Seleccionar página

È difficile immaginare un posto più affascinante in cui viaggiare indirettamente in questo momento rispetto all'Avana. Quindi, siamo stati entusiasti di parlare con Alexandra Oppmann, un'ex avvocato e madre di due figli, che si è trasferita lì nel gennaio 2012, quando suo marito, Patrick, è diventato corrispondente della CNN a Cuba. Qui condivide la sua esperienza di genitorialità in un paese nel mezzo di un cambiamento storico


Sfondo di Alessandra:

Mia madre è originaria dell'Avana e sono cresciuta ascoltando le sue storie. È incredibile che stessero crescendo i nostri figli a pochi isolati dalla sua vecchia casa. Ci siamo trasferiti da Seattle a Cuba quando nostra figlia di tre anni, Alma, aveva pochi mesi. Nostro figlio, Nicolas, ha un anno e la nostra famiglia ora comprende tre cani e una tartaruga. (Un cane e la tartaruga sono nativi cubani!)

La nostra casa si trova in un tranquillo quartiere residenziale chiamato Miramar. Affittiamo dal governo, che è consuetudine; non è consentito acquistare o affittare proprietà da privati. Amiamo le persone e la cultura qui, nonostante le sfide di vivere in un paese comunista. Speriamo di restarci ancora per qualche anno e di recente ho aperto un negozio che vende articoli fatti a mano da artigiani locali.

Sulla creazione di una famiglia: siamo stati fortunati a vivere in una meravigliosa vecchia casa con grandi ossa, ma era rimasta intatta per decenni, come la maggior parte delle case qui. Abbiamo dovuto riparare l'impianto idraulico, sistemare i pavimenti e tinteggiare per renderlo abitabile.

Negli Stati Uniti, gli aggiornamenti che abbiamo fatto avrebbero potuto essere racchiusi in un paio di progetti veloci, ma qui è più complesso. Le basi come la vernice bianca non sono sempre disponibili nei negozi di ferramenta e devi essere creativo. L'altro giorno avevo bisogno di alcune viti, ma tre diversi negozi di ferramenta erano completamente fuori uso. Ho notato alcuni pacchetti di cerniere, di cui non avevo bisogno, forniti con viti. Problema risolto.

Vivere con meno: lo stipendio medio mensile è compreso tra $ 20 e $ 30, quasi tutti guadagnano meno di $ 50 al mese e i budget sono limitati nonostante molti servizi gratuiti o sovvenzionati come cibo, istruzione, assistenza sanitaria e servizi pubblici. C'è un'espressione qui, resolvemos , che si traduce approssimativamente in, beh, capiscilo. È un mantra nazionale, usato in ogni famiglia per descrivere il superamento delle sfide. La gente dirà che oggi ho risolto le uova, il che significa che sono state in grado di trovare le uova. Impari ad arrangiarti e ti rendi conto che hai bisogno di meno di quanto pensi.

Sui pannolini: in tanti altri paesi puoi andare online e, voil, il giorno dopo avrai una scatola di pannolini a portata di mano. A Cuba, i pannolini sono difficili da trovare, di scarsa qualità e troppo costosi per il cubano medio a circa un dollaro ciascuno. Quindi, è comune vedere pannolini usa e getta appesi ai fili dei vestiti. Le mamme le riutilizzano togliendo l'imbottitura, lavando la fodera esterna e riempiendole di cotone. Le persone che vengono a trovarmi a volte mi chiedono perché le persone non usano pannolini di stoffa, ma i pannolini di stoffa moderni non sono venduti qui e sarebbero troppo costosi sul mercato nero. Inoltre, le lavatrici sono rare.

Sulla vita dell'isola: L'Avana è una città tropicale e siamo stati fortunati ad avere un clima da spiaggia quasi tutto l'anno; gran parte della vita accade all'aperto. Puoi vedere o annusare l'oceano ovunque tu vada. La città è circondata da una lunga diga e dal lungomare chiamato El Malecn. Questo è il cuore e l'anima dell'Avana. Durante il giorno, le persone pescano, fanno ginnastica e lanciano offerte di Santera nell'oceano. (Santera, che significa adorazione dei santi, è una religione tradizionale afro-cubana.) Ci piace fare una passeggiata lì di notte, quando grandi folle di persone si radunano per godersi il tramonto e la brezza. Tutto pulsa di vita, tanti giovani cubani che condividono bottiglie di rum, pomiciano, suonano o semplicemente scappano dal caldo.

