Seleccionar página

Siamo entusiasti di lanciare la nostra terza puntata annuale di Motherhood Around the World. Primo: la mia amica Penny vive con suo marito Hugo e Oscar di un anno ad Amsterdam. (Siamo stati abbastanza fortunati da farle visita alcuni anni fa.) Qui condivide 16 cose sorprendenti sulla crescita di un bambino nei Paesi Bassi

Il passato di Pennys: Quando mi sono trasferito ad Amsterdam per lavoro nel 2011, la mia prima impressione è stata che fosse una città bellissima e incredibilmente internazionale. Non solo ci sono turisti da tutto il mondo (spesso, troppi turisti), ma qui c'è una grande cultura di espatriati. Ci sono molti giovani tra i 20 ei 30 anni che lavorano e vivono qui, provenienti da tutte le parti del mondo. Ciò rende molto facile e navigabile vivere qui come espatriato.

Alcuni anni fa ho incontrato mio marito Hugo, che è francese, e ora abbiamo un figlio, Oscar. Viviamo nella parte orientale di Amsterdam (Oost), una zona tranquilla e adatta alle famiglie proprio sul fiume. Non è solo super vivibile, ma ha anche una grande miscela di culture. Erano fan totali di Oost ora.

In bicicletta ovunque: vedi un numero incredibile di biciclette per strada in un dato momento. L'ora di punta della scuola nel nostro quartiere è esilarante da osservare; Non ho mai visto così tante persone con bambini piccoli in sella alle loro bici o in bicicletta accanto a loro, tutti in paziente attesa al semaforo, per poi decollare come piloti di Formula 1 non appena diventa verde. È un circo là fuori.

Puoi riconoscere i bambini espatriati perché sono quelli che indossano il casco. Abbiamo comprato a nostro figlio uno enorme. Il nostro vicino di casa di sei anni ha già chiesto, perché indossa un casco? Almeno abbiamo superato il primo anno.

Sulle bici da famiglia: molti genitori hanno uno, due, tre, anche quattro seggiolini per bici per bambini. Anche i Bakfiet, o bici da carico, sono popolari. Vedrai spesso anche un bambino in sella alla propria bicicletta insieme a un genitore che si tiene sulla sua spalla. I bambini si sentono a proprio agio nella guida fin dalla tenera età, spesso già a due anni. Si parte con una bici senza pedali in legno, senza pedali. Se camminano abbastanza velocemente, inizia a planare.

Sulla durezza: le persone qui vanno in bicicletta così velocemente. Google Maps ci darà il tempo per camminare, andare in bicicletta e guidare per i viaggi ad Amsterdam, e per andare in bicicletta e camminare lo raddoppiamo per noi stessi perché gli olandesi sono molto più veloci di noi, probabilmente perché sono due volte più alti. Per gli olandesi, è indubbio che andresti in bicicletta con qualsiasi tempo. I bambini qui sono spesso anche sottovestiti per gli standard americani, ad esempio, non indossano cappelli o guanti. Hanno la sensazione di essere super duri.

Sul parto: l'Olanda è uno dei pochi paesi occidentali che ancora regolarmente partorisce in casa. [Il 20% delle nascite nei Paesi Bassi avviene a casa, rispetto a meno del 2% negli Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Germania.] Trattano la gravidanza come una cosa normale e salutare; è molto de-medicalizzato. Per una persona come me, è fantastico, dal momento che è molto facile per me diventare ansioso per le cose mediche. Ho letto Cosa aspettarsi quando ti aspetti e l'ho trovato utile, ma un po' frustrante. Qui, è super freddo; usi le ostetriche a meno che tu non abbia una preoccupazione medica come se sei ad alto rischio o hai il diabete gestazionale, nel qual caso vedresti un ginecologo. Non hai uno spazio garantito in un ospedale quando vai in travaglio, perché dipende da quanto è occupato quel giorno; quindi classifichi gli ospedali in base alle tue preferenze e la tua ostetrica ti chiama chiedendo se hanno spazio. Siamo entrati in ospedale alle 18:00

Avevamo un'enorme suite per il parto e una vasca da bagno. Hanno una cultura senza epidurale, nessun intervento di alcun tipo. Ho finito per partorire su uno sgabello perché, a quanto pare, una posizione accovacciata è più ergonomica per facilitare l'uscita del bambino. ( Ecco com'era la mia.) La nostra ostetrica era proprio davanti e poteva mettere le mani sotto per prendere il bambino. Hugo era super coinvolto e adorabile; ha tagliato il cordone ombelicale.

