Seleccionar página

Erin Moore e suo marito, Tom, hanno trascorso gli ultimi sette anni a Londra, dove vivono con la loro figlia di quattro anni Anne e un altro bambino in arrivo! Ecco 15 cose affascinanti sull'essere mamma in Inghilterra

Quando Tom e io ci siamo trasferiti a Londra da New York, eravamo così eccitati, dice Erin. Tom è nato in Inghilterra (sebbene sia cresciuto negli Stati Uniti) ed Erin è stata cresciuta da anglofili. Trasferirsi a Londra è sempre stato parte del piano della nostra vita insieme, dice. Non avevamo ancora figli e sembrava una cosa del genere ora o mai più.

I primi sei mesi a Londra sono stati magici e poi è scoppiato lo shock culturale. È facile presumerlo perché gli americani e gli inglesi hanno una lingua in comune che non sarà così diversa e non ti sentirai terribilmente nostalgico, dice Erin. Ma le differenze culturali tra Inghilterra e America sono profonde ed è facile finire per sentirsi come se avessi detto o fatto qualcosa di sbagliato, senza capire bene cosa.

Diventando bilingue: il vocabolario delle mamme inglesi per questa fase del bambino mi era COMPLETAMENTE estraneo. Una madre americana in Inghilterra non può fare a meno di imparare tante nuove parole quante sono il suo cucciolo (bambino). Ho incontrato molte persone interessanti solo perché abbiamo fatto scoppiare i nostri sprog allo stesso tempo (questo è l'inglese britannico per partorire). Io e i miei nuovi amici abbiamo fatto lunghe passeggiate con i nostri passeggini e carrozzine. Abbiamo avuto accesi dibattiti sull'opportunità o meno di somministrare ai bambini ciucci (succhietti) e se spruzzare (pazzia) per la vaccinazione contro la varicella (un vaccino non standard nel servizio sanitario nazionale). Ci siamo scambiati consigli utili su come rimuovere le macchie di pottet (sputare) dai babygros (onesies). Posset è anche il nome di un dessert cremoso in modo confuso e disgustoso, e quell'anno furono consumati molti dessert mentre ci agitavamo per le statistiche sulla morte in culla (culla) e bambini in equilibrio sulle ginocchia. Abbiamo cercato il cameratismo di compagni di trincea che sapevano che non saremmo stati giudicati per piagnucolare (piagnucolare) o lanciare vacillamenti (capricci) sulla nostra insonnia o per aver litigato (discussioni) con i nostri partner. Forse non sorprende che uno degli acronimi più comuni su Mumsnet.com , il forum online per mamme più popolare d'Inghilterra, sia AIBU (sono irragionevole?), a cui si potrebbe rispondere: YABU o YANBU.

Sull'essere sfinito: nella mia esperienza, Im sfinito è il ritornello dei neogenitori. Anche se non avevi idea di cosa significasse knackered, non potevi perderlo nel contesto: sono assolutamente distrutto. Il suo gergo inglese britannico per esausto, e di solito viene fornito con un certo abbassamento delle spalle e un piccolo barcollamento nella voce. (C'è anche un modo particolarmente inglese per dirlo. Si pronuncia nnakk-uhd : lento sulla prima sillaba, ingoiando la seconda.) Il cortile dei knackers è, letteralmente, un posto per i cavalli che sono sopravvissuti alla loro capacità di correre.

Sul fare amicizia: abbiamo scoperto che era molto facile fare amicizia con espatriati americani. Il problema era che si allontanavano sempre. Se volevamo vivere qui a lungo (e l'abbiamo fatto) dovevamo anche fare amicizia con gli inglesi. Questa è una delle cose più difficili che abbiamo mai fatto. Fare amicizia richiede una vera vicinanza per vivere o lavorare con le persone per mesi, se non anni. Mentre un altro americano potrebbe letteralmente dire (al primo incontro), sembri che i simpatici si incontrino per un caffè a volte! una nuova conoscenza inglese dovrebbe incontrarti una dozzina di volte prima che tu possa superare la chiacchierata iniziale sul tempo. Sono arrivato a pensare al caffè come prima base. La seconda base è il pranzo. La terza base viene invitata a cena a casa loro e un fuoricampo è quando decidono di andare fino in fondo e presentarti agli altri loro amici.

Circa sei mesi dopo che ci siamo trasferiti a Londra, Tom ed io abbiamo deciso che dovevamo impegnarci di più per trasformare le nostre tante nuove conoscenze in veri amici. Ridevamo e la chiamavamo American Charm Offensive. Abbiamo iniziato a chiedere a persone che conoscevamo solo leggermente (persone del lavoro, persone che ci siamo incontrati alle feste, persone del nostro college che sono finite a Londra, amici di amici) per cena. Solo alcune delle persone che abbiamo invitato hanno risposto con inviti di ritorno, ma alcuni di quelli che lo hanno fatto hanno finito per diventare amici intimi. La nostra cerchia di amici a Londra ora è grande quasi quanto quella che abbiamo a New York, ma ci sono voluti molti più sforzi per crescere!