Sul temperamento cubano: questo è un posto meravigliosamente amichevole. Le persone che incontri per la prima volta e gli amici allo stesso modo vengono sempre salutate con un bacio ed è del tutto normale che uno sconosciuto ti coinvolga in una conversazione per strada. Le persone si divertono nell'opportunità di parlare di musica o di attualità, e forse uno dei motivi è che la popolazione cubana in generale è altamente istruita, il governo ha reso l'istruzione gratuita e obbligatoria, ma a causa della difficile situazione economica, non è raro trovare un medico o un ingegnere che guida un taxi, dove hanno più accesso a preziosi dollari turistici.

Stranamente, ho scoperto che può essere difficile per i cubani ammettere di non sapere qualcosa. Sono sempre molto attento quando chiedo indicazioni sulla strada. Di solito confermo almeno due volte, perché spesso qualcuno mi dà indicazioni sbagliate per evitare di dire che non lo sa! Allo stesso modo, i cubani che incontrerai parleranno prontamente della politica e della vita a Cuba, ma molti di loro non si sentono immediatamente a proprio agio nel dirti come si sentono veramente. Le persone spesso si trattengono un po' finché non diventi migliore amico.

Sulla politica cubano-americana: il rapporto di Cuba con gli Stati Uniti è complesso. Per decenni, il governo cubano ha attribuito molti dei suoi problemi economici alle politiche statunitensi, come l'embargo commerciale. Ma, allo stesso tempo, i cubani seguono con passione lo sport e la musica americani, e quasi tutti i cubani che conosco hanno una famiglia che vive negli Stati Uniti. Quindi, la nostra esperienza è stata che i cubani mostrano un calore genuino nei confronti degli americani. Ogni volta che mi trovo in una lunga fila, cosa comune, le persone iniziano una conversazione, spesso iniziando con un sospiro consapevole e la frase no es facil! o non è facile! Alla fine, americani o cubani, c'è una certa solidarietà nel fatto che siamo tutti insieme.

Sulla moda: la moda cubana è uno spettacolare miscuglio di vestiti forniti dal governo, articoli del mercato nero portati da altri paesi dell'America Latina e oggetti di uso comune. Molte persone traggono il loro senso dello stile dai film e dai video musicali americani trasmessi dalla TV di stato. Quindi, non è raro vedere un abito di tutti i giorni che ricorda un costume di scena di Lady Gaga o Beyonc. Inoltre, i cubani spesso indossano abiti di un paio di taglie troppo piccoli, in parte perché è difficile comprare vestiti nuovi, ma è anche lo stile. Anche la polizia stradale indossa divise di due taglie più piccole!

Sulle cure mediche: il sistema sanitario qui è straordinario per un paese così povero. C'è una rete di cliniche walk-in dove puoi essere visto per qualsiasi cosa, da un piccolo taglio a un infarto, senza alcun costo. A causa dell'ampia disponibilità di cure mediche, i cubani sono così a proprio agio con i medici e le medicine che le persone parleranno liberamente di informazioni mediche intime con chiunque.

Ma, mentre le persone al di fuori del paese potrebbero vedere il sistema sanitario cubano come l'ideale, non è sempre così se sei abituato all'assistenza sanitaria americana, con così tanta tecnologia, consenso e scelta in più. Nella mia esperienza, gli ospedali a volte mancano di attrezzature o materiali di base. Se hai bisogno di fornire un campione di urina, ad esempio, ti viene detto di far bollire un barattolo a casa. La prima volta che un'amica ha sentito questo, mi ha chiesto, dovrei usare un barattolo di sottaceti o un barattolo di olive?!? Una volta, quando mio figlio Nicolas ha avuto un attacco d'asma, l'ho portato in ospedale e non avevano a disposizione una maschera per somministrare la sua medicina per inalazione. Invece, hanno improvvisato mettendogli in bocca un semplice tubo di vetro.

Sulla rarità dei bambini: per decenni Cuba ha avuto un tasso di natalità estremamente basso rispetto alla maggior parte degli altri paesi. Questa è una questione complicata che coinvolge molti fattori sociali ed economici, ma il risultato è che i bambini sono idolatrati. Gli estranei toccano le mani dei nostri bambini, si offrono di portarli o dicono, Que Dios lo bendiga significa, Dio li benedica quando passano. I nostri amici cubani a volte ci hanno detto che dobbiamo allontanare gli spiriti maligni appuntando amuleti tradizionali chiamati azabaches , fatti di pezzi di giaietto e oro, ai vestiti dei nostri bambini.