Verrai cacciato dall'ospedale non appena potrai fare pipì e fare la doccia. Potrei scioccamente farlo entro l'una di notte, quindi anche se eravamo andati in ospedale alle 18, eravamo a casa alle 2 del mattino. Il motivo per cui va bene è che mandano una persona chiamata kraamzorg a casa tua ogni giorno per otto giorni dopo il parto, per un minimo di tre ore, per prendersi cura di te e insegnarti come accudire il bambino. È meraviglioso.

Ma dal momento che ho consegnato nel cuore della notte, non abbiamo potuto chiamare il kraamzorg fino al mattino successivo. Tra le 2:00 e le 9:30 eravamo soli senza la minima idea di cosa stessimo facendo; Avevo appena imparato ad allattare; è stata la notte più terrificante della mia vita!

In congedo di maternità: hai 16 settimane e devi prenderne almeno quattro prima della data di scadenza. Questo è tutto completamente pagato. C'è anche un buon congedo parentale. Quest'anno mi sono preso sei ore di ferie a settimana, che in pratica finiscono per essere un'intera giornata. [Hai diritto al congedo parentale se lavori per lo stesso datore di lavoro da almeno un anno e ti prendi cura di un bambino di età inferiore agli otto anni. Entrambi i genitori hanno diritto al congedo parentale.]

Sull'assistenza all'infanzia: molti bambini inizieranno in un asilo nido (o asilo nido sovvenzionato dal governo) intorno ai tre mesi, una volta terminato il congedo di maternità delle madri. Oscar va in un fantastico asilo nido. L'Olanda è uno dei posti più popolari per il lavoro part-time, soprattutto con le donne, quindi molti bambini stanno nell'asilo nido solo due giorni alla settimana o giù di lì. Nostro figlio è tra quattro giorni a settimana. È ottimo. Alcune persone hanno anche delle tate e, naturalmente, spesso anche i nonni sono molto coinvolti.

Sull'equilibrio tra lavoro e vita privata: il mercoledì, i bambini trascorrono mezza giornata di scuola, quindi in genere un genitore si prende il mercoledì pomeriggio libero. C'è generalmente un buon equilibrio tra lavoro e vita privata, e c'è più rispetto qui se vuoi rendere quell'equilibrio è più facile trovare un posto che non ti disapprovi per questo. È divertente, non mi rendevo conto di quanto avessi detto buon lavoro o buon lavoro a nostro figlio; mio marito francese dice sempre, perché deve essere una questione di lavoro o lavoro, è un ragazzino? Ora dico: Ben fatto! Non credo che ci sia un idioma olandese che diciamo ai bambini che corrisponda a un buon lavoro o un buon lavoro.

Nei parchi giochi: ci sono fantastici parchi giochi con bar o ristoranti proprio accanto a loro. I bambini salgono scale davvero ripide e scendono da scivoli pazzeschi. C'è sicuramente una cultura della famiglia che apre un negozio con un picnic e dei genitori che bevono vino mentre i bambini giocano. Il marito del mio amico, che è olandese, dice che non pensa che i campi da gioco dovrebbero nemmeno avere il terreno spugnoso; i bambini dovrebbero imparare a rafforzarsi. Una cosa a caso: ci sono pochissime altalene, non ho idea del perché. Questo è il genere di cose a cui non puoi ottenere risposte!

Sul fare amicizia: questo è sicuramente qualcosa con cui lottiamo. Sebbene gli olandesi che abbiamo incontrato siano stati amichevoli, è stato difficile conoscerli a livello personale profondo. Lo paragono un po' al Minnesota, da dove vengo, e persino a Seattle, dove ho vissuto per un certo numero di anni: le persone sono super amichevoli ma c'è un limite a quanto ti faranno avvicinare. Ora che sono madre, vorrei avere più contatti con la mamma. Amsterdam è anche una tale città di espatriati e movimento che non appena fai nuove amicizie, inevitabilmente alcuni di loro si allontanano. Detto questo, nella nostra nuova casa, condividiamo una terrazza comune con cinque appartamenti. Tutti sono olandesi e ci sono sei bambini. Ci sono alcuni con cui sentiamo di poter essere davvero amici intimi, ma ci vuole tempo, ovviamente.