A prova di bambino: molte persone qui esprimono l'opinione che i bambini dovrebbero poter cadere e farsi male, perché è un'esperienza di apprendimento. In America, la protezione dei bambini è una professione, puoi effettivamente assumere qualcuno che venga a prova di bambino a casa tua. La maggior parte dei genitori inglesi che conosco, pur non essendo affatto in colpa per la sicurezza dei loro figli, non hanno fatto molto a prova di bambino. L'unico a prova di bambino che abbiamo fatto è stato un cancelletto per bambini sulle scale, un blocco su un angolo acuto e coperture per prese. Voglio proteggere mia figlia dalle cose che potrebbero ucciderla o ferirla gravemente, ma questo è tutto. Se mia figlia tira la coda ai nostri gatti e si graffia, la vedo come un'esperienza di apprendimento: come non trattare il gatto. (Anche se finora il gatto è stato più che paziente.)

Sulla vita nelle scuderie: viviamo in una stradina; la maggior parte delle case sono stalle riconvertite che appartenevano alle case più grandi sulla strada successiva. I residenti sono irlandesi, americani, norvegesi, persiani, cinesi, francesi, indiani e britannici, di età compresa tra uno e ottanta. Tutti sono molto amichevoli. Abbiamo tavoli da picnic e giardini in vaso davanti alle nostre case e nelle calde notti d'estate passiamo il vino su e giù, tiriamo fuori i nostri barbecue e parliamo a lungo dopo il tramonto (alcuni di noi con i baby monitor in tasca). Ogni volta che c'è un evento come il matrimonio reale o il compleanno di qualcuno, spostiamo i tavoli in mezzo alla strada, appendiamo lo stamina, facciamo rotolare un pianoforte fuori dal soggiorno di qualcuno e cantiamo a lungo. Tutti conoscono gli affari di tutti gli altri (e come Nosy Parker, lo adoro).

Su una cultura legata alla classe: le persone in Inghilterra sono davvero attente alla classe, ma non è qualcosa di cui la gente parla (a meno che tu non le faccia ubriacare). Sono stato affascinato dall'apprendere di tutti i marcatori di classe segreti che le persone usano per valutarsi a vicenda. Le parole sono grandi. Sedersi su un divano o chiedere dove si trova il gabinetto ti farà cadere di livello. (Sedersi su un divano e chiedere il bagno è più appropriato. Ma apparire troppo ansiosi di dire la cosa giusta ti fa anche cadere di un livello. È confuso.) Fortunatamente, chiunque abbia un accento americano è esente da questo e può semplicemente godersi il teatro delle distinzioni di classe quotidiane che è la vita inglese. Ma mi preoccupo un po' per il fatto che mia figlia abbia il vocabolario giusto poiché con il suo accento inglese nessuno la esonererà dal fatto che è americana, cosa che non avrei mai pensato potesse importarmi. In realtà sono imbarazzato a preoccuparmi di questo, ma anche come estraneo (forse soprattutto come estraneo) posso vedere che è importante.

Su come crescere una figlia inglese: Anne ha un forte accento inglese, anche se trascorre la maggior parte del suo tempo con i suoi genitori americani e la sua babysitter di lingua francese. I bambini tendono ad assumere l'accento dei loro coetanei non appena si immergono nella scuola. Correggerà il mio vocabolario in inglese (scarpe da ginnastica non scarpe da ginnastica; maglione non maglione; biscotto non biscotto; ombrellone non ombrello ecc.) E le nostre differenze non si fermano alla lingua. All'arrivo in America, all'età di 2 anni e mezzo, a mia figlia è stata data una tazza d'acqua che conteneva circa un terzo di liquido e due terzi di ghiaccio. Infilò la mano nella tazza, tirò fuori un cubetto di ghiaccio e disse: Cos'è questo? Sto crescendo uno sconosciuto!

Sui complimenti: gli americani si fanno e ricevono complimenti molto facilmente a vicenda su scarpe, capelli, qualunque cosa. È qualcosa che le donne fanno per sentirsi bene a vicenda, e la risposta corretta è dire grazie. In Inghilterra, però, i complimenti non sono così semplici. Se faccio un complimento a qualcuno, spesso rispondono con: "Oh questo? Mi dispiace davvero averlo acquistato, o ne ho visto uno molto migliore in vendita su tali e tali e andrò in un'intera faccenda per deviare il complimento. Di riflesso si sono messi giù! Se dici solo grazie, è percepito come presuntuoso. Ho insegnato a mia figlia a dire grazie, perché penso che sia il modo educato di rispondere, ma non sarei sorpreso se iniziasse a imparare altri modi a scuola l'anno prossimo.

Sul non vantarsi mai: mentre gli americani sono inclini a suonare le corna, gli inglesi lo trovano sgradevole. Non è accettabile vantarsi anche solo di parlare dei propri successi o talenti. Questo vale anche per il modo in cui i genitori parlano dei loro figli. In America, potresti sentire un genitore dire: Mio figlio sta imparando il violino e sembra avere un dono naturale. In Inghilterra, avresti sentito, stavano sopportando i piccoli sforzi di Tommy per imparare il violino. In realtà stai deprecando i tuoi figli, di fronte a loro, così imparano la lezione su come andare d'accordo con le persone nella società, che non è mai vantarsi. Come mi ha detto un amico inglese, il papavero più alto del campo è quello che vuoi abbattere per primo.