Sull'alimentazione dei bambini: le donne sono incoraggiate ad allattare al seno a Cuba. Ma rispetto agli Stati Uniti, l'allattamento al seno sembra più una necessità, piuttosto che una scelta. Non c'è praticamente nessuna formula disponibile, soprattutto a un prezzo accessibile. Mi sento per le mamme che hanno difficoltà ad allattare. Inoltre, è normale che i medici qui dicano alle mamme di dare a un bambino purea di ortaggi a radice annacquata oltre al latte materno per assicurarsi che aumentino di peso, il che mi ha sorpreso.

Quando i bambini sono pronti per i cibi solidi, i cubani danno loro da mangiare malanga, un tubero amidaceo che ha l'aspetto e il sapore di un incrocio tra una patata e una yucca. È un po' un gusto acquisito, ma la maggior parte dei cubani lo adora. Quando Alma iniziò a mangiare, cercammo di darle da mangiare la sua malanga, ma lei rifiutò. Era il culmine dell'estate e c'erano poche altre verdure disponibili per lei da provare oltre alla zucca. Fortunatamente, l'ha adorato, ma quell'estate aveva così tanta zucca che è diventata letteralmente arancione per tutto il bete-carotene e l'abbiamo portata dal pediatra prima di capire cosa fosse!

Sul cibo: i cubani tendono a saltare la colazione e consumano un cafecito , che è come una piccola dose di espresso molto zuccherato. Più tardi al mattino, faranno uno spuntino con una crocchetta fritta o pane e formaggio. (A casa nostra facciamo ancora una colazione all'americana.)

Il resto della giornata, la cucina cubana è incentrata su riso, fagioli neri e carne di maiale o pesce, oltre a colture locali come la yucca o i platani. Il governo fornisce cibo sovvenzionato alla popolazione tramite tessere annonarie, che i cubani usano per fare acquisti nelle bodegas locali.

Il consumo di stagione è una tendenza in molti paesi, ma qui è un approccio pratico, perché di solito frutta e verdura non vengono importate. Quindi, otteniamo i migliori mango durante la stagione del mango, ma una volta finita, a meno che non li congeliamo, non ce ne sono più. In generale, le verdure non sono una parte importante delle diete delle persone e non vedo spesso i genitori che spingono i bambini a mangiare le loro verdure.

Sull'improvvisazione in cucina: spesso dobbiamo essere pieni di risorse e adattare i nostri piani di cucina in base a ciò che possiamo ottenere. Al momento, sono passati alcuni mesi da quando ho visto i petti di pollo disponibili al mercato, per esempio. L'anno scorso, il giorno del Ringraziamento, io e mio suocero abbiamo passato ore in giro cercando di trovare patate, che sono un articolo del mercato nero. La gente normalmente si avvicina a te al mercato ortofrutticolo e sussurra, ho le patate. Ma quel giorno non ce n'erano. Eravamo come drogati di patate che cercavano di ottenere la nostra dose di purè di patate per il Ringraziamento!

In uscita: negli ultimi anni, a causa della scarsità, le spezie non erano ampiamente disponibili. In molte case cubane, il cibo veniva condito semplicemente, con solo sale, cipolla, aglio o arance. Ma, recentemente, la cucina più elaborata è tornata nei paladares , che sono ristoranti a conduzione familiare che servono piatti tradizionali. Adoriamo portare i bambini fuori a mangiare tonno e polpo freschi, insieme a ottimi piatti di maiale.

Patrick ed io ci siamo incontrati 17 anni fa in un famoso paladar chiamato La Guarida, quando eravamo entrambi qui per l'estate nei nostri 20 anni. All'epoca c'erano pochissimi ristoranti privati ​​e per legge potevano ospitare solo 12 persone. Praticamente stavi mangiando nel soggiorno di qualcuno. Oggi ci sono molti posti a conduzione familiare che sembrano più ristoranti. Abbiamo i nostri preferiti a cui torniamo sempre. La Guarida ora può ospitare oltre 50 persone e ha un bar sul tetto alla moda e una cigar lounge che sembra Miami.

Sull'amore per lo zucchero: i cubani sembrano considerare lo zucchero come il proprio gruppo alimentare! La canna da zucchero viene coltivata qui Cuba era un tempo il più grande esportatore di zucchero del mondo e la gente ama le cose dolci. Infatti, alla TV cubana, gli esperti di salute parlano spesso dello zucchero come di una buona fonte di nutrimento ed energia. Non è raro vedere bambini così piccoli che mangiano cibi zuccherati o bevono bibite.

