:00. Può essere fantastico che i bambini vadano a letto presto in modo che i genitori possano bere un bicchiere di vino, guardare un film e rilassarsi. Ma vengo da un paese in cui le persone escono a cena non prima delle 21:30, quindi non riesco ancora a cenare prima delle 7:30. A volte mia figlia di due anni non va a letto fino alle 22:00 circa se non sembra stanca e non ha bisogno di svegliarsi presto il giorno successivo. Non vedo perché non dovrei passare un po' più di tempo con lei a giocare oa leggere di notte?
Ana Willenbrock, che si è trasferita dal Brasile al Montana

Reika Yo Alexander

Sull'equilibrio tra lavoro e vita privata:

Negli Stati Uniti, è normale assumere una babysitter serale di tanto in tanto. In Giappone, la maggior parte delle famiglie non ha una baby sitter. Personalmente, penso che sia importante passare del tempo con i tuoi figli, ma va bene anche ricevere aiuto. I genitori devono avere la propria vita! Qui, sei davvero incoraggiato a uscire e divertirti.
Reika Yo Alexander, che si è trasferita dal Giappone a New York

I miei amici in Brasile hanno tate e cameriere, il che è normale nella cultura. Sono un po' invidioso! Ma qui l'assistenza all'infanzia può essere molto costosa. Ho trovato le mamme americane molto pratiche e intelligenti. Molte cose in America ti semplificano la vita e ti aiutano a lavorare di più: secchi per pannolini, salviette per neonati, imbragature come Baby Bjorn ed Ergo, frullatori, utensili speciali in cui ci metti un frutto e il bambino può masticarlo per sempre. Non c'è molta attrezzatura in Brasile e ho trovato questi strumenti davvero utili.
Ana Willenbrock, che si è trasferita dal Brasile al Montana

Gemma Burgess

Sulla filosofia:

Una delle cose che mi ha sorpreso di più è l'estrema ansia che accompagna la genitorialità. Innumerevoli post di blog, forum, discussioni e dibattiti su diversi aspetti dell'educazione dei figli. C'è ansia per l'allattamento al seno rispetto alla formula; co-dormire vs. lasciare il bambino da solo nella sua stanza; homeschooling vs public schooling potrei andare avanti all'infinito. Quando stavo crescendo in India, questi dibattiti non esistevano. La maggior parte dei genitori qui è così preoccupata di fare la scelta giusta che la pressione può diventare opprimente.
Nitya Karthik, che si è trasferita dall'India al New Jersey

Crescere un bambino qui sembra essere guidato da teorie. Stai facendo l'attaccamento genitoriale o Ferberize/grida, ecc. In pratica, penso che tutti siano un po' nel mezzo, ma i libri sembrano incoraggiare le divisioni tra i genitori, in particolare le mamme. È scoraggiante crescere un bambino in questo ambiente! Ad esempio, due settimane fa ho cercato online per vedere se dovevo svegliare mio figlio neonato, che aveva dormito tutto il giorno. Tutti i siti statunitensi hanno detto SÌ, sveglia il bambino ogni tre ore per nutrirlo. Tutti i siti francesi dicevano NO, non svegliare mai un bambino che dorme. Se non hai un villaggio e ti affidi a Google, può creare confusione.
Johanna Trainer, che si è trasferita dalla Francia alla California

Quando ci siamo trasferiti qui per la prima volta, mi è stato dato un rinvio per una baby sitter olandese. Mi ha detto fin dall'inizio che i genitori statunitensi trattano i loro figli più come piccoli adulti, con più rispetto. In Olanda, a un bambino verrà detto rapidamente cosa dovrebbe o non dovrebbe fare. Qui ci sono sempre scelte e suggerimenti. Torniamo a casa adesso? Vuoi succo di mela o acqua? Penso che al tuo amico potrebbe piacere se condividi. Anche se nel mio approccio mi piace pensare che sono olandese, tutte e tre queste citazioni sono cose che dico quotidianamente. Alla fine della giornata, non penso che ci sia un modo giusto o sbagliato.
Sandra Ajanaku, che si è trasferita dai Paesi Bassi a New York

Ana Willenbrock

Grazie a tutte queste adorabili madri per aver condiviso le tue prospettive!

PS Motherhood Around the World, tra cui: Giappone, Norvegia, Messico, Irlanda del Nord, Cina, Inghilterra, India, Abu Dhabi, Congo, Germania, Australia, Turchia e Cile.