Sulla cortesia negativa: in Inghilterra c'è una cosa chiamata cortesia negativa, il che significa che dai alle persone il loro spazio. Se vedi qualcuno che piange su un autobus, lo ignori, perché presumi che lo preferirebbe. Non chiedi a qualcuno se stanno bene, perché non è considerato educato. In America, fai quel salto, ti insinui, chiedi se stanno bene, perché se non lo fai, è considerato maleducato. Conosciamo tutti gli americani (come mia madre super amichevole) che entreranno in un negozio e finiranno per ottenere la storia della vita dei cassieri in pochi minuti. E forse questo è uno dei motivi per cui gli americani tendono a sentirsi più a loro agio con la rivelazione di sé (a volte anche la condivisione eccessiva, a seconda dell'individuo). In Inghilterra, è assolutamente accettabile uscire in pubblico e tenersi per conto proprio e come introverso lo trovo rilassante.

Sul bere: il cielo non voglia che un genitore dovrebbe essere costretto a superare una festa di compleanno sotto i cinque anni da sobrio, anche se la festa è alle 10 di domenica! Questo è un semplice riconoscimento del fatto che anche i genitori hanno bisogno di rompighiaccio, soprattutto se devono fare chiacchiere con persone che conoscono a malapena, mentre arbitrano interazioni imprevedibili dei bambini, durante i loro sudati fine settimana. Le persone in Inghilterra bevono molto di più, in generale, di quelle americane. Negli Stati Uniti, cinque o più drink in una seduta sono considerati abbuffate, mentre nel Regno Unito un abbuffata è più simile a un minimo di otto drink.

In stile inglese: oltre il 90% dei bambini inglesi indossa uniformi a scuola. C'è un ampio consenso sul fatto che le uniformi siano una buona idea che migliorano la disciplina e la concentrazione e le distinzioni di classe a livello. Ma, da adulti, gli inglesi sembrano molto più audaci e più individuali con la loro moda rispetto agli americani. Gli uomini inglesi indosseranno colori molto più luminosi e prediligono un taglio più sottile per i loro abiti. Le donne indosseranno i cappelli più incredibili, abbigliamento maschile, camicette scollate, colori vivaci. Da quando mi sono trasferito qui, sono stato ispirato ad essere un po' più audace.

Sul cibo inglese: il cibo tipico inglese, in particolare il cibo da pub, è tutto ciò che i bambini amano: torte, purè di patate, piselli molli, fish and chips, salsicce. Il cibo inglese aveva la reputazione di essere noioso e non eccezionale. Ma in questi giorni, in realtà, il cibo è così buono che quella reputazione non è più meritata. Tom ed io siamo ingrassati entrambi quando ci siamo trasferiti qui per la prima volta perché amavamo così tanto il cibo (e la birra)! Ci sono grandi mercati degli agricoltori in tutta Londra e i supermercati possono essere davvero stimolanti. Il mio cibo inglese preferito sono probabilmente le salsicce del nostro macellaio di fiducia, il Ginger Pig. Adoro anche le creme al bourbon, che sono dei biscotti al cioccolato.

Sulla gravidanza e sul corpo: direi che le persone qui sono più modeste riguardo al proprio corpo e decisamente meno permalose. Non devi preoccuparti tanto degli estranei che toccano il tuo pancione qui come fai in America! E la mia palestra ha dei cubicoli per cambiarsi i vestiti di qualcosa che non ho mai visto in una palestra americana. L'allattamento al seno è molto comune e l'allattamento al seno in pubblico va bene. Molti negozi hanno stanze speciali per i genitori, ma ho anche allattato al seno in ristoranti, parchi, autobus e sul retro dei taxi e non è stato un grosso problema. Le politiche di congedo di maternità qui sono molto generose, la maggior parte delle donne ottiene da sei mesi a un anno, quindi questo è anche un grande sostegno per le madri che vogliono allattare.

Nei tempi di inattività: il tempo in famiglia è considerato importante e le vacanze sacrosante. Le famiglie di solito prendono almeno due, forse tre! due settimane di pausa all'anno, indipendentemente dal fatto che vadano da qualche parte o meno. Di solito ci sono due settimane di riposo a Natale e anche Pasqua è un momento comune per decollare. Quando vivevamo negli Stati Uniti sembrava che molte persone non si prendessero il tempo di vacanza che avevano guadagnato, e raramente per periodi di due settimane. Adoro il fatto che le persone traggano un così grande vantaggio dai loro tempi di inattività qui.

Grazie mille, Erin! Erin sta anche scrivendo un libro intitolato Thats Not English: Britishisms, Americanisms and What Our English Says About Us (aprile 2015), che sono stati entusiasti di leggere.

PS Maternità in Norvegia, Giappone, Abu Dhabi, Irlanda del Nord, Messico, India e Congo. Inoltre, perché i bambini francesi mangiano di tutto e i bambini dormono fuori in Danimarca.