Sulla sicurezza: questo è uno stato di polizia su un'isola. Se commetti un crimine, molto probabilmente verrai catturato! Inoltre, ci sono poche o nessuna pistola. Di conseguenza, qui è incredibilmente sicuro. Tutti nel nostro quartiere conoscono i nostri bambini per nome e ci fermiamo a chiacchierare per strada. Cuba ha ancora un senso generale di tranquillità, perché è così disconnessa da gran parte del mondo, che è difficile da trovare altrove. È un posto fantastico per far crescere i bambini. Tutti i bambini, compreso il nostro, giocano all'aperto con poca supervisione.

Sulle auto: la varietà di auto d'epoca a Cuba è ipnotizzante. Il primo anno che abbiamo vissuto qui, prima di prendere la nostra macchina, mi sono spostato usando le almendrones , che sono vecchie auto degli anni '50 che sono state riconfigurate con nuovi motori e percorrono percorsi specifici come i taxi. Tutti e tutto ciò che può adattarsi si infila dentro, e per circa 50 centesimi guidi insieme ad altri passeggeri, finché non ti avvicini alla tua destinazione, quindi chiedi all'autista di fermarsi, di solito urlando sotto una musica reggaeton ad alto volume (reggae spagnolo). È un modo divertente ed economico per spostarsi.

Durante il gioco: di recente, ho notato che il pattinaggio sta prendendo piede tra i bambini qui. Le tendenze cubane sono spesso molto indietro rispetto al resto del mondo, quindi non sorprende che una moda americana degli anni '90 stia appena arrivando! Una differenza significativa tra la cultura dei bambini negli Stati Uniti e qui è che Cuba ha uno dei tassi di penetrazione di Internet più bassi al mondo. È difficile, se non impossibile, per il cubano medio collegarsi online. Ciò significa che, a differenza dei bambini negli Stati Uniti, molti bambini cubani non hanno idea di cosa sia Internet e probabilmente non hanno mai visto un iPad o un iPhone. Trovano modi totalmente diversi per divertirsi. Spesso vedo un gruppo di bambini che condividono un'auto giocattolo improvvisata tirata da un filo, una bambola di cartapesta o una palla. Il tempo di gioco è semplice, ma non per questo meno divertente.

Sull'abbigliamento per bambini: non c'è cultura intorno alle cose per bambini a Cuba, soprattutto rispetto agli Stati Uniti. Le mamme di solito usano passeggini o culle tramandati dai parenti e sistemati più e più volte. Il passeggino a ombrello meno costoso in un negozio del governo cubano costa circa $ 80, che è estremamente costoso per il cubano medio. Ma i cubani sono così pieni di risorse e ho notato che le mamme trasportano bambini in zaini fatti a mano localmente simili all'Ergo o al Baby Bjorn.

Sopra: i ballerini del Tropicana al Carnevale, una delle feste più grandi di Cuba, che si tiene ogni estate lungo il Malecn.

Nei giorni festivi: fino a poco tempo, il Natale non era una festa ufficiale a Cuba ed era disapprovato dal governo per celebrarlo. Di solito ci sono poche decorazioni pubbliche durante le vacanze, cosa che mi manca. Ma Cuba non è certo una nazione senza celebrazioni. È esattamente il contrario.

Capodanno prevede feste e rum. Tutti puliscono la loro casa il giorno di Capodanno e gettano l'acqua delle pulizie in strada per liberare le loro case dalle cattive vibrazioni.

Per la festa della mamma, gli estranei per strada si congratuleranno con te tutto il giorno, come se avessi vinto un Oscar. È divertente e davvero dolce. Gli amici, compresi i colleghi di Patrick, mi scriveranno congratulazioni e invieranno regali. Le linee telefoniche sono così congestionate da tutte le congratulazioni per la festa della mamma che è difficile fare una chiamata quel giorno!

Sull'identificazione come cubana: nostra figlia parla correntemente lo spagnolo con un accento cubano e nostro figlio non è molto indietro. Fa già gesti con le mani cubane, tipo, quando dice, Mama donde estabas? ogni volta che esco dalla stanza allunga le mani lungo i fianchi con i palmi in su come se stesse facendo la Macarena. Lo apprezzo, perché mostra che Cuba fa parte della loro eredità; saranno sempre cubani in una certa misura. Gli amici che hanno vissuto qui e se ne sono andati ripensano al loro tempo a Cuba con tanta gioia, avendo dimenticato qualsiasi difficoltà, e sono sicuro che saremo gli stessi. C'è qualcosa di veramente magico e vibrante in Cuba.

Grazie mille, Alessandra!

PS La serie completa Motherhood Around the World, con altre 18 mamme che vivono all'estero