Seleccionar página

Per il nostro ultimo post della serie Motherhood Around the World di quest'anno, abbiamo parlato con Angelina Allen de Melo, una ballerina professionista. Vive nella seconda città più grande della Svezia, Göteborg, con il marito Fernando e la figlia di due anni Lucia. Qui, Angie descrive la golosità svedese, la sua esperienza con l'assistenza postpartum e l'importanza della vita all'aria aperta

Storia di Angelinas: mi sono trasferita in Svezia quando sono entrata a far parte di una compagnia di danza a Stoccolma 12 anni fa. Più tardi, ho incontrato mio marito, un collega ballerino e coreografo, al GteborgsOperans DansKompani, dove ora lavoriamo entrambi. Viviamo in un appartamento a Linnstan, uno dei quartieri più antichi di Göteborg.

Dato che sono californiano e Fernando è brasiliano, la nostra non è una tipica famiglia svedese. Tanto per cominciare, non ero particolarmente alto, con i capelli biondi e gli occhi azzurri (!) e, anche dopo più di un decennio in Svezia, non sono ancora attratto dal puro caviale spremuto da un tubo che è popolare per la colazione qui. Ma per molti versi ci siamo completamente adattati allo stile di vita svedese, abbracciando le magiche estati, i freddi inverni e la genitorialità in questa cultura.

Sui ritmi nordici: in estate il sole resta alto quasi tutto il giorno. Puoi stare fuori fino a quasi mezzanotte ed è ancora luminoso e sorprendente. Non ti rendi conto di quanto strettamente il tuo orologio interno sia collegato al tempo fino alle 23:00 di mercoledì sera e non hai ancora fame per la cena.

Ma, in inverno, fa buio così presto che inizi ad andare in letargo. Il tuo corpo inizia a spegnersi nel pomeriggio. Nei punti più bui, sarà buio pesto entro le 15:30 e non si accenderà più fino alle 9:00 circa Dato che andiamo al lavoro alle 8:30, ci sono giorni in cui non vediamo affatto il sole. È come vivere in questo mondo notturno. Penso che sia per questo che le cabine abbronzanti sono così popolari qui, e le soleggiate destinazioni di vacanza come la Thailandia e le Isole Canarie sono estremamente popolari tra gli svedesi.

Sul pisolino all'aperto: anche nel pieno dell'inverno, quando le temperature sono sotto lo zero, molti genitori svedesi mettono i loro bambini, infagottati nei loro passeggini, fuori a fare un pisolino. Dicono che i bambini dormano più a lungo e meglio in questo modo e credono che il freddo e l'aria fresca facciano bene al sistema immunitario di un bambino. E qui, se sei malato ti dirà il tuo medico, apri la finestra quando vai a letto la sera, l'aria fresca cura tutto!

Quando mi sono trasferito qui per la prima volta, sono andato a incontrare un amico per un caffè sotto la pioggia battente. Mi ha detto che il suo bambino dormiva fuori nel passeggino, come se fosse la cosa più naturale del mondo. Il suo passeggino aveva una copertura impermeabile e lei poteva vedere il suo passeggino fuori dalla finestra. Mi sono reso conto che in realtà non era così folle quando ho paragonato quell'approccio al portare un passeggino bagnato con un bambino addormentato, tutto avvolto in abbigliamento invernale, all'interno di un caffè affollato e soffocante, pieno di germi, cercando di trovare un posto dove parcheggiare il passeggino, rischiando poi di svegliarlo spogliandolo per evitare che si surriscaldi. All'improvviso, lasciarlo fuori sembrava un'ottima opzione!

Durante le vacanze svedesi: la maggior parte dei dipendenti qui ha almeno cinque settimane di ferie a luglio e agosto. È consuetudine che gli svedesi trascorrano le vacanze nella natura. Molte famiglie hanno case di campagna dove ritirarsi nei fine settimana o durante le vacanze per rilassarsi e trascorrere del tempo al mare, al bosco o al lago. In estate andremo al mare o visiteremo le case di campagna dei nostri amici svedesi.

Sulla cura dopo il parto: per l'anno dopo aver avuto un bambino, questa cultura si prende cura non solo del bambino, ma anche delle madri. Due giorni dopo essere tornati a casa dall'ospedale, un'infermiera è venuta a casa nostra per pesare Lucia e fare un controllo. Anche a me ha fatto un check-up, chiedendomi come stavo. Ogni volta che portavo Lucia a un appuntamento dal pediatra quando era piccola, mi chiedevano di me, cercando segni di depressione e ribadendo tutte le reti di supporto che erano a mia disposizione come neomamma. Inoltre, gli studi pediatrici offrono spesso gruppi di supporto per i nuovi genitori. Faranno in modo che 10 madri con bambini della stessa età frequentino quattro o cinque lezioni su sonno, alimentazione, equilibrio vitale, aspettative sulla genitorialità o altri argomenti. Ognuno porta i propri bambini e questo ti aiuta a costruire un sistema di supporto.