Sull'essere con i piedi per terra: l'etica olandese che mi è stata insegnata sia in classe che dagli olandesi deve essere normale. Fondamentalmente, il credo olandese è doe maar gewoon, dan doe je al gek genoeg, che significa essere normali, è già abbastanza folle. L'idea è che essenzialmente non dovresti cercare di distinguerti troppo dalla massa o essere migliore degli altri. Non c'è nessuna spinta per rendere tuo figlio il migliore, il più veloce o il più pazzo.

Sui giocattoli usati: ogni anno, il Kings Day ad aprile, ci sono kindermarkt o mercatini per bambini dove i bambini piccoli (con i loro genitori) vendono e comprano giocattoli usati. Prima di avere un figlio pensavo che fosse carino ma logisticamente da incubo, ma ora che abbiamo Oscar mi rendo conto del genio assoluto. Quest'anno abbiamo ricevuto due enormi scatole di blocchi incredibili per due euro. I ragazzi sono così entusiasti di comprare, vendere e negoziare. Molti vendono pasticcini o limonata o organizzano giochi di carnevale che le persone possono pagare per giocare.

Sulla moda: conosci il blog Stuff Dutch People Like ? Numero uno, la maggior parte delle donne olandesi è alta con una corporatura dritta, quindi possono tirare fuori vestiti che uno come me non può. Tipo, pantaloni larghi in posti strani. I ragazzi olandesi non hanno paura dei pantaloni o delle camicie dai colori vivaci e spesso hanno i capelli semilunghi acconciati con il gel. I ragazzi sono follemente alti, l'uomo medio qui è alto più di 6 piedi. Molte donne olandesi sono anche super alte e indossano tacchi super alti; queste donne devono avere 63 anni quando tutto è detto e fatto. Sono come alla loro altezza del seno. Una tendenza in questo momento per le donne sono le zeppe per scarpe da tennis (come queste). È come la Pontiac Aztek sotto forma di scarpa.

Sul cibo: gli olandesi amano il pane, le patate e la salsiccia. Il pasto olandese più famoso è lo stamppot, che è fondamentalmente purè di patate con salsiccia e forse cavolo riccio mescolato, soprattutto in inverno. Ho preso in prestito un libro di cucina olandese per bambini da un amico, e diceva che fin da piccoli puoi dare ai tuoi figli una crosta di pane da masticare, ora puoi dare loro le patate. Sembrava molto olandese. I ragazzi qui masticano anche giganteschi cracker Grissini, quei grissini grandi come una matita. Abbiamo iniziato a darli ad Oscar e lui li adora da morire.

Molti bambini olandesi mangiano anche gocce di cioccolato sul pane a colazione, chiamate hagelslag.

Sui ristoranti: le persone si siedono nei caffè proprio lungo i canali. Molti ristoranti hanno un angolo per bambini, con spazio per giocare o un cesto di giocattoli. Quando usciamo, di solito prendiamo drink e cena, e c'è ottima musica dal vivo. Le folle in giro per la città sono in genere piacevolmente miste in età dagli anni Venti fino agli anni Settanta. È un buon mix, è una bella città per quello. Non ti senti come se fossi un vecchio che compie 40 anni.

Sulle storie per bambini: Jip e Janneke, degli anni '50 o '60, sono ancora molto apprezzati. Sono disegnati in sagome, quindi non c'è alcun senso di razza. Sono i migliori amici, un ragazzo e una ragazza, che escono e vivono avventure. Tutti i bambini hanno stivali da pioggia e portapranzo Jip e Janneke.

Sulla parità di genere: ho notato che le bambine olandesi spesso parlano ad alta voce e non hanno paura di esprimere le loro opinioni. L'uguaglianza è molto importante qui in generale. Ragazzi e ragazze non sembrano essere cresciuti in modo diverso, mentre le ragazze dovrebbero essere pudiche. Gli uomini non tengono aperte le porte alle donne. I ragazzi non pagano i pasti nelle date; hai diviso il conto.

Guardando al futuro: Amsterdam è un ottimo posto per crescere un bambino e ci sentiamo molto fortunati ad essere qui. È lo stile di vita adatto ai bambini, comodo e urbano ma rilassato che sicuramente attrae. Inoltre, per un americano, essere così vicino a così tante fantastiche destinazioni europee è ancora un brivido a tre ore di treno per Parigi, un breve volo per Londra o Berlino o Bordeaux mi fa ancora impazzire.

Grazie mille, Penny!

PS 14 altri post di Motherhood Around the World, inclusi Giappone, Messico e Inghilterra