In congedo parentale: i genitori hanno ben 480 giorni di congedo retribuito da condividere, ovvero circa 16 mesi. Di recente, la legge ha assegnato 90 di questi giorni come giorni non trasferibili ai soli padri, per incoraggiare gli uomini a prendere il congedo di paternità. C'è anche un bonus per l'uguaglianza di genere, in cui i genitori ricevono una retribuzione leggermente più alta se dividono il tempo in modo uniforme. I genitori possono anche prendersi fino a un mese di ferie insieme e possono distribuire il loro tempo nei primi DODICI ANNI di vita del bambino.

Poiché la maggior parte dei padri svedesi prende un lungo congedo di paternità, ho notato che anche loro possono svolgere un ruolo attivo nella gestione dell'intera famiglia. Rispetto all'Europa centrale e meridionale, gli svedesi sono decisamente meno tradizionalisti nei loro ruoli di genere familiari in generale. Ci si aspetta che gli uomini facciano il loro lavoro con la cucina, la pulizia e l'assistenza all'infanzia come fanno tradizionalmente le donne.

Sulla Legge di Jante: C'è un principio culturale interessante qui e in alcuni altri paesi scandinavi chiamato Legge di Jante. Significa essenzialmente che un individuo non è più speciale di un altro e non devi comportarti come se lo fossi. Quando insegnavo danza classica a Stoccolma anni fa, ho notato che i miei studenti erano, in effetti, riluttanti a distinguersi. Ad esempio, sono stati piuttosto timidi quando ho chiesto loro di mostrare dei passi o di proporre nuove idee alla classe.

Sull'assistenza all'infanzia: la maggior parte dei genitori svedesi affida i propri figli all'assistenza all'infanzia sovvenzionata dal governo quando il bambino ha circa un anno. Esistono molti tipi diversi di programmi, nessuno dei quali può superare i $ 150 al mese, inclusi due pasti al giorno. Abbiamo scelto una scuola bilingue per Lucia, dove sta imparando svedese e inglese, ma ci sono anche scuole pubbliche, cooperative per genitori, programmi di studio incentrati sulla natura, programmi incentrati sulla lingua, l'elenco continua. C'è anche una scuola neutrale rispetto al genere a Stoccolma, dove gli insegnanti non chiamano lui o lei i bambini, e i libri ei giocattoli sono accuratamente selezionati per evitare le tradizionali presentazioni dei ruoli di genere.

Un altro straordinario beneficio per l'infanzia qui si chiama Vabbing . Il governo ti paga lo stipendio quando devi stare a casa dal lavoro perché tuo figlio è malato. Le persone a volte chiamano anche febbraio VARuary, poiché i raffreddori sono così comuni nel mese invernale più freddo!

Sul cibo: una delle usanze alimentari più divertenti che abbia mai osservato qui è la tradizione nazionale di avere zuppa di piselli spezzati e frittelle a pranzo il giovedì. La prima volta che uno svedese me l'ha detto, ho pensato che stesse scherzando, ma il teatro dell'opera dove lavoro serve quel pasto ogni giovedì. Penso che lo facciano anche tutte le scuole svedesi e lo vedrai nei ristoranti. Quando gli americani pensano alla zuppa di piselli spezzati è verde, ma qui è più gialla, con fagioli bianchi e gialli, e la carne è una salsiccia di maiale che viene affettata nella zuppa.

Inoltre, gli svedesi mangiano il formaggio in modi che non ho mai visto da nessun'altra parte. Per prima cosa, ci sono un sacco di formaggi che arrivano in tubi e vengono spalmati su knckebrd (pane croccante, come un cracker) o mangiati nei panini. Inoltre, ogni famiglia svedese ha un osthyvel , o affettatrice di formaggio, che viene trattata con un alto livello di riverenza.

Un'altra grande tradizione alimentare qui sono i panini, che probabilmente hai visto se sei mai stato all'IKEA. La gente ama mangiare i panini alla cannella, o kanelbulle , per colazione con il caffè del mattino o per uno spuntino nel tardo pomeriggio. Questo si chiama fika , o pausa caffè. C'è anche una giornata nazionale per i panini, Kanelbullens Dag . Quando mi sono trasferito qui per la prima volta, pensavo che fossero insapore e asciutti, ma ora li adoro. Ora tornerò negli Stati Uniti e assaggerò una ciambella Krispy Kreme e tutto lo zucchero mi fa male ai denti!

Sulle caramelle: gli svedesi mangiano più caramelle di chiunque altro al mondo, qualcosa come 35 libbre di caramelle a persona all'anno! Enormi negozi di caramelle con sezioni impressionanti sono ovunque. Quello che mi intriga di più dei golosi svedesi sono lrdagsgodis o le caramelle del sabato. Ogni sabato, i bambini e spesso i loro genitori riempiono le borse con le loro caramelle preferite. Le caramelle gommose e la liquirizia sono le preferite. Prima di diventare genitore, pensavo fosse un'ottima idea, ma ora ho visto cosa fa lo zucchero a mia figlia!

Sul gioco all'aperto: Lucia ama giocare all'aperto, raccogliendo bastoni o giocando nel fango. Nei parchi si vedono alci, cervi e conigli selvatici. E i parchi giochi qui sono più creativi che in qualsiasi altro paese che ho visitato. Un parco vicino alla nostra casa è a tema intorno alla natura e tutte le attrezzature sono realizzate in legno naturale e corteccia. Ha anche un vero hotel per insetti, quindi i bambini possono osservare gli insetti e un percorso a piedi nudi progettato per insegnare loro le diverse trame sotto i piedi. Il sistema di parchi giochi è così ampio che c'è persino un'app per aiutarti a trovare e navigare in tutti i parchi giochi a Göteborg. Il nostro parco giochi preferito vicino al nostro appartamento è Slottskogen , che è sempre rifornito di tricicli, palline, secchi e pale, oltre a un barbecue per grigliare salsicce mentre i tuoi bambini giocano.

Sull'abbraccio del freddo: mio marito mi ricorda sempre che nostra figlia è svedese e non le importa se è gelata o buia; ha solo bisogno di uscire e giocare. Sono i suoi genitori che hanno bisogno di superare il freddo! Nella sua scuola materna escono tutti i giorni e giocano per almeno un'ora anche se piove o nevica. Hai sentito il detto svedese: non esiste il maltempo, solo vestiti scadenti? I bambini indossano strati su strati di guanti, cappelli, tute, tute da neve e mutandoni. Mi dispiace per gli insegnanti della scuola materna di Lucia perché è un duro lavoro trasformare un gruppo di bambini in gnocchi di Gore-Tex! Nella scuola di Lucias hanno persino macchine asciugatrici grandi come frigoriferi per i vestiti invernali. Quando vieni a prendere il tuo bambino alla fine della giornata, hanno di nuovo un capospalla asciutto e caldo.

Sull'intimità: la parola svedese mysig è difficile da tradurre, ma tecnicamente significa sorridere con comodità o essere accoglienti. È un concetto importante qui, dove gli inverni sono lunghi e freddi. Vedi candele ovunque, tutto l'anno. Quando mi sono trasferito qui per la prima volta, mi è sembrato un grave pericolo di incendio! Ma sono ovunque e così belli. A volte andiamo all'IKEA nei fine settimana (fa freddo e piove, quindi andiamo all'IKEA!) E tutti comprano le candele lì! Tutti hanno le candele nei loro carrelli alla cassa.

Gli svedesi hanno persino una parola speciale per descrivere il rannicchiarsi al chiuso il venerdì sera: fredagsmys . Accendi candele, ti coccoli sotto una coperta sul divano, mangi caramelle e guardi un film. Mi piace che ci sia un verbo per questo.

Sui libri per bambini: Tutti i bambini che conosciamo, inclusa nostra figlia, adorano Pippi Calzelunghe, il classico libro di Astrid Lindgren. C'è un altro dolce personaggio per bambini chiamato Alfons Aberg, o Alfie Atkins nella sua traduzione inglese, che è molto tradizionale e affascinante. È stato un'ossessione dei bambini per generazioni, ci sono persino centri di gioco in città a tema intorno a lui. Le storie parlano di un ragazzino con dei semplici giocattoli, e tu leggi di lui che fa picnic con il suo formaggio, thermos e una speciale affettatrice per formaggio! È tutto molto svedese e vecchia scuola.

In un momento preferito: un pomeriggio, il mio iPhone è stato rubato sul tram e ho chiamato la polizia per denunciarlo. In pochi minuti, un'auto della polizia sotto copertura (Volvo, ovviamente!) si è fermata dove mi trovavo io. Due agenti di polizia con lunghe code di cavallo bionde mi hanno portato in giro per Göteborg seguendo il segnale del mio telefono rubato. Sfortunatamente, la nostra caccia si è conclusa in una stazione del tram affollata dove abbiamo perso il segnale, ma sono stati così gentili da accompagnarmi a casa a 15 minuti buoni di distanza. Ho difficoltà a immaginare che qualcosa del genere accada in una delle principali città americane. In effetti, per me, questo aneddoto riassume quanto sia efficiente e amichevole la Svezia.

Grazie mille, Angelina!

PS La serie completa Motherhood Around the World e un pisolino all'aperto in Danimarca.